Man­d­zu­kic si fer­ma Emer­gen­za Ju­ve

Sta­se­ra a Lio­ne dif­fi­ci­le tra­sfer­ta Tra i con­vo­ca­ti an­che il 16en­ne di gran­de ta­len­to Moi­se Kean

Il Gazzetino (Venezia) - - Sport -

TO­RI­NO - Nell'ul­ti­mo al­le­na­men­to pri­ma del­la par­ten­za del­la Ju­ven­tus per Lio­ne, si è bloc­ca­to Ma­rio Man­d­zu­kic. Un gua­io per Al­le­gri in un re­par­to già im­po­ve­ri­to dall'in­for­tu­nio di Pja­ca. Co­sì tra i 20 con­vo­ca­ti dal tec­ni­co bian­co­ne­ro per la tra­sfer­ta in Fran­cia c'è un 16en­ne di gran­de ta­len­to: Moi­se Kean. La ri­ser­va di Hi­guain e Dy­ba­la sa­rà pro­prio lui, clas­se 2000, na­to a Ver­cel­li, in Pie­mon­te, da ge­ni­to­ri ivo­ria­ni, as­si­sti­to da Mi­no Ra­io­la. Il si­to uf­fi­cia­le dell'ue­fa ce­le­bra la con­vo­ca­zio­ne di quel­lo po­treb­be es­se­re il pri­mo "mil­len­nial" a gio­ca­re in Cham­pions. Kean è an­da­to in pan­chi­na in Se­rie A per la pri­ma vol­ta sa­ba­to scor­so con­tro l'udi­ne­se. Qua­si si­cu­ra­men­te Al­le­gri non lo but­te­rà nel­la mi­schia a Lio­ne: «C'è Cua­dra­do che è un at­tac­can­te», ha ri­cor­da­to, ma «c'è an­che Kean», ha sot­to­li­nea­to, co­me a con­fer­ma­re che sa­rà tra i set­te in pan­ca a Lio­ne.

Il for­fait di Man­d­zu­kic non tur­ba trop­po Al­le­gri. «Fan­no par­te del gio­co - di­ce - cer­to, sa­reb­be me­glio che non ca­pi­tas­se­ro mai, ma ca­pi­ta in tut­te le sta­gio­ni di vi­ve­re un pe­rio­do con 3-4 as­sen­ze. Mi spia­ce per Man­d­zu­kic, spe­ro che la sua so­sta du­ra po­co, co­sì co­me non do­vreb­be es­se­re gra­ve l'in­for­tu­nio di Chiel­li­ni». A Lio­ne tor­na Pja­nic, fer­ma­to sa­ba­to scor­so dal­la ga­stroen­te­ri­te. Il cen­tro­cam­pi­sta bo­snia­co ri­lan­cia Buf­fon, non esen­te da col­pe sul gol dell'udi­ne­se do­po il cla­mo­ro­so li­scio in az­zur­ro con­tro la Spa­gna. «Gi­gi re­sta il nu­me­ro 1, il mi­glio­re al mon­do. Non cre­do che stia vi­ven­do un pe­rio­do dif­fi­ci­le, ma nel­la car­rie­ra di ogni gio­ca­to­re ci so­no gli al­ti e bas­si. Non ab­bia­mo avu­to bi­so­gno di dir­gli nien­te, tut­to è co­me pri­ma».

Con la ma­glia del Lio­ne, Pja­nic ha gio­ca­to tre sta­gio­ni e 90 par­ti­te, pri­ma di pas­sa­re al­la Ro­ma. «So­no sta­ti an­ni im­por­tan­ti per la mia car­rie­ra - di­ce l'olym­pi­que Lio­ne ne­gli ul­ti­mi tem­pi è un po’ in dif­fi­col­tà, ma co­no­sco be­ne l'am­bien­te: da quel­le par­ti le cri­si non du­ra­no lun­go». Al­le­gri si aspet­ta un Lio­ne mol­to mo­ti­va­to: «È squa­dra "no­io­sa" da af­fron­ta­re, gio­ca di ce­sel­lo, ve­lo­ce nel­le ri­par­ten­ze. Sa­ba­to - ri­cor­da il tec­ni­co bian­co­ne­ro - ha per­so 2-0 a Niz­za, nel cam­pio­na­to fran­ce­se, ma si è tro­va­ta sot­to do­po ap­pe­na 2', e in que­ste si­tua­zio­ni non è mai fa­ci­le ri­mon­ta­re».

La Ju­ven­tus «ades­so de­ve fa­re pun­ti in Cham­pions» - "or­di­na" Al­le­gri - «e sa­reb­be me­glio chiu­de­re il gi­ro­ne al pri­mo po­sto. In ogni ca­so, se pas­sia­mo il tur­no, sa­rà il set­ti­mo an­no con­se­cu­ti­vo che le squa­dre al­le­na­te da me pas­sa­no la fa­se a gi­ro­ni...». Un van­to per il tec­ni­co li­vor­ne­se che, tor­nan­do al cam­pio­na­to, pun­tua­liz­za. «Se per qual­cu­no ci so­no squa­dre che gio­ca­no me­glio, non mi tur­ba. Cer­to, il Mi­lan sta fa­cen­do un bel la­vo­ro, lo stes­so si può di­re per la Ro­ma. Ma, a par­te il fat­to che è tut­to re­la­ti­vo, che è dif­fi­ci­le di­re chi gio­ca be­ne e chi ma­le, nell'al­bo d'oro ci fi­ni­sce chi vin­ce, non chi gio­ca be­ne. Pe­ral­tro - con­clu­de il tec­ni­co bian­co­ne­ro - è ben dif­fi­ci­le che al­la fi­ne vin­ca una squa­dra che gio­ca ma­le per 38 par­ti­te...».

IL RI­TOR­NO Pja­nic si è ri­sta­bi­li­to, Al­le­gri a Lio­ne con­ta sul­la sua fan­ta­sia

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.