Mar­quez: «Un vo­to? 9,5 Ho im­pa­ra­to da­gli er­ro­ri»

Il Gazzetino (Venezia) - - Sport -

MOTEGI - «Se mi do­ves­si da­re un vo­to, di­rei 9 e mez­zo. Quel mez­zo pun­to in me­no è per Le Mans, do­ve ho com­mes­so un er­ro­re che avrei po­tu­to evi­ta­re. E un al­tro sba­glio è sta­to spin­ge­re trop­po quan­do non avrei do­vu­to a Sil­ver­sto­ne, an­che se so­no riu­sci­to a sal­var­mi e a chiu­de­re quat­tro». Il gior­no do­po aver con­qui­sta­to il ter­zo ti­to­lo mon­dia­le in quat­tro an­ni di Mo­togp, per Marc Mar­quez è tem­po di bi­lan­ci. «Si può pen­sa­re che sia sta­to fa­ci­le ma non è co­sì, que­sto è uno sport do­ve non tut­ti di­pen­de da se stes­si - rac­con­ta il 23en­ne pi­lo­ta spa­gno­lo del­la Hon­da Ci so­no tan­ti fat­to­ri in gio­co, dal­la mo­to al team, e tut­to de­ve es­se­re al 100%. Ho im­pa­ra­to mol­to dal­lo scor­so an­no per­ché ho com­mes­so tan­ti er­ro­ri che mi so­no co­sta­ti il ti­to­lo ma so­no si­cu­ro che la pros­si­ma sta­gio­ne sa­rà an­co­ra di­ver­sa, l'im­por­tan­te è es­se­re co­stan­te­men­te fra i pri­mi tre».

Nel­la pas­sa­ta sta­gio­ne, Mar­quez ha ina­nel­la­to per sei vol­te ze­ro pun­ti, que­st'an­no in­ve­ce ha sem­pre por­ta­to a ca­sa qual­co­sa. «Ho sfrut­ta­to l'espe­rien­za del 2015 ma se par­ti be­ne, è an­che più fa­ci­le da ge­sti­re la si­tua­zio­ne. Se sba­gli all'ini­zio, il cam­pio­na­to di­ven­ta una mon­ta­gna da sca­la­re e que­sto ti co­strin­ge a ri­schia­re di più ma ho im­pa­ra­to, an­che gra­zie al­la squa­dra, a ge­sti­re le si­tua­zio­ni più cri­ti­che e per que­sto so­no riu­sci­to a met­te­re in ca­sci­na tan­ti pun­ti im­por­tan­ti».

No­no­stan­te un pal­ma­res da ve­te­ra­no, «mi sen­to an­co­ra un ra­gaz­zo, sto an­co­ra im­pa­ran­do e ho an­co­ra tan­te co­se da fa­re nel­la mia car­rie­ra e nel­la mia vi­ta. Sia­mo es­se­ri uma­ni e for­se fa­rò mol­ti più er­ro­ri o ri­pe­te­rò gli stes­si, an­che se an­no do­po an­no l'espe­rien­za au­men­ta, non so­lo in pi­sta, ma an­che nel ge­sti­re la pres­sio­ne du­ran­te il wee­kend, nell'or­ga­niz­za­re le co­se quo­ti­dia­ne a ca­sa, gli al­le­na­men­ti, sen­to di es­se­re cre­sciu­to in que­ste co­se».

La pres­sio­ne è qual­co­sa che «ti ren­de in­si­cu­ro, che in­si­nua dub­bi, fi­ni­sci il wee­kend men­tal­men­te e fi­si­ca­men­te di­strut­to ma so­no for­tu­na­to ad ave­re una gran­de fa­mi­glia nel pad­dock, il team mi aiu­ta a stac­ca­re e a non pen­sa­re so­lo al­le ga­re, e que­sto mi aiu­ta a ri­las­sar­mi». Il ti­to­lo è ar­ri­va­to a tre Gp dal­la fi­ne e Mar­quez am­met­te di es­se­re ri­ma­sto un po’ sor­pre­so, «pen­sa­va­mo che sa­reb­be ri­ma­sto tut­to aper­to fi­no a Va­len­cia. È sta­ta una sta­gio­ne du­ra, ci so­no sta­ti mo­men­ti in cui non pen­sa­vo di far­ce­la ma sia­mo sem­pre an­da­ti a pun­ti men­tre gli al­tri han­no com­mes­so al­cu­ni er­ro­ri».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.