Il fu­tu­ro di via Val­lon di­vi­de il quar­tie­re

Il Gazzetino (Venezia) - - Mestre - Al­vi­se Spe­ran­dio

Il fu­tu­ro di via Val­lon di­vi­de la gen­te di Carpenedo. Qual­che gior­no fa, nell'as­sem­blea con­vo­ca­ta nel­la sa­la par­roc­chia­le di San Pie­tro Or­seo­lo dal pre­si­den­te del­la Mu­ni­ci­pa­li­tà Vin­cen­zo Con­te (non sen­za qual­che mu­gu­gno in Co­mu­ne), l'as­ses­so­re al­la Mo­bi­li­tà Re­na­to Boraso ha con­fer­ma­to che quan­do sa­ran­no fi­ni­ti i la­vo­ri per la so­sti­tu­zio­ne del­le fo­gna­tu­re - non pri­ma di tre me­si si stu­die­rà una rior­ga­niz­za­zio­ne com­ples­si­va del­la via­bi­li­tà del quar­tie­re.

Tut­to ruo­ta at­tor­no a via Val­lon per­ché c'è chi la vuo­le a sen­so uni­co e chi in­ve­ce chie­de di ri­pri­sti­na­re il dop­pio sen­so com'era una vol­ta, al­me­no nel trat­to tra via San Do­nà e via Montegrotto: tra i pri­mi, ci so­no una par­te di re­si­den­ti co­me il con­si­glie­re co­mu­na­le Mat­te­ro Sen­no e al­cu­ni ne­go­zian­ti co­me il pa­stic­ce­re Di­no Pet­te­nò op­pu­re l'edi­co­lan­te Ro­ber­to Amen­do­la e, an­co­ra, il co­mi­ta­to di via­le don Stur­zo; tra i se­con­di, un'al­tra par­te di abi­tan­ti e com­mer­cian­ti che han­no fat­to una rac­col­ta di fir­me e il co­mi­ta­to di via Gol­do­ni. «Quan­do in pas­sa­to c'è sta­to il dop­pio sen­so, la stra­da era di­ven­ta­ta una ca­me­ra a gas. Non si ri­pe­ta quell'er­ro­re e non si tol­ga la pi­sta ci­cla­bi­le», di­ce Fla­mi­nio Di­ton­no da via­le don Stur­zo che ag­giun­ge: «Non ve­dia­mo ra­gio­ni per­ché la cir­co­la­zio­ne sull'as­se Be­nel­li-gol­do­ni sia mo­di­fi­ca­ta, tran­ne la ri­stret­tez­za di que­st'ul­ti­ma che ob­bli­ga al sen­so al­ter­na­to. Piut­to­sto si rea­liz­zi un si­ste­ma di con­trol­lo del­la ve­lo­ci­tà».

Pron­ta la re­pli­ca di Li­no Gi­rot­to da via Gol­do­ni che chie­de a Boraso di man­te­ne­re la pro­mes­sa esti­va sul ri­tor­no al dop­pio sen­so: «Non con­cor­dia­mo col ti­to­la­re del­la cioc­co­lat­te­ria per­ché il sen­so uni­co por­te­reb­be la sua clien­te­la a par­cheg­gia­re in so­sta vie­ta­ta e non ri­te­nia­mo che l'opi­nio­ne di un con­si­glie­re co­mu­na­le deb­ba va­le­re più di quel­la di noi cit­ta­di­ni. Le pi­ste ci­cla­bi­li so­no già sta­te pro­spet­ta­te nel­le pa­ral­le­le vie Li­ga­bue, via La­va­re­do e via Ca­do­re». In­som­ma, men­tre il can­tie­re pro­ce­de tra in­top­pi e ri­tar­di, lo sguar­do è ri­vol­to già al do­po con i due fron­ti con­trap­po­sti pron­ti a di­fen­de­re fi­no in fon­do le pro­prie po­si­zio­ni.

LA­VO­RI IN COR­SO

An­co­ra tre me­si

per il can­tie­re

VIA VAL­LON Si di­scu­te sul­la via­bi­li­tà

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.