Nor­de­st, la po­ver­tà bus­sa a 50 an­ni

Sen­za la­vo­ro, sen­za ca­sa, con pro­ble­mi di sa­lu­te: uo­mi­ni so­li e di mez­za età, uno su tre è ita­lia­no

Il Gazzetino (Venezia) - - Nordest - Ser­gio Fri­go

Men­tre esplo­do­no gli ac­qui­sti di au­to, e il tu­ri­smo ha ri­pre­so ad an­da­re a gon­fie ve­le, gli ita­lia­ni (e i ve­ne­ti) ri­sco­pro­no i po­ve­ri. Me­ri­to (o col­pa?) del­la Ca­ri­tas, che lu­ne­dì ha dif­fu­so il suo rap­por­to na­zio­na­le da cui si sco­pre che le per­so­ne in si­tua­zio­ni di in­di­gen­za so­no 4.6 mi­lio­ni in tut­to il pae­se, 850mi­la del­le qua­li nel Ve­ne­to. Per­cen­tual­men­te so­no più che rad­dop­pia­te dall’an­no pre­ce­den­te l’esplo­de­re del­la cri­si, il 2007. Si­gni­fi­ca­ti­vo il fat­to che la po­ver­tà ri­guar­di so­prat­tut­to i gio­va­ni fra i 18 e i 34 an­ni (il 34% del to­ta­le dei po­ve­ri, ol­tre una per­so­na su 10), e che es­sa de­cre­sca (fi­no a 0,4 per­so­ne su 10) col cre­sce­re dell’età. In re­gio­ne il da­to re­la­ti­vo ai gio­va­ni è un po’ me­no dram­ma­ti­co (il 20.1%, stan­no peg­gio i 35-44en­ni) ma co­mun­que ri­ma­ne per nul­la ras­si­cu­ran­te.

Ma chi so­no, i nuo­vi po­ve­ri, e co­me vi­vo­no la lo­ro si­tua­zio­ne? A que­ste do­man­de ri­spon­de un al­tro rap­por­to, com­ple­ta­to pro­prio nel­le scor­se set­ti­ma­ne dal­la Ca­ri­tas del Tri­ve­ne­to, che si fo­ca­liz­za su­gli ul­ti­mi de­gli ul­ti­mi, quel­li che la po­ver­tà ha ri­dot­to sen­za una ca­sa, spes­so in so­li­tu­di­ne e in si­tua­zio­ne di di­pen­den­za, in par­ti­co­la­re dall’al­cool. Uno o più gra­di­ni più in bas­so, dun­que, di co­lo­ro che rie­sco­no co­mun­que a tro­va­re un aiu­to e un so­ste­gno nel­la lo­ro "fa­mi­glia al­lar­ga­ta".

«Il rap­por­to è sta­to rea­liz­za­to fo­to­gra­fan­do la si­tua­zio­ne dei 17.500 uten­ti dei no­stri 130 Cen­tri di Ascol­to - di­ce Don Ma­ri­no Cal­le­ga­ri, che da Chiog­gia coor­di­na le 15 Ca­ri­tas dio­ce­sa­ne del Nor­de­st - ed evi­den­zia le si­tua­zio­ni di più gra­ve mar­gi­na­li­tà, su cui gli en­ti pub­bli­ci do­vran­no in­ter­ve­ni­re, pri­ma che si tra­sfor­mi­no in ve­re e pro­prie bom­be a tem­po».

Al­cu­ni da­ti so­no rias­sun­ti nel­la ta­bel­la qui sot­to (re­la­ti­va ai 13.685 pre­si in ca­ri­co so­lo nel 2015), ed evi­den­zia­no, in sin­te­si, una pre­va­len­za di im­mi­gra­ti su­gli ita­lia­ni (il 68% con­tro il 32) , un’al­ta per­cen­tua­le di uo­mi­ni so­li (il 44% de­gli ita­lia­ni, qua­si il 29% de­gli stra­nie­ri) e di don­ne con fi­gli (la me­tà del­le don­ne stra­nie­re, una su quat­tro fra le ita­lia­ne), e una for­te pre­sen­za di po­ve­ri fra i qua­ran­ta-ses­san­ten­ni ita­lia­ni e fra i tren­ta-cin­quan­ten­ni stra­nie­ri.

«Non fac­cia­mo che re­gi­stra­re le ri­ca­du­te del­la cri­si spie­ga Don Ma­ri­no Cal­le­ga­ri che ha im­po­ve­ri­to so­prat­tut­to il ce­to me­dio e ag­gra­va­to le con­di­zio­ni di co­lo­ro che già fron­teg­gia­va­no si­tua­zio­ni di pre­ca­rie­tà eco­no­mi­ca, sa­ni­ta­ria e di re­la­zio­ni. Ri­spet­to al da­to del­la Ca­ri­tas na­zio­na­le ab­bia­mo me­no gio­va­ni per­chè ai no­stri cen­tri si ri­vol­go­no sem­mai i lo­ro ge­ni­to­ri».

Il De­le­ga­to Ca­ri­tas del Nord Est re­pli­ca an­che al­le con­si­de­ra­zio­ni del go­ver­na­to­re del Ve­ne­to Lu­ca Za­ia che ie­ri ave­va mes­so in guar­dia dal ri­schio di una guer­ra fra po­ve­ri «con­si­de­ra­to che lo Sta­to stan­zia so­lo un mi­lio­ne di eu­ro per i po­ve­ri ita­lia­ni e ben quat­tro per l’ac­co­glien­za dei

IL DE­LE­GA­TO DEL­LE 15 DIO­CE­SI «Que­sti so­no gli ef­fet­ti del­la cri­si,

le mi­gra­zio­ni non c’en­tra­no»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.