Il viag­gio so­no­ro di En­ri­co Rug­ge­ri

Il Gazzetino (Venezia) - - L’agenda -

ME­STRE - (E.F.) En­ri­co Rug­ge­ri tor­na nel Ve­ne­zia­no a di­stan­za di po­chi me­si per lo spet­ta­co­lo gra­tui­to «Mu­si­ca&pa­ro­le» di ve­ner­dì al­le 21 al­la Na­ve de Ve­ro di Mar­ghe­ra. L'ul­ti­ma vol­ta era sta­to al Tea­tro To­nio­lo lo scor­so 30 apri­le per la tap­pa del suo «Un viag­gio in­cre­di­bi­le» tour, dall'al­bum omo­ni­mo, e ave­va rac­con­ta­to qual è per lui il sen­so del viag­gio: «È il viag­gio stes­so, è la vi­ta, so­no le per­so­ne in­con­tra­te, è sa­li­re sul pal­co».

In que­st'oc­ca­sio­ne, in­ve­ce, sa­rà lui stes­so a fa­re da gui­da e a tra­spor­ta­re il pub­bli­co nel suo mon­do in­te­rio­re, fa­cen­do fer­ma­te mu­si­ca­li nei mo­men­ti sa­lien­ti del­la sua car­rie­ra ar­ti­sti­ca e in quel­li del­la sto­ria del­la mu­si­ca in ge­ne­ra­le. In que­sto per­cor­so a tap­pe, tra can­zo­ne e rac­con­to, sa­rà af­fian­ca­to da un pia­ni­sta e da Giò Ala­j­mo, per 40 an­ni gior­na­li­sta mu­si­ca­le de Il Gaz­zet­ti­no, non­ché uno de­gli idea­to­ri del Pre­mio del­la Cri­ti­ca del Festival di San­re­mo, con­cor­so che Rug­ge­ri ha vin­to due vol­te: nel 1987 con Gian­ni Mo­ran­di e Um­ber­to Toz­zi con il bra­no «Si può da­re di più» e nel 1993 con «Mi­ste­ro». Ar­ri­vò tra i fi­na­li­sti an­che il pri­mo an­no che vi par­te­ci­pò, nel 1980 as­sie­me ai De­ci­bel, con «Con­tes­sa», men­tre co­me au­to­re fe­ce vin­ce­re il Pre­mio del­la Cri­ti­ca a Fio­rel­la Man­no­ia con «Quel­lo che le don­ne non di­co­no» nel 1987. Ma que­sto è so­lo uno dei bra­ni in­tra­mon­ta­bi­li che Rug­ge­ri ha fir­ma­to per gran­di in­ter­pre­ti ita­lia­ne, co­me Fior­da­li­so, An­na Oxa, Lo­re­da­na Ber­tè (fra tut­ti, «Il Ma­re D'in­ver­no») e Mia Mar­ti­ni che l'ar­ti­sta ha ri­cor­da­to re­cen­te­men­te al Tea­tro Nuo­vo di Mi­la­no can­tan­do per la pri­ma vol­ta il pez­zo «Do­ma­ni più su» che ave­va scrit­to per lei as­sie­me a Do­di Bat­ta­glia.

Rug­ge­ri, che si è fat­to ap­prez­za­re an­che co­me scrit­to­re e con­dut­to­re, di espri­me­re le sue idee e le sue ri­fles­sio­ni pro­prio non si stan­ca mai e quan­do non lo fa in luo­ghi pub­bli­ci, lo fa po­stan­do vi­deo di suoi mo­no­lo­ghi nel­la sua ag­gior­na­ta e se­gui­tis­si­ma pa­gi­na Fa­ce­book, do­ve ama con­fron­tar­si con i fan a cuo­re aper­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.