Mi­no­ri nel­la spi­ra­le del web a lu­ci ros­se

L’edu­ca­to­re di­gi­ta­le: «Ma pre­oc­cu­pa an­che la pra­ti­ca dell’au­to­le­sio­ni­smo»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Pordenone - Lo­ren­zo Pa­do­van

L’epi­so­dio del­la fo­to con­di­vi­sa non è iso­la­to: il 40% de­gli ado­le­scen­ti met­te in Re­te le pro­prie nu­di­tà

«Il ca­so del­la stu­den­tes­sa che ha mo­stra­to il se­no all'ami­ca e le cui im­ma­gi­ni spo­po­la­no nel Web è tutt'al­tro che iso­la­to e, an­zi, in pro­vin­cia di Por­de­no­ne ri­ce­vo con­ti­nue se­gna­la­zio­ni di epi­so­di di Sex­ting, cioè di di­stri­bu­zio­ne di fo­to e vi­deo hot au­to­pro­dot­ti che ri­guar­da­no­mi­no­ri». A ri­fe­rir­lo è un esper­to del set­to­re, Mat­teo Gior­da­no, me­dia edu­ca­tor che da an­ni va nel­le scuo­le cer­ca­re di spie­ga­re qua­li so­no i ri­schi del­la "re­te".

«Uno stu­dio di Sa­ve the chil- dren del 2015 - ri­cor­da - evi­den­zia che in Ita­lia il 40% dei ragazzi tra i 12 e 17 an­ni met­te on li­ne le pro­prie nu­di­tà. Una per­cen­tua­le che ri­ten­go sia ap­pli­ca­bi­le an­che al no­stro ter­ri­to­rio: da­gli in­con­tri lo­ca­li esce co­me una co­sa na­tu­ra­le che le ra­gaz­zi­ne man­di­no im­ma­gi­ni in lin­ge­rie agli ami­ci. A noi adul­ti spet­ta il com­pi­to di ca­pi­re per­ché ciò ac­ca­da: pro­ba­bil­men­te han­no in­tro­iet­ta­to una vi­sio­ne del cor­po che è sbagliata, si­tua­zio­ne che de­ri­va mol­to spes­so dai­mes­sag­gi che ri­ce­vo­no dai me­dia e pu­re dal­la fa­mi­glia».

L'al­tro aspet­to che pre­oc­cu­pa

I RI­SCHI DEL­LA RE­TE Mat­teo Gior­da­no è un "me­dia edu­ca­tor" che da an­ni va nel­le scuo­le a spie­gar­li

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.