Ra­mar­ri da 2 mi­lio­ni e mez­zo

Lo­vi­sa: «Gran­de squa­dra con il mon­te-in­gag­gi più bas­so del­le pri­me 10»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sanvitese - Da­rio Pe­ro­sa

In­tan­to il pre­si­den­te pre­pa­ra la festa dei playoff

Ra­mar­ri fra ie­ri, og­gi e do­ma­ni. La sta­gio­ne re­go­la­re fa or­mai par­te del pas­sa­to, an­che se man­ca l'ul­ti­ma ga­ra, do­me­ni­ca al­le 15 al Bot­tec­chia con­tro la Gia­na, già sal­va. Il pre­sen­te si chia­ma playoff per la pro­mo­zio­ne in B. «Il fu­tu­ro sa­rà la se­rie ca­det­ta - ga­ran­ti­sce Mau­ro Lo­vi­sa -, se non que­st'an­no en­tro i pros­si­mi due». Re Mau­ro pe­rò non po­ne li­mi­ti a prov­vi­den­za e am­bi­zio­ni: guar­da an­co­ra più avan­ti e in al­to. «Van­no di mo­da - sor­ri­de - i su­per­la­ti­vi, ov­ve­ro le squa­dre che fi­ni­sco­no in "one". Nel 2015 an­dò in A il Fro­si­no­ne, ora il Cro­to­ne, l'an­no pros­si­mo - striz­za l'oc­chio il pre­si­den­te - chis­sà». In­tan­to il va­lo­re sti­ma­to dell’or­ga­ni­co ha su­pe­ra­to i 2 mi­lio­ni e 500 mi­la eu­ro, con­tro i cir­ca 800 mi­la (non uf­fi­cia­liz­za­ti) de­gli in­gag­gi.

IPERATTIVITÀ NEROVERDELo­vi­sa in que­sti gior­ni è ipe­rat­ti­vo. Lu­ne­dì è an­da­to a Vi­no­vo per im­po­sta­re l'ac­cor­do che ve­drà il Por­de­no­ne af­fi­lia­to al­la Ju­ven­tus. Poi, in­sie­me agli ad­det­ti al­le pub­bli­che re­la­zio­ni, ha pre­pa­ra­to la festa per la con­qui­sta dei playoff e si­cu­ra­men­te co­min­cia­to a pen­sa­re a una più gran­de per fi­ne pri­ma­ve­ra: non si sa mai. Sta par­lan­do con la di­ri­gen­za del­la Gra­phi­stu­dio per un ac­cor­do di af­fi­lia­zio­ne con la for­ma­zio­ne femminile, co­me ri­chie­sto dal­la nor­ma­ti­va per le squa­dre pro. Ha at­ti­va­to "l'ope­ra­zio­ne sta­dio" per es­se­re pron­to in ca­so di pro­mo­zio­ne in B. Fra tut­to que­sto non man­ca di se­gui­re da vi­ci­no, lui uo­mo di cam­po, gli al­le­na­men­ti del­la squa­dra di­ret­ta da Bru­no Te­di­no. Non sa­rà un po’ trop­po per un club che si­no a un pa­io d'an­ni or so­no nes­su­no fra i pro co­no­sce­va? Non so­lo: ci so­no le ri­sor­se per pen­sa­re tan­to in gran­de?

UO­MI­NI E SOL­DI - «I sol­di so­no im­por­tan­ti - è il pen­sie­ro di re Mau­ro -, gli uo­mi­ni di più. Il Por­de­no­ne - si spie­ga - ha il mon­te-in­gag­gi più bas­so fra le pri­me 10 so­cie­tà del no­stro gi­ro­ne. Ep­pu­re sia­mo al se­con­do po­sto in clas­si­fi­ca. Non par­lia­mo poi dei bud­get del­le for­ma­zio­ni che rag­giun­ge­ran­no i playoff ne­gli al­tri due grup­pi. Si­gni­fi­ca che la co­sa più im­por­tan­te è ave­re uo­mi­ni pre­pa­ra­ti, sia in se­de che in cam­po, che san­no fa­re le scel­te giu­ste e che, co­me me, vo­glio­no cre­sce­re.

Il "mio" Por­de­no­ne è tut­to que­sto. Sia­mo fe­li­ci e or­go­glio­si dei ri­sul­ta­ti che stia­mo rag­giun­gen­do, ma non ci cro­gio­lia­mo. Guardiamo già più avan­ti. Mi au­gu­ro che tut­te le al­tre com­po­nen­ti ci ven­ga­no die­tro, par­ten­do dai ti­fo­si. A ve­de­re Be­ne­ven­to-lec­ce c'era­no 18 mi­la per­so­ne. Per pro­se­gui­re con le as­so­cia­zio­ni: il part­ner prin­ci­pa­le dell'ales­san­dria è la Ca­me­ra di com­mer­cio. Si­no ai po­li­ti­ci. Noi pos­sia­mo ri­sol­ve­re l'emer­gen­za sta­dio in 24 ore (tra­sfe­ri­men­to a Udi­ne, ndr). Ma per una so­lu­zio­ne de­fi­ni­ti­va e ve­lo­ce ab­bia­mo bi­so­gno di coo­pe­ra­zio­ne su­bi­to».

PRE­SI­DEN­TE Mau­ro Lo­vi­sa

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.