Vo­to, og­gi si de­ci­de per l’ora in più

Il Gazzettino (Pordenone) - - Friuli - An­to­nel­la Lan­frit

AM­MI­NI­STRA­TI­VE Pri­ma ci sa­rà la di­scus­sio­ne tra i ca­pi­grup­po, poi toc­che­rà al­la giun­ta

TRIE­STE - Que­sta mat­ti­na è as­sai pro­ba­bi­le che si sciol­ga par­te del mi­ste­ro che in Friu­li Venezia Giu­lia si è co­strui­to in que­sti gior­ni at­tor­no all'ora­rio in cui si an­drà a vo­ta­re per le am­mi­ni­stra­ti­ve do­me­ni­ca 5 giu­gno e do­me­ni­ca 19 giu­gno. Al­le 9.45, in­fat­ti, è con­vo­ca­ta la riu­nio­ne dei ca­pi­grup­po in Con­si­glio re­gio­na­le, l'uni­co or­ga­ni­smo che può de­ci­de­re se con­no­ta­re co­me ur­gen­te, e dun­que dar­gli prio­ri­tà an­che im­me­dia­ta in Au­la, un prov­ve­di­men­to che mo­di­fi­chi la leg­ge re­gio­na­le 19 del 2013, lad­do­ve all'ar­ti­co­lo 46 si dice che in re­gio­ne si vo­ta in un so­lo gior­no, dal­le 8 al­le 22. Mi­ste­ro per­ché la Giun­ta re­gio­na­le, e dun­que di con­se­guen­za la mag­gio­ran­za in Con­si­glio, ha man­te­nu­to il pun­to sull'uni­co gior­no di vo­to quan­do in Ita­lia si da­va qua­si per cer­to l'al­lun­ga­men­to an­che al lu­ne­dì, un ar­go­men­to ri­pre­so in re­gio­ne da For­za Ita­lia che ha pre­sen­ta­to una pro­po­sta di leg­ge in me­ri­to, pre­ve­den­do il vo­to fi­no a lu­ne­dì l'am­plia­men­to ora­rio, dal­le 7 al­le 23, «per al­li­near­si con il re­sto del Pae­se e non in­ge­ne­ra­re con­fu­sio­ne nei cit­ta­di­ni», ha det­to il ca­po­grup­po Ric­car­do Ric­car­di. Sull'ora­rio in­ve­ce la Giun­ta, con l'as­ses­so­re com­pe­ten­te Pao­lo Pa­non­tin, pri­ma si è det­ta pos­si­bi­li­sta, poi ha det­to di «es­se­re orien­ta­ta a la­scia­re l'ora­rio che c'è in leg­ge, per­ché a se­gui­to di ul­te­rio­ri ap­pro­fon­di­men­ti so­no mer­se dif­fi­col­tà og­get­ti­ve che ren­do­no inop­por­tu­na la mo­di­fi­ca». Una po­si­zio­ne che ie­ri se­ra Pa­non­tin ha con­fer­ma­to es­se­re quel­la dal­la qua­le la Giun­ta par­ti­rà nel­la se­du­ta di do­ma­ni all'ora di pran­zo. Pri­ma di al­lo­ra, pe­rò, c'è la riu­nio­ne dei ca­pi­grup­po di que­sta mat­ti­na. È lì che si de­ci­de­rà se la ma­te­ria sa­rà di­scus­sa in Con­si­glio, l'uni­co or­ga­ni­smo che può cam­bia­re le car­te in ta­vo­la. «Cre­do che la mo­di­fi­ca ora­ria si fa­rà - ha pre­fi­gu­ra­to ie­ri se­ra Ric­car­di -. La Giun­ta ha so­lo il pro­ble­ma di far ap­pa­ri­re il prov­ve­di­men­to co­me pro­prio del­la mag­gio­ran­za e non un'ini­zia­ti­va dell'op­po­si­zio­ne, cioè del­la no­stra pro­po­sta di leg­ge». Un te­sto che Ric­car­di è di­spo­sto a emen­da­re per la­scia­re so­lo l'am­plia­men­to ora­rio. «L'obiet­ti­vo è es­se­re in li­nea con il re­sto d'ita­lia», con­fer­ma.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.