Ba­sta con i bo­nus da 80 eu­ro ser­ve una ve­ra po­li­ti­ca eco­no­mi­ca

Il Gazzettino (Pordenone) - - Economia -

Gli ul­ti­mi da­ti sul­la con­giun­tu­ra, a dir po­co al­lar­man­ti, ci di­co­no che que­sto è un mo­men­to de­ci­si­vo per la no­stra eco­no­mia, al bi­vio tra sta­gna­zio­ne e ri­pre­sa. L’ar­re­tra­men­to dell’in­du­stria è certificato da un ca­lo del fat­tu­ra­to (la mag­gio­re fles­sio­ne ten­den­zia­le da ol­tre due an­ni), dal­lo stop de­gli or­di­na­ti­vi (da­to im­por­tan­te per ca­pi­re il trend) e del com­mer­cio este­ro. Inol­tre, i prez­zi in de­fla­zio­ne non ba­sta­no a ri­da­re slan­cio ai con­su­mi – cre­sci­ta ze­ro del­le ven­di­te al det­ta­glio – e l’au­men­to del­le re­tri­bu­zio­ni è il più bas­so mai re­gi­stra­to dal 1982. Er­go: la ri­pre­sa in Ita­lia è mol­to più len­ta e in­cer­ta del pre­ven­ti­va­to, ma so­prat­tut­to è de­ci­sa­men­te in­fe­rio­re al­la pur non bril­lan­te per­for­man­ce dei pae­si a noi pa­ra­go­na­bi­li. A ciò si ag­giun­ga, co­me se non ba­stas­se, una fo­sca pro­fe­zia del Fon­do Mo­ne­ta­rio: se l’ita­lia con­ti­nua co­sì, re­cu­pe­re­rà so­lo “a me­tà de­gli an­ni 20”, cioè tra un de­cen­nio, i li­vel­li di red­di­to del 2007. Mi sa­rei dun­que aspet­ta­to una rea­zio­ne de­gli im­pren­di­to­ri, un al­lar­me e una ri­chie­sta di cam­bio di pas­so nel­la po­li­ti­ca eco­no­mi­ca. In ef­fet­ti, il neo presidente Vin­cen­zo Boc­cia, ha aper­to la sua re­la­zio­ne all’esor­dio in as­sem­blea di Con­fin­du­stria, di­cen­do che la no­stra eco­no­mia, pur es­sen­do ri­par­ti­ta, “non è in ri­pre­sa” e che sia­mo di fron­te ad “una ri­sa­li­ta mo­de­sta e de­lu­den­te”. E ha pun­ta­to il dito sul tas­so di pro­dut­ti­vi­tà, che dal 2000 ad og­gi è au­men­ta­to dell’1% (con­tro il 17% dei no­stri part­ner eu­ro­pei). Non so­lo. Boc­cia ha au­to­cri­ti­ca­men­te am­mes­so che “un ca­pi­ta­li­smo mo­der­no, fat­to di mer­ca­to, di aper­tu­ra ai ca­pi­ta­li e di in­ve­sti­men­ti nell’in­du­stria del fu­tu­ro” è di là da ve­ni­re per­ché non ci sia­mo an­co­ra “at­trez­za­ti al nuo­vo pa­ra­dig­ma eco­no­mi­co”. Ma Boc­cia, pur­trop­po, si è fer­ma­to qui. Non una pa­ro­la di cri­ti­ca sul fat­to che, di fron­te a que­sto scenario pe­ri­co­lo­so, il Pae­se pa­re to­tal­men­te as­sor­bi­to, or­mai da me­si, dal­le ele­zio­ni am­mi­ni­stra­ti­ve e si è già im­mer­so in una cam­pa­gna elet­to­ra­le re­fe­ren­da­ria lun­ga sei me­si – cui Con­fin­du­stria si propone di par­te­ci­pa­re – ma so­prat­tut­to nes­su­na pro­po­sta su co­me rad­driz­za­re il le­gno stor­to di una po­li­ti­ca eco­no­mi­ca fi­no­ra ba­sa­ta so­lo sul­la di­stri­bu­zio­ne di un po’ di de­na­ro a piog­gia (gli 80 eu­ro e se­guen­ti) nel­la va­na spe­ran­za che si tra­du­ca in un au­men­to dei con­su­mi e quin­di del pil. Oc­cor­re, in­ve­ce, che la Con­fin­du­stria ap­proc­ci il Go­ver­no do­tan­do­si di una pro­po­sta or­ga­ni­ca che ab­bia co­me obiet­ti­vo la crea­zio­ne di spa­zi di ma­no­vra di bi­lan­cio per po­ter fa­re in­gen­ti in­ve­sti­men­ti pub­bli­ci e fa­vo­ri­re fi­scal­men­te in mo­do ri­le­van­te quel­li pri­va­ti.

(twit­ter @eci­snet­to)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.