Fer­ra­ri die­tro al­le Red Bull

Raik­ko­nen quar­to da­van­ti a Vet­tel: «Ab­bia­mo un pas­so ga­ra più ve­lo­ce»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport -

Nel G.P. di Ger­ma­nia stra­po­te­re Mer­ce­des, po­le a Ro­sberg

HOCKENHEIM - Ni­co Ro­sberg ave­va un gi­ro uti­le, nel­le bat­tu­te fi­na­li del­la Q3, per sta­re da­van­ti a Lewis Ha­mil­ton e non l'ha spre­ca­to. Mer­ce­des "uber al­les" an­che sul­la pi­sta di Hockenheim, do­ve si cor­re il Gp di Ger­ma­nia ed il pi­lo­ta di ca­sa cer­che­rà di ri­pren­der­si il pri­mo po­sto in clas­si­fi­ca, per­so in Un­ghe­ria a fa­vo­re del com­pa­gno di scu­de­ria.

Un Ro­sberg mol­to de­ter­mi­na­to ha ot­te­nu­to la se­con­da po­le con­se­cu­ti­va (la 26/a in car­rie­ra). Con il tem­po di 1'14"363 ha stac­ca­to Ha­mil­ton di 107 mil­le­si­mi. Il cam­pio­ne del mon­do ha ro­vi­na­to la sua pre­sta­zio­ne con un bloc­cag­gio in fre­na­ta al­la cur­va 2. Se­con­da fi­la tut­ta Red Bull con Da­niel Ric­ciar­do da­van­ti a Max Ver­stap­pen e di­stac­chi dai mi­glio­ri con­te­nu­ti in tre-quat­tro de­ci­mi.

La ter­za è del­la Fer­ra­ri, ma i ri­tar­di si fan­no più pe­san­ti: le ros­se so­no ri­ma­ste so­pra il mu­ro dell'1'15". Ki­mi Raikk­ko­nen (+0.779) co­mun­que mo­de­ra­ta­men­te sod­di­sfat­to, men­tre è par­so piut­to­sto giù di cor­da Se­ba­stian Vet­tel (+0.952). Non solo non ve­de ri­dur­si il gap dal­le stra­ri­pan­ti Mer­ce­des, ma or­mai pu­re la Red Bull è co­stan­te­men­te da­van­ti, al­me­no in qua­li­fi­ca. Ed il ta­len­to non ba­sta più ad ar­gi­na­re i li­mi­ti di te­la­io ed ae­ro­di­na­mi­ca del­la SF16H.

«È sta­ta una ses­sio­ne dif­fi­ci­le, non so­no riu­sci­to a met­te­re in­sie­me il gi­ro giu­sto. Ve­ner­dì ho fa­ti­ca­to con il bi­lan­cia­men­to - ha spie­ga­to il te­de­sco - que­sta mat­ti­na ave­vo buo­ne sen­sa­zio­ni, ma nel po­me­rig­gio qual­co­sa non è an­da­to co­me do­ve­va. L'ul­ti­mo gi­ro mi sem­bra­va buo­no, in­ve­ce non è ba­sta­to». La de­lu­sio­ne, più che dal­le pa­ro­le, tra­spa­re dal to­no: «Al mo­men­to sto cer­can­do di fa­re del mio me­glio. La mac­chi­na ha di­mo­stra­to che può es­se­re ve­lo­ce, ma non sia­mo riu­sci­ti a met­te­re in­sie­me tut­ti gli ele­men­ti». Quan­to al­la ga­ra «sa­re­mo più com­pe­ti­ti­vi, pe­rò par­ti­re­mo di nuo­vo die­tro le Red Bull e qui non sa­rà fa­ci­le sor­pas­sar­le, an­che se co­me pas­so ga­ra sia­mo più ve­lo­ci».

Più po­si­ti­vo l'al­tro fer­ra­ri­sta: «La mac­chi­na si è com­por­ta­ta be­ne in qua­li­fi­ca. L'ul­ti­mo gi­ro non è sta­to idea­le, ma nel com­ples­so so­no sod­di­sfat­to, man­ca­va­no solo un po’ di ade­ren­za e ve­lo­ci­tà. La ter­za fi­la? Og­gi ri­spec­chia il no­stro va­lo­re».

Car­los Sainz (Toro Ros­so) e Ro­main Gro­sjean (Haas) so­no sta­ti pe­na­liz­za­ti ri­spet­ti­va­men­te di tre e cin­que po­si­zio­ni in gri­glia, per­tan­to do­ma­ni sul cir­cui­to di Hockenheim scat­te­ran­no dal­la 16esi­ma e dal­le 20esi­ma po­si­zio­ne. Sainz è sta­to pu­ni­to dai com­mis­sa­ri di ga­ra per aver osta­co­la­to Fe­li­pe Mas­sa nel­la cur­va 2 du­ran­te il Q2 . Gro­sjean, in­ve­ce, è sta­to co­stret­to a so­sti­tui­re il cam­bio tra la ter­za ses­sio­ne di li­be­re e l'ini­zio del­le qua­li­fi­che.

FER­RA­RI Se­ba­stian Vet­tel esce

de­lu­so dall’abi­ta­co­lo del­la sua ros­sa: «La mac­chi­na ha di­mo­stra­to di po­ter es­se­re ve­lo­ce, ma non sia­mo riu­sci­ti a

met­te­re in­sie­me tut­ti gli

ele­men­ti»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.