Mo­nu­men­to ai ca­du­ti usa­to co­me pan­chi­na e cestino: è po­le­mi­ca

Il Gazzettino (Pordenone) - - Cordenons San Quirino Roveredo Porcia -

RO­VE­RE­DO - (m.a.) Il mo­nu­men­to ai Ca­du­ti, uno dei sim­bo­li del cen­tro sto­ri­co e di piaz­za Ro­ma, al pun­to da es­se­re fi­ni­to nel­la di­scus­sio­ne (su­pe­ra­ta) sui la­vo­ri di ri­qua­li­fi­ca­zio­ne del "sa­lot­to" ro­ve­re­da­no, fi­ni­sce og­gi al cen­tro di una po­le­mi­ca che ri­guar­da ge­sti ma­le­du­ca­ti e po­co ri­spet­to­si del va­lo­re stes­so del­la ste­le, che ri­cor­da i cit­ta­di­ni di Ro­ve­re­do che han­no per­so la vi­ta nel­le due guer­re mon­dia­li. I pro­ta­go­ni­sti so­no i più gio­va­ni, che uti­liz­za­no il mo­nu­men­to co­me una pan­chi­na pub­bli­ca. Ma c'è an­che chi non si cu­ra af­fat­to del si­gni­fi­ca­to dell'ope­ra e ne ap­pro­fit­ta per la­sciar­vi car­tac­ce e ri­fiu­ti pro­dot­ti du­ran­te la se­ra­ta in piaz­za. A far no­ta­re que­st'ul­ti­mo ca­so di ma­le­du­ca­zio­ne so­no sta­ti al­cu­ni com­mer­cian­ti del cen­tro, men­tre la po­le­mi­ca sull'uti­liz­zo po­co ri­spet­to­so dei gra­do­ni è sta­ta sol­le­va­ta da più di un re­si­den­te. E ora c'è an­che chi in­vo­ca un'ordinanza fir­ma­ta dal sin­da­co Ma­ra Gia­co­mi­ni, af­fin­ché sia isti­tui­to il di­vie­to di ol­tre­pas­sa­re le catene che de­li­mi­ta­no il pe­ri­me­tro del mo­nu­men­to. La di­scus­sio­ne, pe­rò, ha im­me­dia­ta­men­te di­vi­so i ro­ve­re­da­ni che vi han­no par­te­ci­pa­to in due fa­zio­ni: da un la­to, in­fat­ti, c'è chi pun­ta il di­to con­tro ra­gaz­zi e ge­ni­to­ri, dall'al­tro c'è in­ve­ce chi pun­ta a tu­te­la­re il di­rit­to dei più pic­co­li di di­ver­tir­si e di se­der­si li­be­ra­men­te sui gra­do­ni.

CA­DU­TI Il mo­nu­men­to al cen­tro del­le po­le­mi­che

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.