Il mo­del­lo Cro pro­mos­so a pie­ni vo­ti

Qua­li­tà del ser­vi­zio ai mas­si­mi li­vel­li. Il dg: «Sti­mo­lo per mi­glio­ra­re an­co­ra» Per il 68,2% dei pa­zien­ti as­si­sten­za ot­ti­ma, buo­na per il 30

Il Gazzettino (Pordenone) - - Pordenone -

Il "mo­del­lo Cro" è sta­to pro­mos­so a pie­ni vo­ti. È quan­to emer­so al ter­mi­ne di un'in­da­gi­ne com­mis­sio­na­ta dal­la Re­gio­ne che ha mi­su­ra­to la qua­li­tà del ser­vi­zio ospe­da­lie­ro. L’isti­tu­to na­zio­na­le tu­mo­ri di Avia­no ha rac­col­to tan­tis­si­mi con­sen­si da par­te dell'uten­za.

Com­ples­si­va­men­te il Cro ha ot­te­nu­to una pro­mo­zio­ne pie­na dai pa­zien­ti in­ter­vi­sta­ti che han­no giu­di­ca­to co­me ot­ti­ma (68,2%) e buo­na (30%) l'as­si­sten­za ri­ce­vu­ta. Per­cen­tua­li iden­ti­che per l'or­ga­niz­za­zio­ne del re­par­to e per le me­to­do­lo­gie di la­vo­ro in tan­dem tra per­so­na­le me­di­co e in­fer­mie­ri­sti­co. «Que­sto ri­sul­ta­to è po­si­ti­vo ma è an­che da sti­mo­lo al co­stan­te mi­glio­ra­men­to de­gli aspet­ti che con­trad­di­stin­guo­no il per­cor­so del pa­zien­te, dal ri­co­ve­ro al­le di­mis­sio­ni», com­men­ta il di­ret­to­re ge­ne­ra­le Mario Tu­ber­ti­ni.

Il mo­men­to for­se più critico, quel­lo dell'in­gres­so in strut­tu­ra, è trat­ta­to a ini­zio que­stio­na­rio: l'86% de­gli in­ter­vi­sta­ti di­ce di aver ri­ce­vu­to spie­ga­zio­ni del tut­to esau­sti­ve su co­me si sa­reb­be svol­to il per­cor­so di cu­ra per­so­na­le. Il 12,7% di­chia­ra di aver­le ri­ce­vu­te in par­te, men­tre me­no dell'1% si è det­to in­sod­di­sfat­to. Buo­ne no­ti­zie sul fron­te del flus­so del­le in­for­ma­zio­ni ri­ce­vu­te du­ran­te il ri­co­ve­ro: il 90,9% dei pa­zien­ti si è det­to com­ple­ta­men­te sod­di­sfat­to, il 9,1% in par­te.

Di ot­ti­mo li­vel­lo i ri­scon­tri nel per­cor­so di cu­ra: il 92% af­fer­ma di non aver mai do­vu­to ri­pe­te­re a me­di­ci o in­fer­mie­ri in­for­ma­zio­ni sul pro­prio sta­to di sa­lu­te, per­cen­tua­le che sfio­ra il 100% (98,9%) di sod­di­sfa­zio­ne al­la do­man­da «ha avu­to la sen­sa­zio­ne che tut­ti i me­di­ci co­no­sces­se­ro il suo ca­so?». Per­cen­tua­li vi­ci­ne o del 100%, in­fi­ne, per tem­pi­sti­che di ri­spo­sta del per­so­na­le in­fer­mie­ri­sti­co e il re­la­ti­vo ri­spet­to del­le nor­me di igie­ne nel pas­sag­gio di trat­ta­men­to da un pa­zien­te all'al­tro.

Il 98,2% de­gli in­ter­vi­sta­ti ha det­to di non aver mai sen­ti­to par­la­re i me­di­ci «co­me se lei non fos­se pre­sen­te», per­cen­tua­le iden­ti­ca nel ca­so del per­so­na­le in­fer­mie­ri­sti­co. L'80% ha det­to di aver ri­ce­vu­to as­si­sten­za dai me­di­ci nell'af­fron­ta­re an­sie e pau­re ri­guar­dan­ti il pro­prio sta­to di sa­lu­te. Il 95% dei pa­zien­ti ri­tie­ne inol­tre che il per­so­na­le sa­ni­ta­rio ab­bia fat­to quan­to pos­si­bi­le per con­trol­la­re il pro­prio do­lo­re.

Il 90,4% dei pa­zien­ti ha det­to di aver ri­ce­vu­to in­for­ma­zio­ni esau­sti­ve su co­sa te­ne­re sot­to con­trol­lo una vol­ta tor­na­to a ca­sa, va­lo­re che rag­giun­ge il 95% per la ti­po­lo­gia e po­so­lo­gia di far­ma­ci da as­su­me­re pres­so l'abi­ta­zio­ne (il 4% ha det­to di ave­re ri­ce­vu­to in­for­ma­zio­ni in par­te esau­sti­ve). Il 96,4% ha in­fi­ne det­to di aver con­sta­ta­to pie­na chia­rez­za del­le in­for­ma­zio­ni nel­la let­te­ra di di­mis­sio­ni. L'84,5% so­stie­ne che il pro­prio me­di­co di fa­mi­glia ab­bia ri­ce­vu­to la let­te­ra di di­mis­sio­ni.

Il 94,5% dei pa­zien­ti non ha sen­ti­to il bi­so­gno di ri­vol­ger­si ad al­tra strut­tu­ra.

La co­mu­ni­ca­zio­ne dall’in­gres­so

al­la fi­ne del per­cor­so di cu­ra

RE­SPON­SA­BI­LE Mario Tu­ber­ti­ni

di­ret­to­re ge­ne­ra­le del Cro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.