Quat­tro esu­be­ri si gio­ca­no il po­sto

An­che Heur­taux, Ar­me­ro e Ko­ne al­la fi­ne so­no ri­ma­sti

Il Gazzettino (Pordenone) - - San Vito - Mar­co Agru­sti

UDI­NE - Ora do­vran­no rein­ven­tar­si, co­stret­ti co­me so­no a ri­con­qui­star­si un po­sto or­mai oc­cu­pa­to da al­tri. So­no al­me­no quat­tro i gio­ca­to­ri che l'ul­ti­ma gior­na­ta di mer­ca­to ha la­scia­to in ro­sa all'udi­ne­se, ma che al mo­men­to non fi­gu­ra­no nel­la li­sta A di Bep­pe Ia­chi­ni, quel­la dei ti­to­la­ri o de­gli uo­mi­ni in­di­spen­sa­bi­li al pro­get­to. Per al­me­no tre di lo­ro ades­so si fa du­ra. Si par­la di Tho­mas Heur­taux, Fran­ce­sco Lo­di, Pa­blo Ar­me­ro e Pa­na­gio­tis Ko­ne. Quat­tro no­mi pe­san­ti che fi­no all'ul­ti­mo gior­no era­no su piaz­za. Ce ne so­no an­che al­tri (Ry­der Ma­tos ad esem­pio), ma il pas­sa­to del po­ker di cui so­pra è più pe­san­te. Al mo­men­to il ri­lan­cio sem­bra vi­ci­no so­lo per Pa­na­gio­tis Ko­ne. Chie­sto dal Pa­na­thi­nai­kos di An­drea Stra­mac­cio­ni, il gre­co non gio­ca con con­ti­nui­tà a Udi­ne da un an­no e mez­zo. Ma Ia­chi­ni ha chie­sto espres­sa­men­te al­la so­cie­tà di trat­te­ner­lo: può tor­na­re uti­le da mezz'ala (Em­ma­nuel Ba­du e Se­ko Fo­fa­na non pos­so­no gio­ca­re sem­pre) e all'oc­cor­ren­za an­che da tre­quar­ti­sta nel 4-3-2-1. In Friu­li non ha mai con­vin­to del tut­to, ora da lui il tec­ni­co si aspet­ta im­pe­gno e vo­glia. Ca­pi­to­lo Heur­taux. Mer­co­le­dì era vi­ci­no al­la Samp­do­ria, ora è pron­to a vi­ve­re al­me­no al­tri quat­tro me­si a Udi­ne. Con il rien­tro di Fe­li­pe Dal Bel­lo, l'ar­ri­vo di Ga­brie­le An­gel­la e il pros­si­mo re­cu­pe­ro di Mol­la Wa­gue (ol­tre al­la pre­sen­za del ca­pi­ta­no Da­ni­lo La­ran­gei­ra), og­gi il francese par­te in se­con­da fi­la. Cri­ti­ca­to (e in­for­tu­na­to) do­po Ro­mau­di­ne­se, do­vrà tor­na­re ai li­vel­li di due an­ni fa per tro­va­re spa­zio. Chi sem­bra in net­ta dif­fi­col­tà è Fran­ce­sco Lo­di. L'udi­ne­se ha cer­ca­to un re­gi­sta da giu­gno e al­la fi­ne l'ha tro­va­to: Sven Kums. Ma an­che pri­ma dell'ar­ri­vo del bel­ga Ia­chi­ni ave­va scel­to Se­ko Fo­fa­na, re­le­gan­do Lo­di in pan­chi­na. L'ex Par­ma og­gi par­te in ter­za po­si­zio­ne, in un ruo­lo che pre­ve­de un so­lo in­ter­pre­te. È il can­di­da­to più cre­di­bi­le al­la ces­sio­ne nel mer­ca­to in­ver­na­le. In­fi­ne c'è Pa­blo Ar­me­ro: da sem­pre il co­lom­bia­no gio­ca a si­ni­stra, ma in una di­fe­sa a quat­tro fa­ti­ca e non po­co. È chiu­so da Sa­mir e Ali Ad­nan. Do­vrà im­pa­ra­re un ruo­lo che non è il suo: ci vor­ran­no pro­fes­sio­na­li­tà e su­do­re. Se ce la do­ves­se fa­re sa­reb­be lui il per­so­nag­gio dell'an­na­ta.

FA­VO­RI­TO Pa­na­gio­tis Ko­ne è ri­ma­sto su ri­chie­sta del­lo stes­so Bep­pe Ia­chi­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.