«Ber­ga­min vuo­le far­si pub­bli­ci­tà ma noi non sia­mo bu­rat­ti­ni»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Attualità -

ri­ba­di­to la sua con­tra­rie­tà al­le noz­ze gay: «E se un gior­no uno si pre­sen­ta qui col un ca­val­lo per­chè lo vuo­le spo­sa­re?». Una fra­se che sca­te­nò poi un pu­ti­fe­rio di po­le­mi­che per aver as­so­cia­to gli omo­ses­sua­li agli ani­ma­li.

«In quel vi­deo - spie­ga Sgar­bi - ave­vo det­to che se non vo­le­va far­lo lui l'avrei fat­to io a Ur­bi­no. Se i ra­gaz­zi non si vo­glio­no spo­sta­re, ven­go a Ro­vi­go, sal­vo im­pe­gni già pre­si. Lo fac­cio per­chè il sin­da­co de­ve ave­re la li­ber­tà di non ce­le­bra­re le unio­ni ci­vi­li».

Gli spo­si, dal can­to lo­ro, non han­no pre­so per nul­la be­ne que­sta ini­zia­ti­va del pri­mo cit­ta­di­no. A Si­mo­ne Bo­vo­len­ta e Lu­ca Vet­to­rel­lo sem­bra so­lo un mo­do per met­te­re lo­ro i ba­sto­ni tra le ruo­te, nel­la sua bat­ta­glia con­tro le unio­ni ci­vi­li. «Ab­bia­mo già fir­ma­to tut­te le car­te e pre­sen­ta­to la de­le­ga per la Ro­meo. Non ca­pi­sco per­chè far­ci una co­sa del ge­ne­re. Ci sen­tia­mo pre­si in gi­ro. I cit­ta­di­ni non so­no bu­rat­ti­ni con cui Ber­ga­min si può per­met­te­re di gio­ca­re. È ora di fi­nir­la, ci la­sci spo­sa­re in pa­ce e se ne fac­cia una ra­gio­ne: l'unio­ne ci­vi­le è leg­ge e lui è ob­bli­ga­to a ri­spet­tar­la» di­chia­ra il pri­mo. Bo­vo­len­ta è ai li­mi­ti del­la sop­por­ta­zio­ne: «Non ca­pi­sco il mo­ti­vo di que­sta sua usci­ta ina­spet­ta­ta. Ci tro­via­mo a es­se­re ti­ra­ti in mez­zo in una bat­ta­glia tut­ta sua. Noi vo­glia­mo so­lo spo­sar­ci. La sua è so­lo vo­glia di ap­pa­ri­re sui gior­na­li, fa­re gos­sip e rom­pe­re le sca­to­le a noi».

SIN­DA­CO Mas­si­mo(c) Ber­ga­min: «Se un gior­no uno si pre­sen­ta

qui con un ca­val­lo lo de­vo

spo­sa­re?»

LA COP­PIA Lu­ca e Si­mo­ne non vo­glio­no che Sgar­bi ce­le­bri le lo­ro noz­ze

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.