Iva non ver­sa­ta, in­da­ga­to Sca­glia

L’omes­so ver­sa­men­to di cir­ca 600 mi­la eu­ro ri­guar­da l’au­to­dro­mo di Adria L’ex pre­si­den­te del­la Fie­ra è il le­ga­le rap­pre­sen­tan­te dell’im­pian­to

Il Gazzettino (Pordenone) - - Pordenone -

RO­VI­GO - Am­mon­ta a 600mi­la eu­ro l'omes­so ver­sa­men­to Iva che vie­ne con­te­sta­to al­la so­cie­tà che ge­sti­sce l'au­to­dro­mo di Adria, la F&M srl, che ha fat­to scat­ta­re da par­te del­la Guar­dia di Fi­nan­za, un se­que­stro pre­ven­ti­vo per equi­va­len­te di 171mi­la eu­ro nei con­fron­ti del pre­si­den­te e le­ga­le rap­pre­sen­tan­te, Lui­gi Sca­glia, por­de­no­ne­se, che dal 1996 al 2003 è sta­to pre­si­den­te dell'en­te Fie­ra di via­le Tre­vi­so e per mol­ti an­ni rap­pre­sen­tan­te del­la Le­ga. Pro­prio in vir­tù del­la sua po­si­zio­ne è fi­ni­to nel re­gi­stro de­gli in­da­ga­ti. Le Fiam­me gial­le han­no con­fi­sca­to due au­to, una Peu­geot 406 e una Mer­ce­des clas­se E, per un va­lo­re di 8.400 eu­ro, la quo­ta par­te di due abi­ta­zio­ni di pro­prie­tà al 50% dell'in­da­ga­to, per un va­lo­re di 100mi­la eu­ro, e di due ter­re­ni, uno pos­se­du­to al 50% ed uno al 33, per un va­lo­re di 1.181 eu­ro, quo­te so­cie­ta­rie per 9.500 eu­ro, pa­ri al 95% di una srl, e ti­to­li per 52.710 eu­ro. Non so­lo, ma nell'an­nun­cia­re l'ese­cu­zio­ne del de­cre­to di se­que­stro emes­so dal gip del Tri­bu­na­le di Ro­vi­go Ales­san­dra Mar­ti­nel­li, il Co­man­do pro­vin­cia­le del­la Guar­dia di Fi­nan­za di Ro­vi­go, gui­da­to dal co­lon­nel­lo Ni­co­la Si­bi­lia, sot­to­li­nea con una no­ta uf­fi­cia­le co­me, nel cor­so di un so­pral­luo­go all'im­pian­to, che sor­ge a Smer­gon­ci­no, lo­ca­li­tà del­la fra­zio­ne adrie­se di Ca­va­nel­la Po, ese­gui­to lo scor­so giu­gno in col­la­bo­ra­zio­ne con la po­li­zia lo­ca­le ed i vi­gi­li del fuo­co, sia­no sta­te rav­vi­sa­te nell'au­to­dro­mo una se­rie di vio­la­zio­ni in ma­te­ria di si­cu­rez­za, co­me la non cor­ret­ta col­lo­ca­zio­ne de­gli estin­to­ri, il cer­ti­fi­ca­to di pre­ven­zio­ne in­cen­di del di­stri­bu­to­re fis­so sca­du­to e le usci­te di si­cu­rez­za in quel mo­men­to ostrui­te, ol­tre che lo svol­gi­men­to di ma­ni­fe­sta­zio­ni pub­bli­che non au­to­riz­za­te all'in­ter­no del nuo­vo kar­to­dro­mo, at­ti­vo dal no­vem­bre 2014. Que­st'ul­ti­ma ir­re­go­la­ri­tà ha fat­to sì che a Sca­glia, in­sie­me all'al­tro re­spon­sa­bi­le del­la strut­tu­ra, il di­ret­to­re Ma­rio Al­toè, ve­nis­se con­te­sta­ta an­che l'ipo­te­si di rea­to di aper­tu­ra abu­si­va di luo­ghi di pub­bli­co spet­ta­co­lo o trat­te­ni­men­to dal mo­men­to che, co­me spie­ga­no le Fiam­me Gial­le, du­ran­te il con­trol­lo è emer­so che l'even­to in cor­so, con gli spet­ta­to­ri che lo se­gui­va­no dal­le tri­bu­ne, si sa­reb­be te­nu­to sen­za aver os­ser­va­to le pre­scri­zio­ni dell'au­to­ri­tà. Do­po che nel cor­so del­la mat­ti­na­ta di ie­ri so­no tra­pe­la­te le pri­me no­ti­zie, la so­cie­tà ha di­ra­ma­to una sec­ca no­ta, nel­la qua­le sot­to­li­nea che per quan­to ri­guar­da la po­si­zio­ne de­bi­to­ria di F&M «sta re­go­lar­men­te pa­gan­do da tempo quan­to do­vu­to, tant'è che non so­no sta­te ese­gui­te azio­ni con­tro la stes­sa», men­tre per quan­to ri­guar­da le al­tre con­te­sta­zio­ni «so­no sta­te im­par­ti­te pre­scri­zio­ni tut­te pun­tual­men­te già adem­piu­te".

IN­DA­GA­TO Lui­gi Sca­glia, già pre­si­den­te del­la Fie­ra di Por­de­no­ne è fi­ni­to nei guai per il suo in­ca­ri­co all’au­to­dro­mo di Adria

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.