Ro­go in chie­sa, la pi­sta del pi­ro­ma­ne

Sa­reb­be sfug­gi­to al­le te­le­ca­me­re utliz­zan­do un ac­ces­so la­te­ra­le co­no­sciu­to so­lo dai ma­nia­ghe­si

Il Gazzettino (Pordenone) - - Maniaghesespilimberghese - Lo­ren­zo Pa­do­van

Per il ro­go al­la chie­set­ta del­la Ma­don­na di piaz­za Ita­lia pren­de pie­de la pi­sta del pi­ro­ma­ne lo­ca­le. È la con­clu­sio­ne cui so­no giun­ti gli in­ve­sti­ga­to­ri dei Ca­ra­bi­nie­ri che da gio­ve­dì se­ra in­da­ga­no sul fat­to e che han­no im­me­dia­ta­men­te vi­sio­na­to l'im­pian­to di vi­deo­sor­ve­glian­za, la cui cen­tra­le ope­ra­ti­va si tro­va al­le spal­le del mu­ni­ci­pio. Un'ac­cu­ra­ta vi­sio­ne non avreb­be pe­rò for­ni­to ele­men­ti uti­li all'in­chie­sta: nel las­so di tempo ra­gio­ne­vo­le in cui qual­cu­no po­treb­be es­se­re en­tra­to per ap­pic­ca­re il fuo­co, non si no­ta­no ele­men­ti so­spet­ti. Il luo­go di cul­to era già sta­to pre­pa­ra­to per ospi­ta­re la pri­ma ce­ri­mo­nia del­la set­ti­ma­na, che por­ta al­le ce­le­bra­zio­ni del­la Ma­don­na, dell'8 set­tem­bre, e do­po l'usci­ta dei cap­pel­la­ni non sem­bra­no es­ser­ci al­tri fe­de­li o pre­sun­ti ta­li che si re­ca­no in chie­sa.

Re­sta, tut­ta­via, aper­ta una pi­sta - quel­la mag­gior­men­te ac­cre­di­ta­ta - che por­ta a un van­da­lo del luo­go: esi­ste, in­fat­ti, un in­gres­so la­te­ra­le, co­no­sciu­to sol­tan­to dai ma­nia­ghe­si. L’ac­ces­so è po­si­zio­na­to sul la­to di pa­laz­zo d'attimis e non è sor­ve­glia­to: le te­le­ca­me­re del­la piaz­za non so­no in gra­do di in­ter­cet­ta­re un even­tua­le in­gres­so da quel­la par­te. Per il pi­ro­ma­ne c’era dun­que una co­mo­da usci­ta lon­ta­na da oc­chi in­di­scre­ti per far­lo tor­na­re nel­la piaz­za gre­mi­ta, co­me ac­ca­de ogni gior­no, all'ora di ce­na. I Ca­ra­bi­nie­ri ten­te­ran­no co­mun­que og­gi un'ul­ti­ma stra­da: il con­trol­lo del­le im­ma­gi­ni del­le te­le­ca­me­re del­le due ban­che che si af­fac­cia­no sul­la chie­set­ta. Si trat­ta del Ban­co po­po­la­re e del­la Po­po­la­re di Vi­cen­za, a cui la Pro­cu­ra ha chie­sto i fil­ma­ti. Sta­ma­ni sa­ran­no con­se­gna­ti e vi­sio­na­ti, ma è dif­fi­ci­le che ab­bia­mo im­mor­ta­la­to qual­co­sa che pos­sa es­se­re sfug­gi­to al­la vi­deo­sor­ve­glian­za pub­bli­ca.

Se la pi­sta do­lo­sa è la più se­gui­ta - ne è con­vin­to mon­si­gnor Pao­lo Zo­vat­to, par­ro­co di Ma­nia­go - non si scar­ta­no an­che al­tre op­zio­ni, co­me un'azio­ne col­po­sa: qual­cu­no po­treb­be aver inav­ver­ti­ta­men­te ap­pog­gia­to una can­de­la sul con­fes­sio­na­le in le­gno. Esclu­so, in­ve­ce, il blac­kout: quan­do so­no giun­ti i Vi­gi­li del fuo­co la lu­ce era an­co­ra ac­ce­sa. I dan­ni so­no in­gen­ti.

IN­CEN­DIO L’im­ma­co­la­ta (Fo­to Lan­cia)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.