LI­BE­RA SA­TI­RA MA SU TUT­TO E TUT­TI

Il Gazzettino (Pordenone) - - Lettere & Opinioni -

Com'è che nes­su­no è Char­lie? Han­no for­se esa­ge­ra­to? Non si scher­za sui mor­ti? Se non si può scher­za­re sui mor­ti, non si può scher­za­re nep­pu­re sul­la ma­fia ma al­lo­ra nean­che sul Pa­pa ed an­co­ra me­no sul­le al­tre religioni, Islam in pri­mis. Cer­ta­men­te sia­mo tut­ti so­li­da­li quan­do tocca agli al­tri e non si di­scu­te se la "ri­spo­sta" è fat­ta di vio­len­za o, peg­gio, vie­ne pa­ga­ta in vi­te uma­ne. Cer­ta­men­te non c'è li­mi­te all'im­pu­den­za e Char­lie Heb­do spo­sta co­stan­te­men­te il li­mi­te del­la de­cen­za ol­tre ogni ti­po di buon sen­so. Co­me sem­pre, pe­rò, non oc­cor­re an­da­re ol­tre i no­stri con­fi­ni. Ba­sta ri­cor­da­re durante qual­sia­si go­ver­no Ber­lu­sco­ni che per­si­no la tra­smis­sio­ne Ze­lig fa­ce­va po­li­ti­ca e tut­ti i co­mi­ci a dar­gli ad­dos­so con un umo­ri­smo ri­pe­ti­ti­vo che nep­pu­re fa­ce­va più ri­de­re ma con­ti­nua­va in tut­te le sue de­cli­na­zio­ni. Cam­bia go­ver­no e non si ride più? A par­te Croz­za, l'uni­co ed ini­mi­ta­bi­le, nessun al­tro "co­mi­co" ci aiu­ta ad es­se­re cri­ti­ci ver­so que­sto go­ver­no? Quin­di sia­mo al­le so­li­te ma do­vrem­mo es­se­re tut­ti ab­ba­stan­za in­tel­li­gen­ti per ca­pi­re che la "bat­tu­ta" fi­ni­sce men­tre la po­le­mi­ca pro­se­gue a cor­ren­te al­ter­na­ta, di­pen­de cioè da chi col­pi­sce la bat­tu­ta in­cri­mi­na­ta. In al­tre pa­ro­le ed in no­me di una "par con­di­cio" mai vi­sta fi­no­ra, ac­cet­te­rò tut­ta la sa­ti­ra so­la­men­te quan­do po­tre­mo fi­nal­men­te ri­de­re nel ve­de­re, per esem­pio, una Sa­bri­na Guz­zan­ti che imi­ta la mi­ni­stra Bo­schi. Ove ac­ca­des­se, non ci sa­rà gran­ché da ri­de­re, co­me sem­pre ed an­che per Char­lie Heb­do. Fran­ce­sco Mon­ta­gner

Treviso

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.