Us Open, Ro­ber­ta Vin­ci so­gna: «Il mio sal­to di qua­li­tà è men­ta­le»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport -

NEW YORK - Lei evi­ta di dir­lo aper­ta­men­te, ma è fa­ci­le im­ma­gi­na­re co­me un bis del­la fi­na­le del 2015, ro­ve­scian­do­ne l'esi­to ne­ga­ti­vo di al­lo­ra, è il suo so­gno nel cas­set­to. Ro­ber­ta Vin­ci ha com­piu­to un al­tro pas­so ver­so quell'obiet­ti­vo, bat­ten­do la te­de­sca Ca­ri­na Wit­thoeft per 6-0, 5-7, 6-3 in 2 ore e 6 mi­nu­ti di gio­co. Pros­si­mo osta­co­lo, og­gi ne­gli ot­ta­vi de­gli Us Open in cor­so a New York, sa­rà l'ucrai­na Le­sia Tsu­ren­ko, che ha scon­fit­to la slo­vac­ca Do­mi­ni­ka Ci­bul­ko­va 3-6, 6-3, 6-4. Ma a pre­oc­cu­pa­re l'az­zur­ra è an­che un pro­ble­ma al ten­di­ne d'achil­le si­ni­stro. «Vor­rei en­tra­re in cam­po sen­za sen­ti­re do­lo­re - si au­gu­ra la 33en­ne ta­ran­ti­na Co­mun­que va me­glio, an­che se non so­no al mas­si­mo. Non ci de­vo pen­sa­re». Nei gior­ni scor­si l'az­zur­ra ave­va con­fes­sa­to di non riu­sci­re ad al­le­nar­si più di 40 mi­nu­ti. «So che qui gio­co sem­pre ot­ti­mi mat­ch - sot­to­li­nea ad ogni mo­do la nu­me­ro 8 Atp e 7 del see­ding - Pen­sa­re a que­sto mi aiu­ta mol­to a su­pe­ra­re i mo­men­ti dif­fi­ci­li. Cer­co di ri­tro­va­re le splen­di­de sen­sa­zio­ni pro­va­te un an­no fa (ar­ri­vò al­la sua pri­ma fi­na­le, do­ve ce­det­te all'ami­ca-ri­va­le Fla­via Pen­net­ta, ndr). Tut­te sap­pia­mo gio­ca­re a tennis, ma è la te­sta a far la dif­fe­ren­za. Pri­ma la scon­fit­ta per me era una tra­ge­dia, ora a 33 an­ni la pren­do con più fi­lo­so­fia, rie­sco ad ac­cet­tar­la. Il sal­to di qua­li­tà l'ho fat­to dal pun­to di vi­sta men­ta­le».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.