Il 4-3-2-1 è il mo­du­lo giu­sto

Il Gazzettino (Pordenone) - - Calcio - Gui­do Go­mi­ra­to

I se­gna­li spin­go­no Bep­pe Ia­chi­ni a pro­se­gui­re sul per­cor­so trac­cia­to in con­co­mi­tan­za con la ga­ra con l'empoli: il 4-3-2-1 sem­bra l'abi­to giu­sto per i bian­co­ne­ri per cor­re­re spe­di­ta­men­te e di­ver­tir­si. Na­tu­ral­men­te con­qui­stan­do un bot­ti­no di vit­to­rie più pin­gue ri­spet­to al re­cen­te pas­sa­to. Ma il 3-5-2, tan­to ca­ro a Fran­ce­sco Gui­do­lin, non sa­rà com­ple­ta­men­te ri­pu­dia­to: il tec­ni­co asco­la­no ha di­chia­ra­to che po­treb­be ri­pro­por­lo con­tro de­ter­mi­na­ti av­ver­sa­ri. For­se. In real­tà Ia­chi­ni si sta ren­den­do con­to che con la nuo­va «ve­ste» l'udi­ne­se è più equi­li­bra­ta e ha più so­lu­zio­ni per pun­ge­re. An­che per­ché, spe­cie là da­van­ti, ora la tec­ni­ca non è un op­tio­nal e sa­reb­be un in­sul­to non sfrut­tar­la ade­gua­ta­men­te. Ele­men­ti co­me De Paul, The­reau, ma an­che Pe­na­ran­da, Ewan­dro e Ma­tos me­ri­ta­no fi­du­cia, con­sen­ten­do all'udi­ne­se di po­ter at­tac­ca­re fron­tal­men­te e sfrut­ta­re le cor­sie, op­pu­re con pre­ci­si fra­seg­gi. E il mo­du­lo po­treb­be an­che tra­sfor­mar­si nel più «au­da­ce» 4-3-1-2. Ri­ma­ne Za­pa­ta, ma il co­lom­bia­no non va as­so­lu­ta­men­te mes­so in di­scus­sio­ne. Già sa­ba­to è par­so in pro­gres­so. Dia­mo­gli an­co­ra un pa­io di set­ti­ma­ne per met­ter­si al­la pa­ri de­gli al­tri, poi sia­mo con­vin­ti che con­fe­zio­ne­rà gol pe­san­ti e nu­me­ro­si.

KUMS - Il suo ar­ri­vo ha rap­pre­sen­ta­to la qua­dra­tu­ra del cer­chio. È il re­gi­sta che l'udi­ne­se da tem­po sta­va cer­can­do. Ha espe­rien­za, per­so­na­li­tà, cor­sa, in­tel­li­gen­za tat­ti­ca. È abi­le an­che nel cam­bio di mar­cia e il suo ti­ro, che ef­fet­tua con en­tram­bi i pie­di, può rap­pre­sen­ta­re un'ul­te­rio­re so­lu­zio­ne per tro­va­re il gol. A par­te il fat­to che con il bel­ga il cen­tro­cam­po ora ha una sua lo­gi­ca, nel sen­so che è più or­di­na­to e ognu­no agi­sce nel ruo­lo più con­ge­nia­le. Ve­di Fo­fa­na, che si­no­ra si era adat­ta­to ad agi­re da me­dia­no me­to­di­sta, ma con ri­sul­ta­ti mo­de­sti. E per l'al­tra mez­za­la ci so­no più al­ter­na­ti­ve: Ba­du, al mo­men­to il più in­di­ca­to a par­ti­re ti­to­la­re; Ko­ne; so­prat­tut­to Ba­lic, che po­treb­be es­se­re un al­tro as­so nel­la ma­ni­ca di Ia­chi­ni nel gi­ro­ne di ri­tor­no, an­che se può di­ven­ta­re uti­lis­si­mo da su­bi­to en­tran­do in cor­so d'ope­ra.

FRAN­CE­SE - Ci sia­mo sof­fer­ma­ti sull'im­por­tan­za che ri­ve­ste Kums, che si can­di­da ad es­se­re il lea­der dei bian­co­ne­ri. Ma non va scor­da­ta quel­la di The­reau, gio­ca­to­re tec­ni­ca­men­te va­li­dis­si­mo, in­tel­li­gen­te, che sa in­ter­pre­ta­re più sche­mi. Con De Paul (Ia­chi­ni de­ve la­vo­rar­ci so­pra per con­sen­ti­re all'ar­gen­ti­no di svel­ti­re la sua ma­no­vra, dan­do pal­la sem­pre di pri­ma e non do­po 2-3 toc­chi, con­sen­ten­do in tal mo­do all'av­ver­sa­rio di rin­cu­la­re) po­treb­be for­ma­re una cop­pia di tre­quar­ti­sti tra i mi­glio­ri del cam­pio­na­to. La «nuo­va» Udi­ne­se può fa­re a me­no de­gli ester­ni di ruo­lo per­ché il gio­co che vuo­le Ia­chi­ni pre­ve­de che tut­ti deb­ba­no fa­re tut­to. Con i due ter­zi­ni che an­che lo­ro, co­me fos­se­ro ester­ni, han­no la pos­si­bi­li­tà d’in­se­rir­si nel­la ma­no­vra of­fen­si­va e di con­clu­de­re.

LA DI­FE­SA - Non è an­co­ra re­gi­stra­ta a do­ve­re. Ap­pa­re len­ta e pa­stic­cio­na. An­che con­tro l'olim­pia Lu­bia­na l'udi­ne­se ha su­bi­to un gol as­so­lu­ta­men­te evi­ta­bi­le. Se con­tro il Mi­lan do­ves­se man­ca­re Sa­mir, al­le pre­se con un pro­ble­mi­no di na­tu­ra mu­sco­la­re, per Ia­chi­ni il pro­ble­ma non sa­reb­be di po­co con­to, con­si­de­ra­to che Wa­gue è in evi­den­te ri­tar­do co­me con­di­zio­ne ge­ne­ra­le e che Heur­taux è in in­fer­me­ria. La so­lu­zio­ne al­ter­na­ti­va po­treb­be es­se­re rap­pre­sen­ta­ta da An­gel­la, cen­tra­le as­sie­me a Da­ni­lo, con Fe­li­pe quar­to di­fen­so­re di si­ni­stra.

DI­FEN­SO­RE CHE AT­TAC­CA Fe­li­pe esul­ta: suo il pri­mo gol dell’udi­ne­se in A

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.