COR­DE­NONS Na­din: «Pa­ghia­mo lo scot­to ini­zia­le»

Brut­ta par­ten­za per i gra­na­ta. Bom­ber Zu­bin ser­ve su­bi­to. Il ds non si na­scon­de

Il Gazzettino (Pordenone) - - Calcio -

COR­DE­NONS - (ro.vi.) Sbat­tu­to il na­so, in­ciam­pan­do sul pri­mo gra­di­no? «Di­cia­mo pu­re co­sì», ri­spon­de Ren­zo Na­din. Il di­ret­to­re spor­ti­vo del Cor­de­nons, la fi­gu­ra con più espe­rien­za nel­lo staff del­la neo­pro­mos­sa, non ha re­mo­re nel va­lu­ta­re lo stop ini­zia­le pa­ti­to dal­la squa­dra di Mian. «C'è sta­ta un po’ di pau­ra ag­giun­ge - che ci ha trop­po fre­na­ti. Poi ab­bia­mo avu­to le op­por­tu­ni­tà per fa­re gol, sia all'ini­zio che do­po aver­li su­bi­ti da­gli av­ver­sa­ri. Di cer­to i ve­ne­ti han­no usu­frui­to dei no­stri er­ro­ri. In aper­tu­ra di se­con­do tem­po ab­bia­mo sba­glia­to oc­ca­sio­ni d'oro per ri­me­dia­re. Al­la fi­ne lo­ro han­no al­lar­ga­to il ri­sul­ta­to».

Che se­gnas­se Cor­ba­ne­se non è una sor­pre­sa, far­si in­fi­la­re an­che da due fuo­ri­quo­ta in suc­ces­sio­ne non è un gran me­ri­to. «Il Bel­lu­no - evi­den­zia Na­din - è la squa­dra più osti­ca da af­fron­ta­re al­la pri­ma par­ti­ta, per­ché già ro­da­ta. Gio­ca­no in­sie­me da an­ni e fra­seg­gia­no a me­mo­ria. Se poi ci si met­te al lo­ro rit­mo, suc­ce­de pu­re che rie­sca­no a fa­re to­rel­lo». Il rien­tro di Zu­bin, so­prat­tut­to, è at­te­so co­me il pa­ne. Sen­za di­men­ti­ca­re l'ap­por­to che po­trà da­re Pram­pa­ro. In­tan­to, pe­rò, so­no al­tri i se­gna­li ne­ga­ti­vi.

Tre gol pre­si dal­la Trie­sti­na in Cop­pa Ita­lia e al­tret­tan­ti dai bel­lu­ne­si all'esor­dio in cam­pio­na­to. In­di­ca­no qual­co­sa? «Due in­di­zi fan­no una pro­va - am­met­te il ds -. Non è so­lo una que­stio­ne di di­fe­sa. Pa­ghia­mo lo scot­to del­la ca­te­go­ria, in cui l'espe­rien­za al mo­men­to ren­de mol­to agli al­tri. Chia­ro che la sal­vez­za non la co­struia­mo a Bel­lu­no. Ri­met­tia­mo­ci a te­sta bas­sa e ri­par­tia­mo». S'in­ten­de che gli im­pu­ta­ti co­min­ce­reb­be­ro con il nu­me­ro 1 e non fi­ni­reb­be­ro con il nu­me­ro 2.

Nel pros­si­mo fi­ne set­ti­ma­na è già ora di ri­tro­va­re la Trie­sti­na: do­me­ni­ca al­le 15 al Bot­tec­chia. È ca­pi­ta­to pro­prio un bell'ini­zio di nuo­va sta­gio­ne? «Co­sì ci si ren­de tut­ti con­to che la D non è una pas­seg­gia­ta. Es­se­re più pru­den­ti al­me­no ini­zial­men­te po­treb­be ser­vi­re. Un ca­len­da­rio con Bel­lu­no, Trie­sti­na e Me­stre in av­vio, sul­la car­ta ci con­ce­de ze­ro pun­ti. Do­po - con­clu­de - co­min­ce­rà il no­stro cam­pio­na­to».

L’IBRA DI COR­DE­NONS L’at­tac­can­te croa­to Emil Zu­bin de­ve an­co­ra de­but­ta­re

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.