Alex e Be­be dal Ve­ne­to a Rio Scat­ta un’al­tra cor­sa all’oro

Za­nar­di e Vio, tra i fa­vo­ri­ti del­la vi­gi­lia, gui­da­no un cen­ti­na­io di az­zur­ri

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport -

Nell’in­di­vi­dua­le mi­ro al­la vit­to­ria e nel­la ga­ra a squa­dre pun­to al­me­no al bron­zo

brac­cia e gam­be. “Can­ni­ba­le”, “su­per­cam­pio­nes­sa”, mol­to ca­ri­ca per que­st'even­to che ha so­gna­to da sem­pre, tan­to da di­re, no­no­stan­te qual­che pro­ble­ma al­la spal­la si­ni­stra – quel­la che ac­com­pa­gna il brac­cio ar­ma­to - che l'af­flig­ge da tem­po, che vuo­le due po­di: «Per quel­lo che ri­guar­da l'in­di­vi­dua­le mi­ro al­la vit­to­ria, per la ga­ra a squa­dre, su cui pun­to tan­tis­si­mo, con­to di con­qui­sta­re al­me­no il bron­zo».

Ma se lei è di­ven­ta­ta un sim­bo­lo per lo sport ita­lia­no non è so­lo per­ché ha vin­to tan­to, ma so­prat­tut­to per­ché tut­to ciò che fa per sé e per gli al­tri, lo fa sem­pre con il sor­ri­so sul­le lab­bra. «Per­ché – di­ce – la vi­ta è una fi­ga­ta».

Da se­gui­re, fra gli al­tri, in par­ti­co­la­re nell'atle­ti­ca Giu­sy Ver­sa­ce, pas­sa­ta dal cam­po del­la mo­da al­la te­le­vi­sio­ne, nel­le ga­re di ve­lo­ci­tà pro­lun­ga­ta, la spe­cia­li­sta del get­to del pe­so, As­sun­ta Le­gnan­te che, pri­ma di di­ven­ta­re ipo­ve­den­te e oro a Lon­dra 2012, fu ca­pi­ta­no dell'ita­lia ai mon­dia­li di Osa­ka 2007, da nor­mo­do­ta­ta, e la por­ta­ban­die­ra Mar­ti­na Cai­ro­ni, già oro nei 100 a Lon­dra 2012.

FE­NO­ME­NO Il cin­quan­ten­ne Alex Za­nar­di,

dal­le au­to al­la hand­bi­ke

in se­gui­to a un ter­ri­bi­le in­ci­den­te,

gui­da la pat­tu­glia az­zur­ra e, 4 an­ni do­po

Lon­dra (nel­la fo­to), pun­ta an­co­ra al­la me­da­glia

d’oro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.