Ten­ni­sta­vo­lo Ora Gia­da Ros­si pun­ta al bron­zo

Il Gazzettino (Pordenone) - - Podismo -

POR­DE­NO­NE - (ge.pi.) La pos­si­bi­li­tà di vin­ce­re il bron­zo al­le Pa­ra­lim­pia­di di Rio de Ja­nei­ro a 22 an­ni e, so­prat­tut­to, al­la pri­ma espe­rien­za ai Gio­chi, è un tra­guar­do con­cre­to per Gia­da Ros­si di Zop­po­la. La cam­pio­nes­sa por­de­no­ne­se di ten­ni­sta­vo­lo a Rio è an­da­ta ben ol­tre le aspet­ta­ti­ve. Cer­to nel­la pe­nul­ti­ma par­ti­ta del tor­neo - la se­mi­fi­na­le - ha in­con­tra­to la nu­me­ro 1 al mon­do, la co­rea­na Seo Su-yeon, in un match im­pos­si­bi­le. L'az­zur­ra, che è sta­ta scon­fit­ta (0-3), co­me era nel pro­no­sti­co, vi­sto che l'asia­ti­ca è il pro­to­ti­po del­la clas­se e del­la so­li­di­tà. Ep­pu­re Gia­da ci ha pro­va­to e non ha sfi­gu­ra­to. Il pri­mo set è sta­to ter­ri­bi­le (3-11). Nel se­con­do la bion­da dei Ran­gers è sta­ta mol­to com­bat­ti­va, tra­sci­nan­do l'av­ver­sa­ria fi­no al 10-9 e al­la pos­si­bi­li­tà di chiu­de­re con la vit­to­ria. So­lo la mag­gio­re espe­rien­za del­la co­rea­na le ha per­mes­so il re­cu­pe­ro e il se­con­do pun­to. An­che nel ter­zo set la friu­la­na è ar­ri­va­ta all'8-8, per ce­de­re, poi 8-11. Nel­la not­te ita­lia­na, quin­di, Gia­da ha gio­ca­to per il bron­zo con­tro la thai­lan­de­se Chil­chit­pa­ryak Boot­wan­si­ri­na, che ave­va già bat­tu­to (3-1) nel gi­ro­ne di qua­li­fi­ca­zio­ne, di­mo­stran­do una gran­de ma­tu­ri­tà ago­ni­sti­ca, do­po aver avu­to ra­gio­ne dell'israe­lia­na Cha­git Yo­na Brill (3-0). Del­la por­ta­co­lo­ri dei Ran­gers San Roc­co di Udi­ne il suc­ces­so più bel­lo e più dif­fi­ci­le, se non ad­di­rit­tu­ra cla­mo­ro­so, è sta­to quel­lo dei quar­ti con la po­lac­ca Do­ro­ta Bu­claw, pie­ga­ta per 3-2. Un ver­det­to che, do­po una sfi­da a fa­si al­ter­ne, ha aper­to a Ros­si la por­ta del­la se­mi­fi­na­le.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.