Scuo­la, pau­ra del bul­li­smo in re­te "Se­que­stra­ti" i cel­lu­la­ri al­le me­die

La de­ci­sio­ne do­po il ca­so del­la do­di­cen­ne che ha ten­ta­to il suicidio pre­sa di mi­ra dai bul­li

Il Gazzettino (Pordenone) - - Da Prima Pagina - Sa­ra Car­ne­los

Il bul­li­smo ha la­scia­to il se­gno tan­to che l'an­no sco­la­sti­co è ini­zia­to con il ri­ti­ro dei cel­lu­la­ri già nel­le scuo­le me­die per con­se­gnar­li a fi­ne le­zio­ne. Una pra­ti­ca quel­la del "se­que­stro pre­ven­ti­vo" del cel­lu­la­re a ini­zio le­zio­ni che è sta­ta av­via­ta in più scuo­le di Por­de­no­ne. Si trat­ta, in­som­ma, di un se­gna­le for­te e non è da esclu­de­re che nei pros­si­mi gior­ni pos­sa­no ac­co­dar­si an­che al­tre scuo­le me­die del ter­ri­to­rio. In­som­ma vi­sto che il te­le­fo­ni­no la­scia trac­cia di even­tua­li ves­sa­zio­ni e com­por­ta­men­ti scor­ret­ti, me­glio eli­mi­na­re al­la fon­te il pro­ble­ma an­che a fron­te di quan­to ac­ca­du­to con il ca­so del­la do­di­cen­ne ves­sa­ta dal cy­ber­bul­li­smo che ha ten­ta­to il suicidio. La di­ri­gen­te Lu­cia Ci­bin dell'isti­tu­to com­pren­si­vo di Tor­re nel­la riu­nio­ne con i ge­ni­to­ri del­le clas­si pri­me del­le me­die Lo­zer e du­ran­te la gior­na­ta dell'ac­co­glien­za, ha avu­to mo­do di spie­ga­re a tut­ti i pre­sen­ti l'im­por­tan­za del ri­spet­to del­le re­go­le, ri­fe­ren­do­si in par­ti­co­la­re pro­prio al ten­ta­to suicidio del­la ra­gaz­zi­na av­ve­nu­to lo scor­so gen­na­io. Ha ri­cor­da­to la pe­ri­co­lo­si­tà dei te­le­fo­ni­ni se uti­liz­za­ti sen­za al­cun spi­ri­to cri­ti­co e li ha ban­di­ti dal­le le­zio­ni a me­no che le in­se­gnan­ti lo ri­chie­des­se­ro per sco­pi esclu­si­va­men­te di­dat­ti­ci. Il pro­ble­ma se lo è po­sto an­che la pre­si­de Te­re­sa Tas­san Viol del «Leo­par­di Ma­jo­ra­na» ap­pe­na ri­tor­na­ta al­la sua scuo­la, l'isti­tu­to com­pren­si­vo Por­de­no­ne cen­tro. «Ho no­ta­to un cli­ma po­si­ti­vo du­ran­te la riu­nio­ne del­le ma­tri­co­le, fa­rò un gi­ro in tut­te le clas­si del­le scuo­le me­die spie­gan­do co­sa com­por­ta l'uso scor­ret­to dei mez­zi tec­no­lo­gi­ci. Per ora ho det­to di te­ne­re spen­ti i te­le­fo­ni­ni, nei pros­si­mi gior­ni ap­pro­fon­di­re­mo la que­stio­ne». Per quan­to ri­guar­da il bul­li­smo la di­ri­gen­te del­la più gran­de scuo­la del­la pro­vin­cia con i suoi 1625 al­lie­vi di­stri­bui­ti in 70 clas­si ha ri­te­nu­to di spie­ga­re che «il ca­so del­la do­di­cen­ne è sta­to og­get­to di at­ten­zio­ni esa­ge­ra­te, nel­le si­tua­zio­ni di bul­li­smo ci sa­reb­be bi­so­gno di mag­gio­re ri­ser­va­tez­za». Mol­te le fa­mi­glie a ri­por­re fi­du­cia nel­la Tas­san Viol che pren­de le re­di­ni di una scuo­la pre­sa di mi­ra dai me­dia. L'av­vio dell'an­no è sta­to se­gna­to ol­tre che dal fat­to­re bul­li­smo, dall'as­sen­za dei prof. I di­ri­gen­ti si so­no vi­sti re­ca­pi­ta­re cer­ti­fi­ca­ti di ma­lat­tia e ri­chie­ste di con­ge­do pa­ren­ta­le. Men­tre in pa­ral­le­lo con­ti­nua­no le no­mi­ne, vuoi da con­cor­so, vuoi da Gae. In que­sto ma­ra­sma in re­gio­ne qua­si tut­ti i con­cor­si so­no ter­mi­na­ti. La di­ri­gen­te Lau­ra Bo­rin tie­ne a pre­ci­sa­re «il la­vo­ro ec­cel­len­te dell'uf­fi­cio re­gio­na­le e del di­ret­to­re Bia­siol che ha se­gui­to ogni fa­se del con­cor­so». «Ep­pu­re - as­si­cu­ra la di­ri­gen­te, Tas­san Viol - le scuo­le pos­so­no ini­zia­re, ma­ga­ri con qual­che sof­fe­ren­za sul so­ste­gno». L'ef­fi­cien­za del no­stro ter­ri­to­rio poi è no­ta, dal­la pros­si­ma set­ti­ma­na, in mol­te le scuo­le i ca­len­da­ri com­ple­ti an­dran­no a re­gi­me, ci vor­rà di più af­fin­ché tut­ti i do­cen­ti sia­no re­go­lar­men­te in cat­te­dra. «La si­tua­zio­ne è in­gar­bu­glia­ta, ne­bu­lo­sa - ha di­chia­ra­to Adria­no Zon­ta, se­gre­ta­rio re­gio­na­le del­la Flc-cgil si ini­zia nel caos più to­ta­le, ep­pu­re c'è da rin­gra­zia­re l'usr, l'am­bi­to ter­ri­to­ria­le poi­ché si so­no tut­ti fat­ti in quat­tro per man­da­re a scuo­la i do­cen­ti, con il pe­ri­co­lo di fa­re er­ro­ri ir­ri­me­dia­bi­li. Han­no la­vo­ra­to gior­no do­po gior­no, fi­no a tar­da not­te, ma la buo­na vo­lon­tà non ri­sol­ve i dan­ni del­la 107 e per la Flc-cgil il mi­ni­stro Ste­fa­nia Gian­ni­ni fa­reb­be be­ne a di­met­ter­si».

IL PRO­BLE­MA Man­ca­no i do­cen­ti

PRI­MO GIOR­NO DI SCUO­LA In di­ver­si isti­tu­ti di Por­de­no­ne gli in­se­gnan­ti han­no de­ci­so di far la­scia­re gli smart­pho­ne dei ra­gaz­zi sul­le cat­te­dre

SCUO­LA Pri­mo gior­no e già tan­te in­co­gni­te che apro­no l’an­no sco­la­sti­co

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.