Ju­ve gran­di fir­me, ri­par­te l’as­sal­to

Do­ma­ni con­tro il Si­vi­glia la for­ma­zio­ne mi­glio­re, con i ri­tor­ni di Bar­za­gli, Da­ni Al­ves ed Evra

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport -

TO­RI­NO - Ri­par­te l'as­sal­to del­la Ju­ven­tus al­la Cham­pions, que­st'an­no con una con­vin­zio­ne più for­te do­po la ro­boan­te cam­pa­gna ac­qui­sti e sul­lo slan­cio del­le tre vit­to­rie in cam­pio­na­to. Do­ma­ni il de­but­to con il Si­vi­glia e in ca­sa bian­co­ne­ra la con­cen­tra­zio­ne è mas­si­ma, so­no tut­ti pron­ti, tran­ne Mar­chi­sio e Cua­dra­do (e Li­ch­stei­ner, non in­se­ri­to nel­la li­sta Ue­fa). Per il mo­men­to non c'è an­co­ra, in­ve­ce, il tut­to esau­ri­to al­lo Sta­dium: fi­ni­te le scor­te del­le due cur­ve, re­sta an­co­ra qual­che mi­glia­io di bi­gliet­ti ne­gli al­tri set­to­ri.

For­se la sfi­da con gli spa­gno­li, che pu­re han­no vin­to le ul­ti­me tre edi­zio­ni di Eu­ro­pa Lea­gue, non at­ti­ra più di tan­to il pub­bli­co bian­co­ne­ro che met­te da par­te i ri­spar­mi per le gran­di sfi­de at­te­se per la pros­si­ma pri­ma­ve­ra; di si­cu­ro non è un se­gno di dif­fi­den­za per­ché tra i ti­fo­si ju­ven­ti­ni è una­ni­me la con­vin­zio­ne che con l'ar­ri­vo di Hi­guain e Pja­nic la Ju­ven­tus ab­bia or­mai col­ma­to il gap che la se­pa­ra­va dal­le big eu­ro­pee.

Do­ma­ni se­ra Al­le­gri do­vreb­be pre­sen­ta­re la for­ma­zio­ne ti­po, quel­la Ju­ven­tus so­gna­ta sul­la carta in esta­te e mai con­cre­tiz­za­ta­si in que­sta sta­gio­ne: qua­si cer­ti i ri­tor­ni di Bar­za­gli, Da­ni Al­ves ed Evra, men­tre in at­tac­co le in­di­ca­zio­ni por­ta­no ver­so una cop­pia for­ma­ta da Hi­guain e Dy­ba­la. Do­po gli elo­gi esti­vi, è ar­ri­va­to il mo­men­to di con­cre­tiz­za­re an­che se la stra­da che por­ta al­la fi­na­le di Car­diff è lun­ga. Tra gli ul­ti­mi ar­ri­vi di un mer­ca­to che ha por­ta­to in bian­co­ne­ro cam­pio­ni co­me Hi­guain, Pja­nic, Da­ni Al­ves e Be­na­tia, c'è Juan Cua­dra­do, ri­ma­sto fi­no all'ul­ti­mo con un gros­so pun­to in­ter­ro­ga­ti­vo sul suo pos­si­bi­le ri­tor­no al­la Ju­ven­tus: «Ho fat­to di tut­to per ri­tor­na­re e gra­zie a Dio so­no di nuo­vo qui - ha rac­con­ta­to ie­ri il co­lom­bia­no - tor­na­re al­lo Sta­dium, sen­ti­re il boa­to del­la gen­te e ri­ve­de­re la cur­va è sta­to emo­zio­nan­te».

Il Si­vi­glia, che og­gi ar­ri­ve­rà a To­ri­no, ha cam­bia­to pel­le: nuo­va la gui­da tec­ni­ca, con l'ar­ri­vo di Sam­pao­li al po­sto di Eme­ry. È sta­to il pri­mo pas­so di un re­sty­ling pro­fon­do, che ha por­ta­to al­la se­pa­ra­zio­ne dal neo in­te­ri­sta Ba­ne­ga e all'ar­ri­vo di Na­sri e dell'ex Pa­ler­mo Va­squez. «Il Si­vi­glia è una so­cie­tà en­tra­ta nel­la sto­ria - di­chia­rò do­po il sor­teg­gio Mas­si­mi­lia­no Al­le­gri - nes­su­na ha vin­to tre vol­te di se­gui­to una cop­pa»: di si­cu­ro non ha en­tu­sia­sma­to per il gio­co espres­so nel­le pri­me tre gior­na­te di Li­ga in cui è riu­sci­to a ra­ci­mo­la­re set­te pun­ti sof­fren­do mol­to, co­me nell'ul­ti­ma vit­to­ria ca­sa­lin­ga per 2-1 con il Las Pal­mas.

COP­PIA VIN­CEN­TE Hi­guain&pja­nic

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.