«Non è an­co­ra il tem­po dell’eu­ta­na­sia»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport -

RIO DE JA­NEI­RO - «Non è an­co­ra il mo­men­to per l'eu­ta­na­sia». L'atle­ta pa­ra­lim­pi­ca bel­ga Ma­rie­ke Vervoot ha com­men­ta­to co­sì la no­ti­zia ri­por­ta­ta dal­la stam­pa del suo Pae­se, se­con­do cui al ter­mi­ne del­le Pa­ra­lim­pia­di avreb­be po­sto fi­ne al­la sua vi­ta con il suicidio as­si­sti­to. La 37en­ne Vervoot, ar­gen­to nei 400 me­tri T52, lot­ta con­tro una ma­lat­tia spi­na­le de­ge­ne­ra­ti­va dall'età di 15 an­ni. Una ma­lat­tia che l'ha co­stret­ta su una se­dia a ro­tel­le, tra atro­ci do­lo­ri. Ma ai gior­na­li­sti la Vervoot ha ri­spo­sto par­lan­do di «un er­ro­re del­la stam­pa bel­ga» e che al mo­men­to è «to­tal­men­te fuo­ri que­stio­ne» un pro­po­si­to di que­sto ti­po. L'eu­ta­na­sia è le­ga­le in Bel­gio, ma ser­ve l'ap­pro­va­zio­ne scrit­ta di tre me­di­ci. Ver­voort ha spie­ga­to di ave­re sot­to­scrit­to nel 2008 tut­ti i do­cu­men­ti ne­ces­sa­ri per po­ter pro­ce­de­re all'eu­ta­na­sia, ma so­lo nel ca­so in cui la sof­fe­ren­za di­ven­tas­se in­sop­por­ta­bi­le: «Ma quel mo­men­to non è an­co­ra ar­ri­va­to. So­no più im­pe­gna­ta con il bud­di­smo e lo zen», ha pre­ci­sa­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.