Pn­leg­ge, re­go­le per di­ver­tir­si

Gui­da su co­me com­por­tar­si per "gu­sta­re" gli even­ti Pa­zien­za in co­da, sce­glie­re il pro­gram­ma, evi­ta­re la bu­li­mia di spet­ta­co­li

Il Gazzettino (Pordenone) - - Programmi Tv - La­ra Za­ni Le co­de. Gli «Ami­ci». Co­me ar­ri­va­re.

Mos­sa nu­me­ro uno: pro­cu­rar­si l'in­di­spen­sa­bi­le li­bret­to gial­lo. La cac­cia al va­de­me­cum per orien­tar­si nel­la set­ti­ma­na di Por­de­no­ne­leg­ge è già aper­ta. Ol­tre al­la ver­sio­ne car­ta­cea, è pos­si­bi­le tro­va­re quel­la on li­ne o in­stal­la­re di­ret­ta­men­te la app sul te­le­fo­ni­no, per es­se­re co­stan­te­men­te ag­gior­na­ti su­gli even­tua­li cam­bi di pro­gram­ma.

Co­min­cia co­sì la set­ti­ma­na in gial­lo de­gli ap­pas­sio­na­ti di li­bri, con ol­tre tre­cen­to even­ti fra i qua­li di­stri­car­si. Ma la «bu­li­mia let­te­ra­ria» - si è vi­sto do­po le pri­me edi­zio­ni - non paga: inu­ti­le gi­ro­va­ga­re per la cit­tà con il li­bric­ci­no in ma­no, con l'il­lu­sio­ne di po­ter sce­glie­re sul mo­men­to fra il dia­lo­go con il gran­de ro­man­zie­re e il di­bat­ti­to fi­lo­so­fi­co. Il ri­schio è di per­de­re l'uno e l'al­tro, fion­dan­do­si trop­po tar­di in sa­le già pie­ne. Me­glio piut­to­sto chia­rir­si le idee in an­ti­ci­po e pre­di­spor­re un pia­no di bat­ta­glia, met­ten­do in con­to tem­pi di at­te­sa più o me­no lun­ghi a se­con­da dell'au­to­re per in­con­tri la cui du­ra­ta me­dia è di un'ora e mez­za.

Per gli even­ti più quo­ta­ti, è con­si­glia­bi­le pre­sen­tar­si con pa­rec­chio an­ti­ci­po per riu­sci­re a con­qui­sta­re i ta­glian­di­ni di­stri­bui­ti in or­di­ne di ar­ri­vo fi­no a esau­ri­men­to. An­che ot­te­nu­to­lo, poi, è ne­ces­sa­rio ri­tor­na­re con al­me­no ven­ti mi­nu­ti di an­ti­ci­po sull'ini­zio dell'even­to per evi­ta­re di re­sta­re fuo­ri. Re­go­le an­co­ra di­ver­se per l'ac­ces­so al Tea­tro Ver­di: in que­sto ca­so i tal­lon­ci­ni in­di­ca­no an­che il po­sto as­se­gna­to e, co­me sem­pre, con l'ini­zio dell'even­to si chiu­de la pos­si­bi­li­tà di ac­ce­de­re. In tut­ti i ca­si (e so­prat­tut­to in quel­lo del­la se­ra­ta inau­gu­ra­le), oc­cor­re te­ne­re con­to del fat­to che un cer­to nu­me­ro di po­sti so­no ri­ser­va­ti ad au­to­ri­tà, spon­sor e «Ami­ci di Por­de­no­ne­leg­ge».

Per lo­ro (che pos­so­no ver­sa­re una som­ma di 20, 30 o 50 eu­ro) c'è an­che la pos­si­bi­li­tà di usu­frui­re di un cer­to nu­me­ro di co­di­ci per pre­no­ta­re in an­ti­ci­po la par­te­ci­pa­zio­ne a un even­to. L'ade­sio­ne è pos­si­bi­le fi­no all'ul­ti­mo gior­no del­la ma­ni­fe­sta­zio­ne.

L'om­brel­lo. Do­po due gior­na­te di bel tem­po, le pre­vi­sio­ni me­teo si fan­no pre­oc­cu­pan­ti a par­ti­re da ve­ner­dì. E po­co ma­le per quel­la gior­na­ta, con­si­de­ra­to che non vi so­no ap­pun­ta­men­ti all'aper­to. Se in­ve­ce do­ves­se pio­ve­re an­che sa­ba­to e do­me­ni­ca, scat­te­rà il "pia­no B", con il cam­bio del­le lo­ca­tion. In que­sto ca­so, in­sie­me al cie­lo, sa­rà op­por­tu­no te­ne­re d'oc­chio an­che gli even­tua­li cam­bi di pro­gram­ma.

Per gli au­to­mo­bi­li­sti, do­me­ni­ca i par­cheg­gi blu sa­ran­no gra­tui­ti. Ma è pre­ve­di­bi­le an­che che si fa­ti­chi a tro­va­re po­sto. In al­ter­na­ti­va, sa­ba­to e do­me­ni­ca dal­le 9 al­le 12 e dal­le 15 al­le 19 un ser­vi­zio di bus na­vet­ta gra­tui­to col­le­ghe­rà il cen­tro con i par­cheg­gi del­la Fie­ra e dell'ospe­da­le.

Emer­gen­ze. Il pun­to di pri­mo soc­cor­so si tro­va in piaz­za XX Set­tem­bre, ma al­tre squa­dre si muo­vo­no in gi­ro per la cit­tà. Per la ge­stio­ne del­le emer­gen­ze si può poi ri­cor­re­re ai vo­lon­ta­ri dell'as­so­cia­zio­ne in­ter­for­ze in di­vi­sa bor­deaux, men­tre per tut­te le in­for­ma­zio­ni so­no di­spo­ni­bi­li gli «an­ge­li» in gial­lo.

IN FI­LA Le co­de per as­si­ste­re agli

even­ti di Por­de­no­ne­leg­ge so­no una del­le ca­rat­te­ri­sti­che del Fe­sti­val e non so­no mai sta­te eli­mi­na­te sin dal­la pri­ma

edi­zio­ne Il se­gre­to è "ar­mar­si" di

pa­zien­za

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.