Na­sce la chat del­le mo­gli per po­ten­zia­re la si­cu­rez­za

Il Gazzettino (Pordenone) - - Porcia Roveredo San Quirino - Mar­co Agru­sti

RO­VE­RE­DO - A San Qui­ri­no, il con­trol­lo di vi­ci­na­to (in bre­ve: le ron­de) c'è già ed è sta­to isti­tu­zio­na­liz­za­to an­che dal­la pre­fet­tu­ra. A Ro­ve­re­do, in­ve­ce, de­but­ta il "fai da te" e per mo­ni­to­ra­re un quar­tie­re si usa una nor­ma­lis­si­ma chat di Wha­tsapp. Pro­ta­go­ni­ste dell'ini­zia­ti­va so­no una ven­ti­na di re­si­den­ti (tut­te don­ne) che po­po­la­no il co­sid­det­to "quar­tie­re ame­ri­ca­no", l'ag­glo­me­ra­to di ca­se che sor­ge at­tor­no a via Mar­tin Lu­ther King. Si trat­ta di una zo­na del pae­se che un tem­po ri­sul­ta­va abi­ta­ta so­lo da cit­ta­di­ni sta­tu­ni­ten­si che ope­ra­va­no nel­la ba­se di Avia­no, ma che og­gi ha aper­to le por­te a mol­te gio­va­ni cop­pie di ro­ve­re­da­ni. Il mec­ca­ni­smo è sem­pli­ce: del­la chat di grup­po fan­no par­te so­lo re­si­den­ti, nes­sun "estra­neo", e l'obiet­ti­vo è il co­stan­te con­trol­lo di ciò che ac­ca­de lun­go le stra­de e tra i par­chet­ti che cir­con­da­no il quar­tie­re. Quan­do uno dei mem­bri del­la chat ve­de qual­co­sa di so­spet­to, lo co­mu­ni­ca al grup­po e im­me­dia­ta­men­te si met­te in mo­to una mac­chi­na in­for­ma­le (non­ché non ri­co­no­sciu­ta dal­le au­to­ri­tà) che agi­sce co­me una ve­ra e pro­pria ron­da. A muo­ver­si sul cam­po, pe­rò, non so­no le don­ne che com­pon­go­no la chat, ben­sì i ma­ri­ti. Al­ler­ta­ti dal­le ve­det­te si­len­zio­se, in­fat­ti, i re­si­den­ti esco­no di ca­sa e pat­tu­glia­no il ter­ri­to­rio. Tra i com­por­ta­men­ti de­fi­ni­ti "so­spet­ti" fi­gu­ra­no co­me sem­pre pas­sag­gi a bas­sa ve­lo­ci­tà di au­to­mo­bi­li o di per­so­ne mai vi­ste pri­ma nel quar­tie­re e chi più ne ha più ne met­ta. Un esem­pio pra­ti­co? Il fat­to ac­ca­du­to do­me­ni­ca mat­ti­na. A dar­ne no­ti­zia è sta­to l'ex as­ses­so­re (og­gi con­si­glie­re in mi­no­ran­za) Ezio Ros­sit, che ha fo­to­gra­fa­to un ce­sti­no del­le im­mon­di­zie in fiam­me che si tro­va­va pro­prio in un par­chet­to del quar­tie­re. «Un re­si­den­te - ha co­mu­ni­ca­to - ha vi­sto due ra­gaz­zi­ni al­lon­ta­nar­si do­po aver fu­ma­to una si­ga­ret­ta e pro­ba­bil­men­te do­po aver­la get­ta­ta nel ce­sti­no in que­stio­ne. I gio­va­ni so­no sta­ti in­di­vi­dua­ti e ora chie­dia­mo che si fac­cia­no avan­ti per ri­pa­ra­re i dan­ni. In que­sto mo­do evi­te­reb­be­ro la de­nun­cia».

IN­CEN­DIO Ce­sti­no a fuo­co. In­di­vi­dua­ti i re­spon­sa­bi­li

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.