Kums, una me­di­ci­na per la di­fe­sa

Il cen­tro­cam­pi­sta è sta­to il più pre­ci­so del­la se­rie A

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sanvitese - Mar­co Agru­sti

UDI­NE - An­che sen­za stra­fa­re, Sven Kums è già di­ven­ta­to il cen­tro dell'ener­gia. Non so­lo gio­ca, ma gui­da in cam­po i com­pa­gni di squa­dra che si tro­va­no più a stret­to con­tat­to con lui. E ne fa­ci­li­ta i com­pi­ti co­me nes­su­no ha più fat­to dai tem­pi di Da­vid Piz­zar­ro. Inol­tre, con il 95% di pas­sag­gi por­ta­ti a ter­mi­ne con suc­ces­so, si è ri­ve­la­to di fat­to il cen­tro­cam­pi­sta più pre­ci­so dell'ul­ti­mo tur­no di se­rie A. I vo­ti in pa­gel­la (sta­bi­li at­tor­no al­la suf­fi­cien­za), non gli han­no re­so pie­na­men­te giustizia. La par­ti­ta del cen­tro­cam­pi­sta ar­ri­va­to a fi­ne mer­ca­to dal Gent (se­rie A bel­ga) non sa­rà sta­ta ap­pa­ri­scen­te, né par­ti­co­lar­men­te di­na­mi­ca (gli man­ca­no an­co­ra i no­van­ta mi­nu­ti nel­le gam­be), ma tre­men­da­men­te ef­fi­ca­ce. Gra­zie al­le geo­me­trie e al­la si­cu­rez­za che ha por­ta­to in mez­zo al cam­po, l'udi­ne­se ha po­tu­to be­ne­fi­cia­re di al­me­no due ef­fet­ti po­si­ti­vi im­me­dia­ti. Il pri­mo ha ri­guar­da­to Da­ni­lo La­ran­gei­ra e Fe­li­pe Dal Bel­lo: i cen­tra­li schie­ra­ti da Bep­pe Ia­chi­ni han­no gio­ca­to la lo­ro mi­glior par­ti­ta da mol­to tem­po a que­sta par­te. Chiu­su­re, usci­te con pal­la al pie­de dal­la di­fe­sa, mai una sba­va­tu­ra. E que­sto an­che gra­zie al­la tran­quil­li­tà che un ve­ro re­gi­sta - Kums - ha sa­pu­to do­na­re al re­par­to ar­re­tra­to: il vec­chio con­cet­to «pal­la in ban­ca» è di nuo­vo tor­na­to di mo­da. Ba­sta di­ri­ge­re il pri­mo pas­sag­gio ver­so di lui e la squa­dra re­spi­ra. Il se­con­do ef­fet­to po­si­ti­vo ri­guar­da Em­ma­nuel Ba­du, al­tro gran­de pro­ta­go­ni­sta dell'im­pre­sa di San Si­ro. Il gha­ne­se, da sem­pre tat­ti­ca­men­te estro­so, con Kums in cam­po è più li­be­ro di ac­ce­le­ra­re e sva­ria­re, per­ché sa che die­tro di sè ha un gio­ca­to­re pron­to a co­pri­re even­tua­li man­ca­ti rien­tri e mo­vi­men­ti anar­chi­ci. Ri­sul­ta­to, Kums met­te­va or­di­ne e Ba­du fa­ce­va ma­le al­la me­dia­na del Mi­lan. Del cen­tro­cam­pi­sta ha par­la­to an­che il pa­dre, Lu­do Kums: «Mio fi­glio - ha det­to al­la stam­pa bel­ga - ha por­ta­to pa­ce all'udi­ne­se. Ha al­le­na­to an­che i suoi nuo­vi com­pa­gni di squa­dra, è sta­to dav­ve­ro un buon de­but­to e so­no mol­to fe­li­ce. All'udi­ne­se Sven gio­ca più cen­tra­le, ed è un be­ne. È lì che è più for­te. I com­pa­gni si fi­di­no di lui e an­dran­no lon­ta­no».

95% Èla per­cen­tua­le di pas­sag­gi com­ple­ta­ti da Sven

Kums nel­la sfi­da con­tro il Mi­lan

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.