Di Ca­nio per­de il po­sto per il "dux" ta­tua­to

Il Gazzettino (Pordenone) - - Cultura&società -

RO­MA - Il "dux" ta­tua­to in bel­la vi­sta sul brac­cio de­stro co­sta il po­sto co­me com­men­ta­to­re di Sky Sport a Pao­lo Di Ca­nio. L'ex gio­ca­to­re del­la La­zio ha ri­sol­to il con­trat­to con l'emit­ten­te sa­tel­li­ta­re di Mur­do­ch do­po le po­le­mi­che se­gui­te al­la sua ap­pa­ri­zio­ne, a ma­ni­che cor­te, in un vi­deo po­sta­to sui so­cial.

A da­re la no­ti­zia è sta­to Jac­ques Ray­naud, vi­ce pre­si­den­te per l'area Sport e Pub­bli­ci­tà, che do­po es­ser­si scu­sa­to con chi si è sen­ti­to of­fe­so ha par­la­to di «ri­so­lu­zio­ne con­sen­sua­le del rap­por­to».

Di Ca­nio era sta­to scel­to per la sua «com­pe­ten­za e pro­fes­sio­na­li­tà» dal pun­to di vi­sta cal­ci­sti­co e per la sua co­no­scen­za del cal­cio in­gle­se.

Ma se il tat­too dell’ex bian­co­ce­le­ste ha sca­te­na­to il Web, la de­ci­sio­ne di Sky ha sca­te­na­to la po­le­mi­ca po­li­ti­ca. E la pri­ma bor­da­ta è dell’ex mi­ni­stro Igna­zio La Rus­sa.

«All'ipo­cri­sia tut­ta ita­lia­na non sfug­ge nean­che Sky. È pri­va di sen­so la ver­go­gno­sa so­spen­sio­ne di Pao­lo Di Ca­nio» ha di­chia­ra­to l’espo­nen­te di "Fra­tel­li d’ita­lia".

«Del­le due l'una - ag­giun­ge La Rus­sa: o Sky pre­ten­de­va ipo­cri­ta­men­te per con­trat­to l'ob­bli­go del­la ca­mi­cia a ma­ni­ca lun­ga op­pu­re la­men­ta che Di Ca­nio non si sia am­pu­ta­to il brac­cio pur di non ur­ta­re la "sen­si­bi­li­ta" an­ti­fa­sci­sta che cer­to non ri­guar­da la stra­gran­de mag­gio­ran­za de­gli spet­ta­to­ri di Sky».

FUO­RI Pao­lo Di

Ca­nio con il ta­tuag­gio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.