But­ta la po­sta nei ri­fiu­ti, de­nun­cia­to

È sta­to sco­per­to da una don­na. I ca­ra­bi­nie­ri di Udine han­no re­cu­pe­ra­to le mis­si­ve Un por­ta­let­te­re è fi­ni­to nei guai do­po es­se­re sta­to sor­pre­so a get­ta­re via la cor­ri­spon­den­za

Il Gazzettino (Pordenone) - - Friuli - Pao­la Trep­po

Un po­sti­no di 23 an­ni è sta­to de­nun­cia­to per­ché, in­ve­ce di con­se­gna­re la cor­ri­spon­den­za che gli era sta­ta af­fi­da­ta per i destinatari, ha pen­sa­to be­ne, e non si sa per qua­le mo­ti­vo, di but­tar­la nel bi­do­ne del­la spaz­za­tu­ra lun­go la stra­da. A quan­to si è po­tu­to ap­pren­de­re, si trat­ta di un gio­va­ne che non è ori­gi­na­rio del Friu­li Ve­ne­zia Giu­lia e che vi­ve a Co­droi­po. È un ad­det­to al­la di­stri­bu­zio­ne di Po­ste Ita­lia­ne. Nel­la gior­na­ta di mer­co­le­dì, in mat­ti­na­ta, a quan­to ri­co­strui­to, il po­sti­no è par­ti­to co­me sem­pre per il suo gi­ro ma poi si sa­reb­be fer­ma­to vi­ci­no a un cas­so­net­to ed avreb­be co­min­cia­to ad ar­meg­giar­ci in­tor­no. In quel mo­men­to pas­sa­va di lì una don­na che abi­ta in zo­na: è sta­ta lei, at­ti­ra­ta dall'in­so­li­to com­por­ta­men­to del ra­gaz­zo, a sof­fer­mar­si su quel­lo che sta­va fa­cen­do. Ed è sem­pre lei che lo avreb­be vi­sto but­ta­re nel bi­do­ne del­la spaz­za­tu­ra un pli­co con­te­nen­te del­la cor­ri­spon­den­za. La cit­ta­di­na è ri­ma­sta al­li­bi­ta e ha chia­ma­to su­bi­to i ca­ra­bi­nie­ri per­ché fa­ces­se­ro un ac­cer­ta­men­to.

For­se po­te­va trat­tar­si di un get­to di car­te inu­ti­li, da but­ta­re, in­ve­ce non era co­sì. Sul po­sto, do­po po­co, so­no giun­ti i mi­li­ta­ri del Nu­cleo ope­ra­ti­vo e ra­dio­mo­bi­le del­la Com­pa­gnia di Udine, co­man­da­ta dal mag­gio­re Al­ber­to Gra­nà, che han­no re­cu­pe­ra­to dal bi­do­ne del­le im­mon­di­zie il pac­co di lettere. Il pli­co, con bu­ste e cor­ri­spon­den­za, è sta­to poi re­sti­tui­to su­bi­to, pa­re an­co­ra del tut­to in­te­gro, all'uf­fi­cio di smi­sta­men­to. Il 23en­ne è sta­to iden­ti­fi­ca­to e de­nun­cia­to dai ca­ra­bi­nie­ri a pie­de li­be­ro per l'ipo­te­si di rea­to di sop­pres­sio­ne di cor­ri­spon­den­za. Ave­va get­ta­to via le lettere in un bi­do­ne dei ri­fiu­ti in via Ba­rac­ca. Pur­trop­po non è la pri­ma vol­ta che suc­ce­de, an­che se i ca­si so­no ra­ri; di­ver­si an­ni fa, ad esem­pio, in un bo­sco di Tar­cen­to era­no sta­ti rin­ve­nu­ti da un escur­sio­ni­sta di­ver­si elen­chi del te­le­fo­no an­co­ra im­bal­la­ti. E poi ci so­no i get­ti "in bloc­co" di ma­te­ria­le pub­bli­ci­ta­rio, nel­le cas­se del­la dif­fe­ren­zia­ta. Po­ste Ita­lia­ne, in­ter­pel­la­ta sul­la vi­cen­da, non ha in­te­so ri­la­scia­re com­men­ti per­ché le indagini so­no in cor­so.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.