Rug­ge­ri, noir nel mon­do del­la tv

Il can­tan­te ri­cor­da i con­si­gli dell’ami­co Fa­let­ti: «De­scri­vo la vit­ti­ma, per co­no­sce­re il mo­ven­te»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Primopiano - Ro­ber­to Vi­cen­zot­to

Il prez­zo da pa­ga­re ascol­tan­do En­ri­co Rug­ge­ri pre­sen­ta­re il suo li­bro, è sen­tir­lo muo­ver­si nel suo am­bien­te, quel che co­no­sce, que­sta vol­ta fra sou­bret­te te­le­vi­si­ve e pic­co­li per­so­nag­gi del sot­to bo­sco, scom­po­nen­do­si in un th­ril­ler da scan­da­glia­re. Scan­da­lo na­scen­te da un omi­ci­dio pre pa­squa­le, un po’ sca­bro­so, sca­tu­ri­to da un mo­ven­te oscu­ro. Fat­ti ne­ri, mo­stri, ge­ne­ri­ca­men­te ma­ga­gne uma­ne, si sus­se­guo­no «con la dif­fe­ren­za, ri­spet­to al­la can­zo­ne, che ci so­no me­no pa­let­ti e fat­to­ri che la­scia­no mol­te co­se im­pri­gio­na­te nel­la pen­na». Si pa­ga vo­len­tie­ri, co­mun­que, sen­ten­do­lo ono­ra­re - in un fla­sh Por­de­no­ne per la pri­mor­dia­le sce­na punk, che pu­re lui per­se­guì.

«Uno sguar­do con­di­to di pie­tas - tor­na Rug­ge­ri sul suo li­bro, in cui il com­mis­sa­rio Lom­bar­do di­ven­ta pre­mi­nen­te ri­spet­to a scrit­ti pre­ce­den­ti -. Sa­pen­do che, per ca­pi­re be­ne un de­lit­to de­vi co­no­sce­re be­ne la vit­ti­ma. Cer­can­do di se­gui­re la gran­de scuo­la di Geor­ge Si­me­non, con qual­che con­si­glio dell'ami­co Gior­gio Fa­let­ti». Fra i pre­ce­den­ti dell'au­to­re, si ri­tro­va­no pu­re i De­ci­bel che nel lo­ro pri­mo al­bum can­ta­va­no di una ra­pi­na com­piu­ta da un bam­bi­no. Non è il pri­mo, nell'elet­ta schie­ra che si ven­de la se­ra, a scri­ve­re li­bri, an­che di que­sto ge­ne­re. Lui rac­con­ta gli scon­fi­na­men­ti fra politica, im­pren­di­to­ria e spet­ta­co­li di ar­te va­ria. Ba­ri­cen­tro Mi­la­no, mi­ran­do i rac­con­ti me­ne­ghi­ni di Ga­ber e Jan­nac­ci. Il pros­si­mo gial­lo? «Mi pia­ce Lom­bar­do, vor­rei an­da­re a ve­de­re an­co­ra qual­co­sa sul mio com­mis­sa­rio». Me­glio lui di Mai­gret, che un fu­tu­ro non ce l'ha.

OG­GI IN EVI­DEN­ZA - Nel­la pe­nul­ti­ma gior­na­ta si in­trec­cia­no va­ri fi­lo­ni. Tra gli al­tri, si pas­sa da un ro­man­zo d'amo­re e cre­sci­ta, quel­lo di An­drea Ba­ja­ni «Un be­ne al mon­do» (al­le 19.30 au­di­to­rium Ven­dra­mi­ni), all'at­tua­li­tà del Nord Italia, al cen­tro del li­bro in an­te­pri­ma di Mas­si­mi­lia­no San­ta­ros­sa,« Pa­da­nia» (al­le 15.30 Ri­dot­to del Tea­tro Ver­di). Lo psi­coa­na­li­sta Mas­si­mo Re­cal­ca­ti pre­sen­ta due lec­tio ma­gi­stra­lis. Nel­la pri­ma, de­di­ca­ta all'«elo­gio del leg­ge­re» (15, Pa­la­pro­vin­cia), par­le­rà del­la let­tu­ra co­me co­no­scen­za del sè e com­pren­sio­ne de­gli al­tri. La se­con­da, al­le 19 nel­lo Spa­zio Itas in­con­tra, sa­rà de­di­ca­ta al suo mae­stro Jac­ques La­can e al­la sua ope­ra. Fra i protagonisti in pri­ma per­so­na si tro­va Fran­ce­sco De Gre­go­ri (20.30, tea­tro Ver­di) che si rac­con­ta con An­to­nio Gno­li. Lil­li Gru­ber pre­sen­ta «Pri­gio­nie­ri dell'islam. Ter­ro­ri­smo, mi­gra­zio­ni, in­te­gra­zio­ne: il trian­go­lo che cam­bia la no­stra vi­ta», 21.30 Spa­zio Itas in­con­tra. Co­me il Pre­mio Stre­ga 2016, Edoar­do Al­bi­na­ti, in­sie­me a Fi­lip­po la Por­ta, con il suo «La scuo­la cat­to­li­ca». Va­le­rio Mas­si­mo Man­fre­di rac­con­ta una sto­ria sul rap­por­to tra due fra­tel­li sul­lo sfon­do del­la bat­ta­glia di Teu­to­bur­go, al­le 11 in Piaz­za San Mar­co (in caso di piog­gia Au­di­to­rium Con­cor­dia). Pas­sio­ne per mon­ta­gna e sfi­de im­pos­si­bi­li nell'in­con­tro «Non ti fa­rò aspet­ta­re. La sto­ria di noi due sul­la ter­za vet­ta più al­ta del mon­do» per il li­bro di Ni­ves Me­roi, al­le 21 nell'au­di­to­rium dell'isti­tu­to Ven­dra­mi­ni.

Un gial­lo sca­bro­so am­bien­ta­to a Mi­la­no

CAN­TAU­TO­RE E SCRIT­TO­RE En­ri­co Rug­ge­ri è sta­to ospi­te

del festival por­de­no­ne­se; a de­stra il pubblico che ha se­gui­to il suo in­ter­ven­to in piaz­za del­la

Mot­ta (Pres­spho­to)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.