La vec­chia­ia se­con­do la Schi­ne

Il Gazzettino (Pordenone) - - Primo Piano -

POR­DE­NO­NE - (lz) «La vec­chia­ia è vi­sta an­co­ra co­me un pro­ble­ma, un er­ro­re. Ma con i cam­bia­men­ti de­mo­gra­fi­ci, an­che que­sta per­ce­zio­ne pro­ba­bil­men­te cam­bie­rà. Di cer­to, la vec­chia­ia non è per i de­bo­li di cuo­re». L'au­tri­ce de "La let­te­ra d'amo­re" Ca­thleen Schi­ne spo­sta la sua at­ten­zio­ne sui rap­por­ti fa­mi­lia­ri, e in­da­ga l'im­pat­to che su di es­si ha il tra­scor­re­re del tem­po. «Nel­la no­stra so­cie­tà spie­ga - la vec­chia­ia non è una si­tua­zio­ne fa­ci­le da ge­sti­re. In più, og­gi le per­so­ne vi­vo­no più a lun­go, e que­sto può co­sti­tui­re un pro­ble­ma. Ma non dob­bia­mo di­men­ti­ca­re che gli an­zia­ni, an­che se in­de­bo­li­ti dal­la vi­ta, so­no le stes­se per­so­ne che ci han­no aiu­ta­to e con­si­glia­to. E lo di­co da per­so­na che si è tra­sfe­ri­ta a 4 mi­la km da sua ma­dre». Di vec­chia­ia si sta par­lan­do an­che nel­la cam­pa­gna elet­to­ra­le ame­ri­ca­na: «È in­te­res­san­te - sot­to­li­nea Schi­ne che que­sta que­stio­ne sia di­scus­sa sol­tan­to quan­do si par­la di Hil­la­ry Clinton, men­tre Do­nald Trump è an­che più vec­chio». E non na­scon­de la pre­oc­cu­pa­zio­ne per l'esi­to del­le ele­zio­ni: «È una si­tua­zio­ne che crea in­quie­tu­di­ne. Ho fat­to po­li­ti­ca per tan­to tem­po, ma non ho mai vi­sto nul­la di co­sì fol­le».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.