Ca­ni che spor­ca­no, stret­ta sui pa­dro­ni

Pri­ma una cam­pa­gna di sen­si­bi­liz­za­zio­ne, poi scat­te­ran­no mul­te sa­la­te L’as­ses­so­re Ste­fa­nia Bol­tin: «Am­mi­ni­stra­zio­ne ami­ca de­gli ani­ma­li, ma ser­vo­no re­go­le»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Pordenone - La­ra Za­ni

Pri­ma una cam­pa­gna di sen­si­bi­liz­za­zio­ne, poi una stret­ta sul­le mul­te. Quel­la che la nuo­va am­mi­ni­stra­zio­ne vuo­le è sì una «cit­tà ami­ca de­gli ani­ma­li», ma all'in­se­gna del ri­spet­to e del­la pu­li­zia. In­som­ma, ini­zia­ti­ve a fa­vo­re dei quat­tro zam­pe co­me del­le fon­ta­nel­le per ab­be­ve­rar­si du­ran­te le passeggiate in cen­tro e «ca­set­te» per pro­teg­ge­re il ci­bo de­sti­na­to ai gat­ti ran­da­gi, ma an­che re­go­le da ri­spet­ta­re per chi pas­seg­gia in cit­tà con il ca­ne al guin­za­glio.

«So­no per una cit­tà ami­ca de­gli ani­ma­li - spie­ga l'as­ses­so­re all'am­bien­te Ste­fa­nia Bol­tin, che di ca­ni ne ha tre -, pe­rò è ne­ces­sa­rio che vi sia sen­so ci­vi­co da par­te dei pa­dro­ni: ba­sta fa­re una cam­mi­na­ta sot­to i por­ti­ci del cen­tro per ve­de­re tan­tis­si­mi escre­men­ti che i pa­dro­ni non han­no rac­col­to. Bi­so­gna cer­ca­re di sen­si­bi­liz­za­re la gen­te, ma­ga­ri con cam­pa­gne pub­bli­ci­ta­rie, an­che se al­la fi­ne pro­ba­bil­men­te sa­rà ne­ces­sa­rio ar­ri­va­re al­le san­zio­ni». Ma ac­can­to al­le re­go­le per i pa­dro­ni, per i mi­glio­ri ami­ci dell'uo­mo so­no in ar­ri­vo an­che no­vi­tà che po­tran­no ren­de­re più pia­ce­vo­li le passeggiate: un'idea che l'am­mi­ni­stra­zio­ne sta va­lu­tan­do è per esem­pio quel­la di sfrut­ta­re la ca­rat­te­ri­sti­ca di Por­de­no­ne «cit­tà d'ac­qua» per rea­liz­za­re del­le fon­ta­nel­le al­le qua­li i ca­ni pos­sa­no ab­be­ve­rar­si, per so­sti­tui­re le cio­to­le che già qual­che lo­ca­le pub­bli­co ha pen­sa­to di col­lo­ca­re all'ester­no con dell'ac­qua cor­ren­te.

Quan­to ai gat­ti, via in­nan­zi­tut­to al cen­si­men­to del­le co­lo­nie fe­li­ne pre­sen­ti in cit­tà, per ave­re in­nan­zi­tut­to un qua­dro del­la si­tua­zio­ne, ca­pi­re cioè quan­te so­no, do­ve si tro­va­no e chi so­no i re­fe­ren­ti, per po­ter poi ef­fet­tua­re gli in­ter­ven­ti ne­ces­sa­ri, dal­le ste­ri­liz­za­zio­ni al­la even­tua­le co­stru­zio­ne, con ma­te­ria­li di ri­ci­clo, di pic­co­le strut­tu­re co­per­te sot­to le qua­li di­spor­re il ci­bo. Obiet­ti­vo da rea­liz­za­re en­tro il pros­si­mo an­no è poi il com­ple­ta­men­to del gat­ti­le.

Per i mi­ci che, in­ve­ce, una ca­sa ce l'han­no, uno dei pri­mi in­ter­ven­ti in di­rit­tu­ra d'ar­ri­vo nei pros­si­mi me­si sa­rà la di­stri­bu­zio­ne - al­me­no ini­zial­men­te gra­tui­ta - di let­tie­re per gat­ti eco­lo­gi­che e bio­de­gra­da­bi­li, men­tre fra gli obiet­ti­vi dell'am­mi­ni­stra­zio­ne c'è an­che quel­lo - pre­vi­sto nel­le li­nee pro­gram­ma­ti­che - di aiu­ta­re le per­so­ne me­no ab­bien­ti nel man­te­ni­men­to dei lo­ro ani­ma­li da com­pa­gnia.

L’INI­ZIA­TI­VA

De­co­ro e pu­li­zia: tra le

re­go­le che l’am­mi­ni­stra­zio­ne ha in­ten­zio­ne di in­tro­dur­re an­che una stret­ta per chi non rac­co­glie gli escre­men­ti

dei ca­ni

COR­SO VIT­TO­RIO I com­mer­cian­ti del­la Con­tra­da si la­men­ta­no spes­so per­chè tro­va­no escre­men­ti da­van­ti ai lo­ro ne­go­zi

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.