Ne­ro­ver­di, ro­vi­na­ta la not­te ma­gi­ca

Il­lu­so­rio il 2-0 ini­zia­le. Il Par­ma si ri­pren­de e con Noc­cio­li­ni e Ca­laiò met­te fi­ne al­la fe­sta

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport Calcio - Da­rio Pe­ro­sa

La not­te ma­gi­ca del ra­mar­ro du­ra po­co me­no di un'ora. Al 58' il po­po­lo ne­ro­ver­de can­ta­va an­co­ra le ge­sta di Ar­ma (autore del­la dop­piet­ta) e com­pa­gni che sta­va­no af­fos­san­do il pre­de­sti­na­to Par­ma. Giu­sto van­tag­gio, il 2-0, per quel­lo che si era vi­sto in cam­po si­no a quel mo­men­to. Poi Noc­cio­li­ni (tri­plet­ta) e Ca­laiò si so­no ri­cor­da­ti di far par­te del­la "pre­de­sti­na­ta" e da so­li han­no de­ci­so di spa­ri­glia­re le car­te e ri­bal­ta­re il ta­vo­lo. Al­la fi­ne esul­ta­no i du­ca­li sot­to la gra­di­na­ta ospi­te, men­tre i ra­mar­ri esco­no co­mun­que fra gli ap­plau­si dei lo­ro sup­por­ters. Non c'è In­ge­gne­ri (sti­ra­men­to) nel 4-3-3 ini­zia­le di Bru­no Te­di­no che da­van­ti pre­fe­ri­sce Ber­ret­to­ni a Cat­ta­neo e Az­zi. In di­fe­sa a fian­co di Ste­fa­ni c'è Pa­ro­di fra gli un­di­ci che esco­no da­gli spo­glia­toi. Non so­no nem­me­no se­du­ti tut­ti su pol­tron­ci­ne e gra­do­ni che il Por­de­no­ne pas­sa in van­tag­gio. So­no pas­sa­ti ap­pe­na 90 se­con­di dal fi­schio d'ini­zio quan­do la dea ba­cia in fronte il ra­mar­ro per la pri­ma vol­ta e lo tra­sfor­ma nel prin­ci­pe del gi­ro­ne B di Le­ga Pro. Sull'ini­zia­ti­va di Be­ret­to­ni e Mar­ti­gna­go la pal­la va a in­coc­cia­re un brac­cio di Lu­ca­rel­li in area ospi­te. Il si­gnor Mas­si­mi di Ter­mo­li è a due pas­si e in­di­ca il di­schet­to sen­za esi­ta­zio­ne no­no­stan­te le pro­te­ste di ca­ni­ni e so­ci. Ar­ma con fred­dez­za spiaz­za Zom­mers. La ga­ra si met­te su­bi­to sul bi­na­rio pre­di­let­to da Te­di­no. Il Par­ma rea­gi­sce sen­za fre­ne­sia e comincia a co­strui­re il suo gio­co li­nea­re, qua­si geo­me­tri­co. Trop­po sco­la­sti­co. I ra­mar­ri co­pro­no be­ne gli spa­zi e chiu­do­no le li­nee di pas­sag­gio. A Eva­cuo e Ca­laiò non ar­ri­va­no pal­lo­ni gio­ca­bi­li. Il Par­ma rac­co­glie so­lo un pa­io di an­go­li sul se­con­do dei qua­li Lu­ca­rel­li pro­va a far­si per­do­na­re e sfrut­tan­do i suoi cen­tri­me­tri col­pi­sce di te­sta, ma man­da so­pra la tra­ver­sa (20'). È il Por­de­no­ne a sfio­ra­re il rad­dop­pio con Ber­ret­to­ni che par­te in con­tro­pie­de, en­tra fra le lar­ghe ma­glie del­la di­fe­sa du­ca­le. Quan­do ar­ri­va da­van­ti a Zom­mers pe­rò cal­cia sul fon­do e si di­spe­ra in­sie­me a tut­to il Bot­tec­chia. Par­ma do­ve sei? Al 30' Zom­mers to­glie in vo­lo dal 7 la sfe­ra sca­glia­ta dal­la lun­ga di­stan­za da Bur­rai. Al 39' riap­pa­re la dea ti­fo­sa dei ra­mar­ri. Sul­lo spio­ven­te di Ca­ni­ni Ca­laiò fi­nal­men­te an­ti­ci­pa Pa­ro­di e de­via di te­sta. An­che To­mei è sca­val­ca­to. Lo sal­va e lo so­sti­tui­sce il le­gno al­la sua de­stra che ne­ga il pa­reg­gio ai par­mi­gia­ni. Un lam­po che non mu­ta il giu­di­zio ne­ga­ti­vo sul­la pri­ma fra­zio­ne dei du­ca­li. Non cam­bia la mu­si­ca in av­vio di ri­pre­sa. Co­ra­pi e so­ci con­ti­nua­no a ma­no­vra­re per li­nee oriz­zon­ta­li. Sem­bra­no qua­si stiz­zi­ti e of­fe­si quan­do i ne­ro­ver­di ac­cen­tua­no il pres­sing. A ve­lo­ci­tà ben di­ver­sa viag­gia la pal­la fra i pie­di del Por­de­no­ne che rad­dop­pia al 56'. Per­fet­to il cross di Mar­ti­gna­go per la te­sta di Ar­ma che non per­do­na: 2-0 e il Bot­tec­chia can­ta. Il Par­ma non sa­rà an­co­ra squa­dra, ma ad Apol­lo­ni non man­ca­no gio­ca­to­ri in gra­do di in­ci­de­re da so­li. Più for­ti an­che del­la dea. Fra que­sti l'ex vio­la Ma­nuel Noc­cio­li­ni che in 120 se­con­di, fra il 58' e il 60', pri­ma con una con­clu­sio­ne da di­stan­za rav­vi­ci­na­ta su­gli svi­lup­pi di un an­go­lo e poi con un per­fet­to col­po di te­sta su cross

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.