Sco­per­to dor­mi­to­rio di stra­nie­ri nel par­cheg­gio vi­ci­no al mu­ni­ci­pio

Ar­ri­va­no di not­te e si al­lon­ta­na­no all’al­ba. Tro­va­te co­per­te, cu­sci­ni ed ef­fet­ti per­so­na­li Un sot­to­sca­la del­la strut­tu­ra mul­ti­pia­no di Az­za­no diventa il ri­fu­gio di al­cu­ni im­mi­gra­ti

Il Gazzettino (Pordenone) - - Da Prima Pagina - Al­ber­to Co­mis­so

Og­gi il so­pral­luo­go del­la Po­li­zia lo­ca­le

Po­chi sem­bra­no es­ser­si ac­cor­ti che, da qual­che gior­no a que­sta par­te, c’è un bi­vac­co die­tro al Mu­ni­ci­pio. Una zo­na cen­tra­le, par­ti­co­lar­men­te fre­quen­ta­ta, dov'è an­che pos­si­bi­le par­cheg­gia­re nel mul­ti­pia­no. È qui che un grup­po di im­mi­gra­ti, pro­ba­bil­men­te pro­ve­nien­te dal Nord Afri­ca, tra­scor­re la not­te. Sul con­to di que­ste per­so­ne non si sa nul­la: chi ha se­gna­la­to l'esi­sten­za del bi­vac­co ha par­la­to di quat­tro o cin­que im­mi­gra­ti che ar­ri­va­no a tar­da se­ra per an­dar­se­ne il gior­no se­guen­te al­le pri­me lu­ci dell'al­ba. Dif­fi­ci­le, dun­que, per­ce­pi­re la lo­ro pre­sen­za.

Ad ac­cor­ger­se­ne, nei gior­ni scor­si, so­no sta­ti al­cu­ni az­za­ne­si che, mac­chi­na fo­to­gra­fi­ca al­la ma­no, han­no scat­ta­to al­cu­ne im­ma­gi­ni al bi­vac­co. Non è sta­to fa­ci­le tro­va­re il luo­go in cui que­ste per­so­ne tra­scor­ro­no la not­te. Il ri­fu­gio si tro­va in un an­go­lo qua­si sco­no­sciu­to al pia­no ter­ra, una po­si­zio­ne che li met­te al ri­pa­ro da oc­chi in­di­scre­ti. Lì cui so­no co­per­te, in­du­men­ti ed ef­fet­ti per­so­na­li. Nes­su­na trac­cia, pe­rò, di chi pro­ba­bil­men­te, più per ne­ces­si­tà che per al­tre ra­gio­ni, uti­liz­za quel­lo spa­zio an­gu­sto per dor­mir­ci. A ren­der­si con­to del­la si­tua­zio­ne è sta­to an­che l'ex as­ses­so­re co­mu­na­le Ga­brie­le Par­di­ni, che in ma­te­ria di si­cu­rez­za ha lan­cia­to l'en­ne­si­mo gri­do d'al­lar­me. «Quel­lo che più fa spe­cie - sot­to­li­nea - è che nes­su­no dell'am­mi­ni­stra­zio­ne co­mu­na­le si sia an­co­ra ac­cor­to di que­sta si­tua­zio­ne. Que­sto si­gni­fi­ca ave­re scar­sa co­no­scen­za e in­te­res­se del ter­ri­to­rio e dei cit­ta­di­ni che ci abi­ta­no. Nel par­cheg­gio mul­ti­pia­no, die­tro al Mu­ni­ci­pio, bi­vac­ca­no per­so­ne di cui non si co­no­sce iden­ti­tà e pro­ve­nien­za. Pos­so­no an­che es­se­re le più bra­ve di que­sto mon­do, ma di que­sti tem­pi è sem­pre me­glio te­ne­re le an­ten­ne al­te».

Sta­mat­ti­na, con mol­ta pro­ba­bi­li­tà, gli agen­ti del­la Po­li­zia lo­ca­le agli or­di­ni del co­man­dan­te Lu­cia­no Schif­fo, ai qua­li si­no a que­sto mo­men­to non era ar­ri­va­ta al­cu­na se­gna­la­zio­ne in me­ri­to, ef­fet­tue­ran­no un so­pral­luo­go nell'area dov'è sta­to se­gna­la­to il bi­vac­co.

RI­FU­GIO Il giaciglio im­prov­vi­sa­to nel par­cheg­gio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.