«La for­ma­zio­ne? Cam­bie­rei l’at­teg­gia­men­to»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Ogni Sport -

(c. rep.) Do­po la fal­sa par­ten­za in Cham­pions, è ar­ri­va­ta la pri­ma scon­fit­ta in cam­pio­na­to. Per la Ju­ven­tus è il pe­rio­do più dif­fi­ci­le dall’ini­zio del­la sta­gio­ne e nel mi­ri­no ci è fi­ni­to l’al­le­na­to­re. Cri­ti­ca­to per le scel­te (in par­ti­co­la­re quel­la di la­scia­re fuo­ri Hi­guain per ol­tre 70 mi­nu­ti), il tec­ni­co bian­co­ne­ro non rin­ne­ga la for­ma­zio­ne di par­ten­za ma am­met­te che non tut­to è an­da­to per il ver­so giu­sto: «Ab­bia­mo com­mes­so di­ver­si er­ro­ri e con­ces­so trop­pi con­tro­pie­de, ma il pro­ble­ma prin­ci­pa­le è sta­to di ave­re al­len­ta­to la ten­sio­ne do­po es­se­re an­da­ti in van­tag­gio con il mi­ni­mo sfor­zo», la sua ana­li­si. «L’in­ter ha avu­to più cat­ti­ve­ria di noi e ci ha cre­du­to fi­no al­la fi­ne, que­sta scon­fit­ta ci de­ve bru­cia­re e far tor­na­re coi pie­di per ter­ra. Più del­lo schie­ra­men­to ini­zia­le, avrei vo­lu­to cam­bia­re l’at­teg­gia­men­to del­la squa­dra: può ca­pi­ta­re di ave­re del­le gior­na­te dif­fi­ci­li, ma an­che quan­do non si gio­ca be­ne bi­so­gna es­se­re bra­vi a por­ta­re a ca­sa il ri­sul­ta­to. Noi non ci sia­mo riu­sci­ti».

IL­LU­SIO­NE Li­ch­tstei­ner in gol

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.