Il pie­no­ne e un’ere­di­tà da non di­sper­de­re

Il Gazzettino (Pordenone) - - Ogni Sport - DI RO­BER­TO VI­CEN­ZOT­TO

Non si di­sper­da il pie­no­ne re­gi­stra­to al Bot­tec­chia in oc­ca­sio­ne di Por­de­no­ne - Par­ma. Non si sper­pe­ri l'ul­te­rio­re spe­sa ap­pli­ca­ta al­lo sta­dio cit­ta­di­no, re­la­ti­va al­le tri­bu­net­te ag­giun­ti­ve. Non sfio­ri­sca l'au­rea at­mo­sfe­ra del­la squa­dra si­mil pri­ma­ti­sta. Tut­to mol­to bel­lo, ci­tan­do Bru­no Piz­zul. Per­ché il pie­no­ne ha un sen­so se non è oc­ca­sio­na­le. La pros­si­ma in ca­sa sa­rà con­tro il Ve­ne­zia e non si de­ve con­ta­re sol­tan­to sull'af­flus­so la­gu­na­re, al se­gui­to di Pip­po In­za­ghi & C., af­fin­ché i bot­te­ghi­ni esau­ri­sca­no i ta­glian­di. I co­sti so­ste­nu­ti per am­plia­re la ca­pien­za del Bot­tec­chia han­no di­mo­stra­to, an­co­ra una vol­ta, che quan­do, do­ve e per chi si vuo­le gli eu­ro ci so­no, le car­te si com­pi­la­no al­la svel­ta e i la­vo­ri pub­bli­ci so­no fi­ni­ti in tem­pi ra­pi­di. Non è un pre­ce­den­te, ma so­lo una con­fer­ma: po­treb­be co­sti­tui­re una re­ci­di­va, qua­lo­ra le stes­se di­spo­ni­bi­li­tà, so­ler­zia e ca­pa­ci­tà non fos­se­ro ap­pli­ca­te pu­re in al­tri luo­ghi, am­bi­ti, im­pian­ti. Es­se­re usci­ti scon­fit­ti con il Par­ma è una sber­la che po­treb­be ri­de­sta­re dal so­gno, un graf­fio che ri­ga la car­roz­ze­ria di una mac­chi­na di lus­so, non do­vreb­be es­se­re il chio­do che bu­ca una gom­ma e la fa ral­len­ta­re di mol­to. O al­me­no i va­lo­ri non so­lo tec­ni­ci pre­sen­ti in spo­glia­to­io ne so­no una ga­ran­zia. No­ta. L'al­le­na­to­re del Par­ma, Lui­gi Apol­lo­ni, ha de­di­ca­to la vit­to­ria por­de­no­ne­se a Gian­fran­co Bel­lè, che ha se­gui­to «cri­ti­co e fic­can­te, ma lea­le e co­strut­ti­vo» le vi­cen­de gial­lo­blù in qua­li­tà di gior­na­li­sta.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.