Il ram­ma­ri­co di Ia­chi­ni: «Trop­po con­ser­va­ti­vi»

Il tec­ni­co bian­co­ne­ro: ab­bia­mo com­mes­so er­ro­ri evi­ta­bi­li e pen­sa­to so­la­men­te a con­te­ne­re gli av­ver­sa­ri, men­tre è man­ca­ta com­ple­ta­men­te la fa­se pro­po­si­ti­va

Il Gazzettino (Pordenone) - - Serie A Calcio - Gui­do Go­mi­ra­to

Un bru­sco ri­sve­glio. L'im­pre­sa del "Meaz­za" pro­ba­bil­men­te ave­va il­lu­so un po’ tut­ti i bian­co­ne­ri. L'udinese sem­bra­va ri­na­ta, qual­cu­no ave­va ipo­tiz­za­to a spe­se del Chie­vo la con­qui­sta di un al­tro suc­ces­so, il ter­zo con­se­cu­ti­vo a di­stan­za di due an­ni esat­ti.

In­ve­ce al­la pro­va dei fat­ti l'udinese ha evi­den­zia­to li­mi­ti men­ta­li, ol­tre che tec­ni­co-tat­ti­ci; si­cu­ra­men­te il suo noc­chie­ro non è esen­te da col­pe non aven­do pre­pa­ra­to be­ne a li­vel­lo psi­co­lo­gi­co la sfi­da, sta di fat­to che la squa­dra è sta­ta ri­di­men­sio­na­ta dal Chie­vo.

Ed è com­pren­si­bi­le l'ama­rez­za di Ia­chi­ni quan­do si pre­sen­ta all'ap­pun­ta­men­to con i gior­na­li­sti. «Sa­pe­va­mo che avrem­mo in­con­tra­to dif­fi­col­tà - di­ce il tec­ni­co asco­la­no -. Ave­va­mo sbloc­ca­to la ga­ra, ma do­ve­va­mo es­se­re più bra­vi a con­cre­tiz­za­re me­glio le ri­par­ten­ze e com­met­te­re me­no er­ro­ri nel fra­seg­gio. Ag­giun­go che quan­do man­ca­va­no 10' al­la con­clu­sio­ne sta­va­mo por­tan­do a ca­sa i tre pun­ti, ma ab­bia­mo pre­so due gol su si­tua­zio­ni sca­tu­ri­te sul­le fa­sce: e pen­sa­re che ave­va­mo stu­dia­to be­ne in set­ti­ma­ne le con­tro­mos­se in quel­le zo­ne di cam­po. Ab­bia­mo com­mes­so er­ro­ri del tut­to evi­ta­bi­li. In par­ti­co­la­re è ve­nu­ta me­no l'at­ten­zio­ne nell'in­se­ri­men­to dei lo­ro gio­ca­to­ri. Può suc­ce­de­re, ma fa­re­mo di tut­to per­ché non suc­ce­da più. Dob­bia­mo la­vo­rar­ci so­pra. Pec­ca­to per­ché il ri­sul­ta­to po­si­ti­vo ci sta­va tut­to».

Qual­cu­no ri­cor­da a Ia­chi­ni che nel se­con­do tem­po si è vi­sto so­la­men­te il Chie­vo con l'udinese rin­ta­na­ta nel­la pro­pria me­tà cam­po a re­si­ste­re in trin­cea: «Ave­vo chie­sto ai ra­gaz­zi di gio­ca­re di più, man­te­nen­do più pos­ses­so di pal­la. Pur­trop­po ab­bia­mo mes­so nel­la te­sta una so­la fa­se di gio­co, quel­la del con­te­ni­men­to pe­san­do che po­tes­se ba­sta­re per fa­re no­stra la ga­ra. E ab­bia­mo sba­glia­to. Non si può pen­sa­re di vin­ce­re di­spu­tan­do una ga­ra con­ser­va­ti­va, de­vi es­se­re bra­vo nel­le due fa­si, de­vi es­se­re sem­pre pro­po­si­ti­vo, de­vi gio­ca­re di più. Ab­bia­mo ba­da­to a fa­re so­la­men­te la fa­se di non pos­ses­so, lo ri­pe­to an­co­ra. Il ram­ma­ri­co è gran­de per­ché a li­vel­lo tat­ti­co ave­va­mo te­nu­to be­ne il cam­po».

Og­get­to di di­scus­sio­ne è an­che il cam­bio tra Hall­freds­son e Ko­ne, que­st'ul­ti­mo pre­fe­ri­to a Fo­fa­na. Ma Ia­chi­ni ta­glia cor­to: «Fo­fa­na non è sta­to man­da­to in cam­po per­ché de­ve an­co­ra cre­sce­re sul pia­no tat­ti­co; so­lo ul­ti­ma­men­te ha svol­to in al­le­na­men­to i mo­vi­men­ti di mez­za­la.

De­ve in­ter­pre­ta­re me­glio que­sto ruo­lo. Per quan­to ri­guar­da Hall­freds­son non co­no­scia­mo an­co­ra l'esat­ta en­ti­tà del suo ma­lan­no. Ve­dia­mo do­ma­ni, og­gi è an­co­ra pre­sto per ca­pi­re se si trat­ta di una con­trat­tu­ra».

In­fi­ne, do­po aver elo­gia­to la pre­sta­zio­ne di Za­pa­ta, Ia­chi­ni si è sof­fer­ma­to sui due-tre quar­ti­sti ap­par­si de­lu­den­ti: «The­reau si è sa­cri­fi­ca­to mol­to, ha cor­so per la squa­dra. Ma può ca­pi­ta­re che sba­gli qual­che con­trol­lo con la pal­la che ti schiz­za an­che per il ter­re­no vi­sci­do. An­che Ro­dri­go ha ac­cu­sa­to il cam­po pe­san­te. Ma de­vo­no rien­tra­re in par­ti­ta nel­la ma­nie­ra giu­sta. Fo­ca­liz­ze­rei di più i due aspet­ti dell'at­ten­zio­ne e il fat­to di aver fat­to più azio­ne con­ser­va­ti­va che "la­vo­ra­ti­va" co­me ho già det­to piut­to­sto che sof­fer­mar­mi sui sin­go­li. E que­sto mo­do di gio­ca­re lo ab­bia­mo pa­ga­to a ca­ro prez­zo».

DE­LU­SO Mi­ster Bep­pe Ia­chi­ni ri­co­no­sce le col­pe dei bian­co­ne­ri. A de­stra, Du­van Za­pa­ta, di te­sta, dà il van­tag­gio al­la squa­dra friu­la­na

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.