Kar­ne­zis: «È man­ca­ta la con­cen­tra­zio­ne»

Za­pa­ta e Ba­du guar­da­no già al­la Fio­ren­ti­na: «Sa­rà du­ra»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Serie A Calcio - Mar­co Agru­sti

UDI­NE - Ore­stis Kar­ne­zis ha gli oc­chi vuo­ti di chi non rie­sce nem­me­no ad es­se­re ar­rab­bia­to. Dal­le sue pa­ro­le esce un qual­co­sa a me­tà tra il «pri­ma o poi do­ve­va suc­ce­de­re» e il «non ci cre­do an­co­ra». L'udinese era a un pas­so dal­la ter­za vit­to­ria con­se­cu­ti­va (non ac­ca­de dal 29 set­tem­bre 2014, con Stra­mac­cio­ni in pan­chi­na), in­ve­ce si è ri­tro­va­ta vit­ti­ma de­gli stes­si bu­chi ne­ri men­ta­li di sem­pre: ca­lo di con­cen­tra­zio­ne, dif­fi­col­tà di ge­stio­ne e di nuo­vo sull'or­lo del pre­ci­pi­zio. «Co­sì fa mol­to ma­le - spie­ga Kar­ne­zis - e di­spia­ce per­ché si è trat­ta­to di er­ro­ri di con­cen­tra­zio­ne. Due gol in co­sì po­chi mi­nu­ti si pren­do­no so­lo se non si sta at­ten­ti co­me si do­vreb­be. For­se è emer­sa an­che un po’ di stan­chez­za, ma non è sta­to quel­lo il fat­to­re do­mi­nan­te. Vo­le­va­mo con­ti­nui­tà e an­co­ra una vol­ta non l'ab­bia­mo tro­va­ta. I nuo­vi ar­ri­va­ti so­no buo­ni gio­ca­to­ri - pro­se­gue il por­tie­re del­la Na­zio­na­le gre­ca - ma de­vo­no ca­pi­re su­bi­to il cal­cio ita­lia­no. In que­sto sen­so la scon­fit­ta con­tro il Chie­vo può in­se­gna­re mol­to. Con­tro la Fio­ren­ti­na sa­rà du­ra, ma gio­ca­re su­bi­to è un be­ne».

Tal­men­te bef­far­do, il pri­mo po­me­rig­gio dell'udinese, da aver re­ga­la­to il pri­mo gol di Du­van Za­pa­ta e da aver­lo re­so poi com­ple­ta­men­te inu­ti­le: «Vo­le­va­mo vin­ce­re in ca­sa, ma ora dob­bia­mo ri­pren­der­ci già mer­co­le­dì - ha det­to il co­lom­bia­no a Udinese Tv-. Sia­mo sta­ti co­stret­ti a chiu­der­ci die­tro per to­glier­gli spa­zi, ma la squa­dra ave­va fat­to be­ne fi­no al pa­reg­gio, poi è man­ca­ta la con­cen­tra­zio­ne per por­ta­re a ca­sa il pun­to. Nel­lo spo­glia­to­io sia­mo tut­ti de­lu­si, sa­pe­va­mo che era im­por­tan­te vin­ce­re, ma ora pen­sia­mo al­la Fio­ren­ti­na, che sa­rà du­ra».

In­fi­ne Em­ma­nuel Ba­du: «Una scon­fit­ta che fa ma­lis­si­mo - ha spie­ga­to il gha­ne­se -, per­ché ab­bia­mo fat­to di tut­to per vin­ce­re. Do­ve­va­mo sta­re più at­ten­ti ne­gli ul­ti­mi mi­nu­ti, di­spia­ce per i ti­fo­si, ma ora guar­dia­mo su­bi­to al­la Fio­ren­ti­na. Dob­bia­mo ag­gre­di­re e sta­re uni­ti e cal­mi pen­san­do che non pos­sia­mo per­de­re due ga­re con­se­cu­ti­ve».

Nel pre par­ti­ta il com­mos­so ri­cor­do del­la gio­va­nis­si­ma Ga­briel­le Har­bert, scom­par­sa in se­gui­to ad un gra­ve in­ci­den­te oc­cor­so lo scor­so 8 set­tem­bre al ma­neg­gio di Man­za­no. Do­po il mat­ch, 200 ti­fo­si bian­co­ne­ri si so­no ri­tro­va­ti nel par­cheg­gio del­lo sta­dio per l'ama­tri­cia­na in se­gno di so­li­da­rie­tà con le po­po­la­zio­ni ter­re­mo­ta­te di Lazio e Mar­che.

LA BEF­FA Il gol di Cac­cia­to­re, mes­so a se­gno in pie­no re­cu­pe­ro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.