Pic­co­lo, l’in­vio­la­bi­le dei san­vi­te­si

I con­cre­ti bian­co­ros­si so­no in vet­ta al­la clas­si­fi­ca di Pro­mo­zio­ne Da 360’ non su­bi­sce gol. «Me­ri­to del­la squa­dra e di un lea­der co­me Ar­ca­ba»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sport - Cri­sti­na Tur­chet

Pro­mo­zio­ne, le sor­pre­se non man­ca­no. Due so­no i por­tie­ri che in 180' non han­no su­bi­to gol. Da una par­te c'è Lu­ca Za­rot­ti (estre­mo del S.A. Porcia), dall'al­tra il ve­te­ra­no Mar­co Pic­co­lo, rien­tra­to al­la San­vi­te­se due sta­gio­ni or so­no, do­po aver ve­sti­to il bian­co­ros­so dal 2006 al 2009 in D. En­tram­be le squa­dre viag­gia­no a pun­teg­gio pie­no e tra i due nu­me­ri uno ci so­no 10 an­ni di dif­fe­ren­za d’età. Pic­co­lo (clas­se ’82) "su­pe­ra" co­mun­que il più gio­va­ne: non ha su­bi­to gol nep­pu­re nel­le due sfi­de di Cop­pa. È quin­di l'uni­co a de­te­ne­re il re­cord di 360' d’im­bat­ti­bi­li­tà, nel grup­po gui­da­to da Max Ros­si.

«È la squa­dra a es­se­re im­bat­tu­ta, non so­lo io - pre­met­te Pic­co­lo -. Di so­li­to il fat­to di non pren­de­re gol per pa­rec­chi mi­nu­ti ma­tu­ra più avan­ti nel tem­po, quan­do tro­vi la pie­na sin­to­nia con i com­pa­gni di re­par­to». Al­lo­ra co­me si spie­ga que­sto ex­ploit? «Mi aiu­ta mol­tis­si­mo uno che ri­spon­de al no­me di Pre­drag Ar­ca­ba - ri­spon­de -. È fon­da­men­ta­le per noi, co­man­da tut­ta la di­fe­sa. Un ve­ro lea­der. Poi è bel­lo aver tro­va­to su­bi­to la so­li­di­tà di re­par­to che ser­vi­va».

Nel­la San­vi­te­se du­ran­te la scor­sa sta­gio­ne le co­se non era­no an­da­te per il ver­so giu­sto, fa­cen­do il pas­so del gam­be­ro. Lei non ha cam­bia­to squa­dra: co­stri­zio­ne o vo­lon­tà? «Le oc­ca­sio­ni c'era­no, so­no io che non ho pen­sa­to nem­me­no per un mi­nu­to di la­scia­re la bar­ca ga­ran­ti­sce Pic­co­lo -. L’obiet­ti­vo era quel­lo di da­re il mio con­tri­bu­to al pron­to ri­scat­to».

Il suo è un at­to di fe­de: ha nel cuo­re so­lo il bian­co­ros­so? «Sta­te­ne pur cer­ti - ga­ran­ti­sce il por­tie­re -. I miei ri­cor­di più bel­li so­no tut­ti qui a Pro­do­lo­ne, an­che se in se­rie D ab­bia­mo sem­pre lot­ta­to per la sal­vez­za».

Dall'al­tra par­te ec­co mi­ster Max Ros­si. «C'è po­co da di­re at­tac­ca -, Mar­co è un gio­ca­to­re im­por­tan­te per la squa­dra e per la so­cie­tà. As­sie­me a Se­di­vec (da­van­ti), Ar­ca­ba (lo zar del­la di­fe­sa) e San­ta­ros­sa (a cen­tro­cam­po) fun­ge da chioc­cia per i tan­tis­si­mi gio­va­ni in ro­sa. Pe­rò non so­no io a sco­prir­lo, ba­sta scor­re­re la sua sche­da per­so­na­le».

Pic­co­lo è im­bat­tu­to e i gol da voi rea­liz­za­ti in cam­pio­na­to so­no 3. Po­te­te es­se­re de­fi­ni­ti del­le for­mi­chi­ne? «Non sa­prei am­met­te l’al­le­na­to­re -. Per me, che ar­ri­vo dall'espe­rien­za in pan­chi­na con il Flai­ba­no, se­gna­re po­co e su­bi­re po­co è una co­sa stra­na, una no­vi­tà. È ve­ro, pe­rò, che non pi­glia­re gol si­gni­fi­ca por­ta­re a ca­sa sem­pre qual­co­si­na».

Ros­si si coc­co­la la sua crea­tu­ra, na­ta in esta­te inol­tra­ta, quan­do le squa­dre av­ver­sa­rie era­no pra­ti­ca­men­te già a ran­ghi com­ple­ti. Pro­mo­zio­ne pos­si­bi­le? I bian­co­ros­si han­no abi­tua­to i pro­pri ti­fo­si ad au­ten­ti­ci mi­ra­co­li. In pre­ven­ti­vo c'è, dun­que, da met­te­re l'en­ne­si­ma sor­pre­sa.

Pic­co­la fi­ne­stra di mer­ca­to: il roc­cio­so di­fen­so­re over 35 An­drea Sal­va­dor, ex Val­le­non­cel­lo, Ma­nia­go e Mon­te­rea­le, ha fir­ma­to per la Nuo­va Sa­ci­le­se in Ter­za ca­te­go­ria. Giu­sti­zia spor­ti­va: in D un tur­no di stop a De­nis Mac­can (Cor­de­nons).

La Nuo­va Sa­ci­le­se in­gag­gia Sal­va­dor

IN USCI­TA

Mar­co Pic­co­lo è an­co­ra im­bat­tu­to tra i pa­li del­la San­vi­te­se

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.