A scuo­la per fa­re il mu­ra­to­re

La Re­gio­ne Fvg "al­lun­ga" a quat­tro an­ni il cor­so di for­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­le

Il Gazzettino (Pordenone) - - Friuli - An­to­nel­la Lan­frit

Ci so­no an­co­ra gio­va­ni in Friu­li Venezia Giu­lia che vo­glio­no di­ven­ta­re mu­ra­to­ri ben sa­pen­do che mol­te so­no le azien­de che in que­sti an­no han­no chiu­so? La ri­spo­sta è «sì». Non li fer­ma l'idea di un mer­ca­to che non ti­ra e di tan­ti col­le­ghi più gran­di d'età di­soc­cu­pa­ti. Lo di­co­no le due scuo­le di for­ma­zio­ne at­ti­ve in re­gio­ne, la Cefs-cen­tro edi­le per la for­ma­zio­ne e la si­cu­rez­za di Udi­ne e la Edi­ma­ster di Trie­ste: so­no 90 gli stu­den­ti che nell'ar­co di tre an­ni si iscri­vo­no me­dia­men­te ai cor­si trien­na­li pro­po­sti dal­le due scuo­le. Ogni an­no so­no una ven­ti­na i ra­gaz­zi di­plo­ma­ti mu­ra­to­ri o, co­me di­ce l'at­te­sta­to uf­fi­cia­le, ope­ra­to­ri edi­li.

È lo spac­ca­to che è emer­so al­le gior­na­te na­zio­na­li del­la for­ma­zio­ne in edi­li­zia pro­mos­se da For­me­dil, l'en­te di coor­di­na­men­to na­zio­na­le del­le scuo­le edi­li­zia del Si­ste­ma bi­la­te­ra­le del­le co­stru­zio­ni. Un even­to che pro­se­gui­rà og­gi e do­ma­ni al Tea­tro Gio­van­ni da Udi­ne nel­la pri­ma Con­fe­ren­za na­zio­na­le del­le co­stru­zio­ni pro­mos­sa da An­ce Udi­ne e "Ci­vil­tà can­tie­re".

Dei gio­va­ni iscrit­ti ai cor­si trien­na­li il 50% è ori­gi­na­rio del Friu­li Venezia Giu­lia o co­mun­que ita­lia­no, l'al­tra me­tà è stra­nie­ra. Se la for­ma­zio­ne gio­ca un ruo­lo stra­te­gi­co per il ri­lan­cio dell'edi­li­zia, la re­gio­ne si è pre­sen­ta­ta a que­sto ap­pun­ta­men­to pre­pa­ra­ta: con l'an­no sco­la­sti­co ap­pe­na ini­zia­to, in­fat­ti, la Cefs di Udi­ne al­lun­ghe­rà di un an­no il pe­rio­do sco­la­sti­co, por­tan­do­lo da tre a quat­tro an­ni. Ciò con­sen­ti­rà ai ra­gaz­zi di con­se­gui­re il ti­to­lo di «tec­ni­co edi­le» e di fa­re una for­te espe­rien­za di al­ter­nan­za scuo­la la­vo­ro.

In­fat­ti, gli stu­den­ti sa­ran­no im­pe­gna­ti per 528 ore in au­la e per al­tret­tan­te nel­le im­pre­se. Inol­tre, sia la scuo­la di Udi­ne che quel­la di Trie­ste da que­st'an­no han­no de­ci­so di av­via­re un trien­nio spe­ri­men­ta­le cia­scu­no con una par­ti­co­la­re spe­cia­liz­za­zio­ne. Nel ca­po­luo­go friu­la­no si ap­pro­fon­di­ran­no te­mi le­ga­ti al­la bio­e­di­li­zia e all'edi­li­zia in le­gno; nel ca­po­luo­go giu­lia­no si ac­cen­tue­rà la for­ma­zio­ne ar­ti­sti­ca.

Il Friu­li Venezia Giu­lia di­mo­stra co­sì di es­se­re in sin­to­nia con l'in­put lan­cia­to ie­ri a Udi­ne dal pre­si­den­te na­zio­na­le di For­me­dil, Mas­si­mo Cal­zo­ni: «Le au­le in que­sti an­ni so­no sta­te riem­pi­te con i cor­si per la si­cu­rez­za sul luo­go di la­vo­ro. Un at­to do­vu­to e ne­ces­sa­rio, na­tu­ral­men­te, ma ora bi­so­gna tor­na­re a fa­re for­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­le ade­gua­ta al­le nuo­ve esi­gen­ze dell'edi­li­zia», una for­ma­zio­ne che pun­ti al­la qua­li­tà del la­vo­ro e all'ac­qui­si­zio­ne del­le nuo­ve tec­ni­che co­strut­ti­ve e del­la tec­no­lo­gia con­nes­sa.

Tut­ta­via la for­ma­zio­ne non è so­lo ap­pan­nag­gio dei gio­va­ni, ma è per­ma­nen­te e an­che su que­sto fron­te la re­gio­ne ie­ri ha pre­sen­ta­to i suoi nu­me­ri. Nel so­lo 2015 in Friu­li Venezia Giu­lia so­no stati 3.589 gli «al­lie­vi» che han­no par­te­ci­pa­to ai 319 cor­si di ri­qua­li­fi­ca­zio­ne o spe­cia­liz­za­zio­ne o a quel­li ob­bli­ga­to­ri per il ri­la­scio di pa­ten­ti­ni ri­guar­dan­ti l'edi­li­zia.

L'im­pe­gno per­ché i gio­va­ni pos­sa­no ave­re fu­tu­ro in que­sto set­to­re e per­ché i tan­ti la­vo­ra­to­ri che so­no stati espul­si in que­sti an­ni (-42% di iscrit­ti dal 2008 ad og­gi nel­la so­la Cas­sa edi­le di Udi­ne, ha ri­cor­da­to la pre­si­den­te An­ge­la Mar­ti­na) tro­vi­no nuo­va oc­cu­pa­zio­ne è sta­to con­fer­ma­to con la si­gla dell'ac­cor­do, pre­sen­te l'as­ses­so­re re­gio­na­le al La­vo­ro Lo­re­da­na Pa­na­ri­ti, per la col­la­bo­ra­zio­ne tra la Re­gio­ne, le Cas­se e le scuo­le edi­li nel­la piat­ta­for­ma di­gi­ta­le Blen.it che, a li­vel­lo na­zio­na­le, fa­ci­li­ta l'in­con­tro tra la do­man­da e l'of­fer­ta di la­vo­ro nel­le co­stru­zio­ni.

EDI­LI­ZIA La me­tà de­gli ap­pren­di­sti mu­ra­to­ri è friu­la­na o giu­lia­na, l’al­tra me­tà è com­po­sta da stra­nie­ri

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.