Com­mer­cio, in cen­tro sto­ri­co il re­cord di ser­ran­de ab­bas­sa­te

Tra il 2009 e il 2016 le chiu­su­re di at­ti­vi­tà re­gi­stra­no un tas­so mol­to più ele­va­to ri­spet­to al­le aree pe­ri­fe­ri­che

Il Gazzettino (Pordenone) - - Da Prima Pagina - La­ra Za­ni

La cri­si del com­par­to del com­mer­cio ha col­pi­to più du­ra­men­te in cen­tro cit­tà che nel­le aree pe­ri­fe­ri­che. Una ri­cer­ca del­la Ca­me­ra di com­mer­cio evi­den­zia co­me, tra il 2009 e il 2016, in cen­tro sto­ri­co si sia­no chiu­si mol­ti più ne­go­zi.

Cen­tro sto­ri­co più de­gra­da­to ri­spet­to al­le pe­ri­fe­rie. Lo di­mo­stra­no, se­con­do un'analisi ef­fet­tua­ta da Con­cen­tro, azien­da spe­cia­le del­la Ca­me­ra di com­mer­cio, i da­ti re­la­ti­vi al nu­me­ro del­le im­pre­se: sep­pu­re il 30,2 per cen­to si con­cen­tri ap­pun­to all'in­ter­no del ring, i nu­me­ri re­la­ti­vi al­le ces­sa­zio­ni nel pe­rio­do del­la cri­si eco­no­mi­ca - dal 2009 al 2016 - evi­den­zia­no co­me nell'area ur­ba­na il tas­so di chiu­su­re sia su­pe­rio­re a quel­lo del­le aree pe­ri­fe­ri­che: il 31,4 per cen­to del­le ces­sa­zio­ni, con­tro il 68,6 per cen­to del­le aree pe­ri­fe­ri­che do­ve, pe­rò, in rap­por­to al cen­tro la pre­sen­za di ne­go­zi e im­pre­se è mol­to su­pe­rio­re. Rap­por­tan­do poi il nu­me­ro di ces­sa­zio­ni nel pe­rio­do pre-cri­si 2006-2009 con quel­lo del­le im­pre­se at­ti­ve a ot­to­bre 2015, si ri­le­va nel cen­tro sto­ri­co una per­cen­tua­le del 47,6 per cen­to con­tro il 45,2 del­la pe­ri­fe­ria.

Ana­liz­zan­do poi i da­ti sul­le im­pre­se ces­sa­te, emer­ge co­me il de­pau­pe­ra­men­to eco­no­mi­co del cen­tro sto­ri­co ri­guar­di pro­prio i ser­vi­zi che con­tri­bui­sco­no al­la vi­ta­li­tà e at­trat­ti­vi­tà, an­che tu­ri­sti­ca, di un cen­tro ur­ba­no. Le ces­sa­zio­ni del cen­tro sto­ri­co ri­guar­da­no in­fat­ti per il 42,5 per cen­to set­to­ri col­le­ga­ti a ser­vi­zi qua­li il com­mer­cio al det­ta­glio (22,1 per cen­to), la ri­sto­ra­zio­ne e ospi­ta­li­tà (9,8), le at­ti­vi­tà im­mo­bi­lia­ri (9,8), i ser­vi­zi per la per­so­na e di in­trat­te­ni­men­to, i ser­vi­zi sa­ni­ta­ri, as­si­sten­zia­li e di for­ma­zio­ne. Nel­le aree pe­ri­fe­ri­che, in­ve­ce, que­sto da­to si fer­ma al 28,4 per cen­to del­le ces­sa­zio­ni e do­ve fra le chiu­su­re pre­va­le in­fat­ti il com­mer­cio all'in­gros­so (18,5 per cen­to).

Più in ge­ne­ra­le, è il tas­so di mor­ta­li­tà del­le im­pre­se nel Co­mu­ne di Por­de­no­ne a es­se­re più al­to ri­spet­to a quel­lo del re­sto del­la pro­vin­cia, co­me emer­ge in que­sto ca­so da un'al­tra in­da­gi­ne svol­ta dal­la so­cie­tà For­mat re­sear­ch per con­to dell'ascom. In die­ci an­ni, il tas­so di cre­sci­ta del­la na­ta­li­tà del­le im­pre­se nel­la pro­vin­cia si è pro­gres­si­va­men­te spo­sta­to in zo­na ne­ga­ti­va (-0,1 per cen­to), peg­gio­ran­do tut­ta­via a una ve­lo­ci­tà de­ci­sa­men­te su­pe­rio­re nel Co­mu­ne di Por­de­no­ne, -0,6 per cen­to.

Tre le con­clu­sio­ni del­la ri­cer­ca. In­nan­zi­tut­to, che nel Co­mu­ne di Por­de­no­ne la mor­ta­li­tà del­le im­pre­se re­gi­stra­ta ne­gli ul­ti­mi an­ni ha su­bi­to un'ac­ce­le­ra­zio­ne. In se­con­do luo­go che, quan­do a ces­sa­re l’at­ti­vi­tà so­no sta­te le im­pre­se ma­ni­fat­tu­rie­re o del­le co­stru­zio­ni, que­ste so­no sta­te so­sti­tui­te in pre­va­len­za da im­pre­se del ter­zia­rio che ope­ra­no nel set­to­re dei ser­vi­zi al­le im­pre­se: in ge­ne­re real­tà di pic­co­le di­men­sio­ni per quan­to ri­guar­da la for­za la­vo­ro. In­fi­ne, che il cam­bia­men­to del tes­su­to del­le im­pre­se del ter­ri­to­rio del Co­mu­ne di Por­de­no­ne - che ve­de un ri-orien­ta­men­to da un'or­ga­niz­za­zio­ne in­du­stria­le e for­di­sta a una orien­ta­ta ai ser­vi­zi - non rie­sce a rias­sor­bi­re in­te­ra­men­te l'of­fer­ta di la­vo­ro, con tut­to ciò che que­sto ine­vi­ta­bil­men­te com­por­ta in ter­mi­ni di mi­no­re oc­cu­pa­zio­ne, so­prat­tut­to per al­cu­ne fa­sce de­bo­li del­la po­po­la­zio­ne co­me gli over 45.

NUO­VE IM­PRE­SE An­che la na­ta­li­tà del­le azien­de è più bas­sa ri­spet­to al ter­ri­to­rio

CHIU­SU­RE In cen­tro il

re­cord di at­ti­vi­tà ces­sa­te

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.