«Do­po 100 gior­ni nel­la Ca­pi­ta­le non fun­zio­na nien­te»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Primo Piano -

po­li­ti­co e po­co ro­ma­no­cen­tri­co. Sul pal­co nes­sun ab­brac­cio do­po il di­scor­so con Gril­lo. For­se nel­le re­tro­vie ac­ca­de con Da­vi­de Ca­sa­leg­gio. Che in que­sta fe­sta è di­ven­ta­to pro­ta­go­ni­sta, sep­pur con un bas­so pro­fi­lo. Lui­gi Di Ma­io e Di Bat­ti­sta par­la­no di legge elet­to­ra­le a "In 1/2ora", Gril­lo chia­ma As­san­ge per ri­cor­da­re la po­chez­za del­la stam­pa ita­lia­na.

Nel frat­tem­po è in­ten­zio­na­to a por­re fi­ne ai ve­le­ni in­ter­ni che han­no mo­no­po­liz­za­to que­sta fe­sta. A par­ti­re dal­le ri­va­li­tà in­ter­ne al di­ret­to­rio e al re­sto dei ver­ti­ci. Il blog sa­rà pron­to a cen­su­ra­re, quin­di a sco­mu­ni­ca­re, con in­ter­ven­ti net­ti e cri­ti­ci chi se­mi­ne­rà ziz­za­nia con in­ter­vi­ste e di­chia­ra­zio­ni pub­bli­che con­tro al­tri espo­nen­ti pen­ta­stel­la­ti. Ro­ber­ta Lom­bar­di, l’an­ti-raggi per ec­cel­len­za, chiu­de la ker­mes­se: non par­la mai di Ro­ma, an­che se in pri­va­to si sfo­ga per l’an­daz­zo del Cam­pi­do­glio. E’ sta­ta lei il mo­to­re di tut­to que­sto vil­lag­gio che so­gna Pa­laz­zo Chi­gi. Ma il pen­sie­ro fi­na­le è per chi non c’è più: Gian­ro­ber­to Ca­sa­leg­gio. Quan­do è ora di tor­nar­se­ne a ca­sa, ven­go­no li­be­ra­ti tan­ti pal­lon­ci­ni in aria per ri­cor­da­re il fon­da­to­re che si «è am­ma­la­to per que­sta idea». So­no pal­lon­ci­ni pie­ni di pensieri e re­spon­sa­bi­li­tà. Raggi, per di­re, quan­do tut­to que­sto ac­ca­de è sul vo­lo che la ri­por­ta a Ro­ma.

AB­BRAC­CIO Gril­lo e Da­vi­de Ca­sa­leg­gio in­sie­me a Pa­ler­mo a con­fer­ma dell’uni­tà del mo­vi­men­to

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.