Scia­me di ve­spe in­fe­ro­ci­te as­sa­le e uc­ci­de agri­col­to­re

L’uo­mo è sta­to at­tac­ca­to men­tre si tro­va­va in ga­ra­ge: soc­cor­si inu­ti­li

Il Gazzettino (Pordenone) - - Attualità - Marco Biol­ca­ti

Un ni­do di ve­spe in ga­ra­ge si è tra­sfor­ma­to in una trap­po­la mor­ta­le per un agri­col­to­re di 71 an­ni che è sta­to at­tac­ca­to all’im­prov­vi­so. La tra­ge­dia si è con­su­ma­ta a Sottomarina. Era qua­si mez­zo­gior­no quan­do Er­me­te Boscolo Pa­po è usci­to dal­la pro­pria abi­ta­zio­ne, in via del Bo­schet­to, e si è di­ret­to ver­so il ga­ra­ge. Ne è usci­to po­chi mi­nu­ti do­po cir­con­da­to da una nu­vo­la di ve­spe in­fe­ro­ci­te. Il set­tan­tu­nen­ne ur­la­va e si di­me­na­va cer­can­do di­spe­ra­ta­men­te di al­lon­ta­na­re gli in­set­ti che con­ti­nua­va­no a pun­ger­lo su tut­to il cor­po.

Le ur­la stra­zian­ti so­no sta­te udi­te da un vi­ci­no di ca­sa che è usci­to in giar­di­no e ha pro­va­to ad aiu­tar­lo. Ve­den­do che Er­me­te Boscolo non si muo­ve­va ha chia­ma­to il 118. Que­stio­ne di po­chi mi­nu­ti e un'am­bu­lan­za con il per­so­na­le me­di­co è ar­ri­va­ta sul po­sto. Ma il cuo­re dell’an­zia­no ave­va già ces­sa­to di bat­te­re. Sca­ri­che col de­fi­bril­la­to­re, pun­tu­re di adre­na­li­na, ma­no­vre di ria­ni­ma­zio­ne: il per­so­na­le me­di­co ha ten­ta­to di tut­to per far ri­par­ti­re il cuo­re, non so­lo sul po­sto, ma an­che du­ran­te il tra­git­to ver­so l'ospe­da­le. L’uo­mo pe­rò non si è mai ri­pre­so e all'ar­ri­vo in pron­to soc­cor­so non è ri­ma­sto ai sa­ni­ta­ri che con­sta­tar­ne il de­ces­so.

Un at­tac­co non fre­quen­te, ma che può ac­ca­de­re so­prat­tut­to a fi­ne esta­te. È pro­prio in que­sto pe­rio­do che gli ime­not­te­ri ri­sul­ta­no par­ti­co­lar­men­te ag­gres­si­vi. Le ve­spe ope­ra­ie in­fat­ti, li­be­re dal com­pi­to di nu­tri­re le lar­ve, si de­di­ca­no al­la ri­cer­ca di so­stan­ze dol­ci e, se di­stur­ba­te an­che inav­ver­ti­ta­men­te, ten­do­no ad at­tac­ca­re. A dif­fe­ren­za del­le api inol­tre, so­no in gra­do di pun­ge­re più di una vol­ta con lo stes­so pun­gi­glio­ne, ri­sul­tan­do par­ti­co­lar­men­te pe­ri­co­lo­se.

È mol­to pro­ba­bi­le che la mor­te del set­tan­tu­nen­ne sia da at­tri­bui­re ad un ar­re­sto car­dia­co, a se­gui­to del­lo shock ana­fi­lat­ti­co cau­sa­to dal ve­le­no iniet­ta­to dal­le tan­te pun­tu­re. La cer­tez­za si po­trà ave­re so­lo in se­gui­to all'even­tua­le au­top­sia sul cor­po del­lo sfor­tu­na­to agri­col­to­re.

Ve­spe mor­te so­no sta­te tro­va­te dai soc­cor­ri­to­ri den­tro i ve­sti­ti dell’agri­col­to­re e sul cor­po so­no sta­te ri­scon­tra­te de­ci­ne di ri­gon­fia­men­ti do­vu­ti al­le pun­tu­re. Da di­ver­si gior­ni scia­mi di ve­spe era­no sta­ti av­vi­sta­ti in più pun­ti di Chiog­gia e Sottomarina, co­me ac­ca­de quan­do l'au­tun­no è al­le por­te. In que­sti ul­ti­mi an­ni nel ter­ri­to­rio clo­dien­se non si era pe­rò mai re­gi­stra­to al­cun at­tac­co mor­ta­le.

VE­SPE LE­TA­LI Uno scia­me di ve­spe ha ag­gre­di­to un agri­col­to­re a Chiog­gia, mor­to per pro­ba­bi­le shock ana­fi­lat­ti­co

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.