Gre­ta Gar­bo fa la spia pri­ma di Ma­ta Ha­ri

Il Gazzettino (Pordenone) - - Pordenone -

POR­DE­NO­NE - Di Gre­ta Gar­bo, la «di­vi­na» per an­to­no­ma­sia, s'è det­to di tut­to: la Gar­bo «ri­de» (quando gi­rò «Ni­not­ch­ka» di Lu­bi­tsch), «par­la» (all'ar­ri­vo del so­no­ro), che sul set era in­su­pe­ra­bi­le ma fuo­ri era in­trat­ta­bi­le, so­li­ta­ria, ap­par­ta­ta, chiu­sa nel­la ri­ser­va­tez­za as­so­lu­ta, ep­pu­re ca­pa­ce di un'at­tra­zio­ne e di un fascino as­so­lu­ti. Un'at­tri­ce (na­ta in Sve­zia nel 1905 e mor­ta a New York nel 1990) che ebbe un suc­ces­so stre­pi­to­so all'epo­ca del mu­to, pas­san­do poi con pa­ri suc­ces­so al ci­ne­ma par­la­to, ma che al­le pri­me av­vi­sa­glie di de­cli­no de­ci­se, a so­li 36 an­ni, di ri­ti­rar­si vi­ven­do da allora ri­ti­ra­ta.

Eb­be­ne, sa­rà pro­prio nel no­me di Gre­ta Gar­bo che sta­se­ra ver­rà inau­gu­ra­ta nel Tea­tro Co­mu­na­le la 35. edi­zio­ne del­le Gior­na­te del Ci­ne­ma Mu­to: sul­lo scher­mo «The My­ste­rious La­dy» (1928), se­con­do film da lei in­ter­pre­ta­to per la re­gia di Fred Ni­blo, nel qua­le "in­car­na" uno dei suoi ruo­li pre­fe­ri­ti, quel­lo di spia (so­lo tre an­ni dopo e col so­no­ro avreb­be in­ter­pre­ta­to «Ma­ta Ha­ri»), un film che se­gna un pas­sag­gio fon­da­men­ta­le nel­la co­stru­zio­ne del­la sua im­ma­gi­ne, da al­gi­da e ie­ra­ti­ca a vi­ta­le e di gran­de sen­sua­li­tà. Il film vie­ne pre­sen­ta­to con la par­ti­tu­ra ori­gi­na­le del 1988 di Carl Da­vis, che sa­rà an­co­ra una vol­ta al fe­sti­val per di­ri­ge­re l'or­che­stra San Marco di Por­de­no­ne com­po­sta da 59 mu­si­ci­sti, il numero più al­to mai im­pie­ga­to nel­le Gior­na­te. A pro­po­si­to del­la mu­si­ca, del film e del­la Gar­bo, Carl Da­vis co­sì scri­ve: «La Gar­bo in­ter­pre­ta il ruo­lo di una spia che ope­ra a Var­sa­via a fa­vo­re dell'eser­ci­to rus­so ed è l'aman­te di un ge­ne­ra­le. L'azio­ne ini­zia pe­rò a Vien­na, al tea­tro dell'ope­ra, du­ran­te una rap­pre­sen­ta­zio­ne di "To­sca", do­ve lei ini­zia a tes­se­re la tra­ma che la por­te­rà a se­dur­re e di­strug­ge­re un gio­va­ne uf­fi­cia­le au­stria­co. Il suo per­so­nag­gio è an­che can­tan­te li­ri­ca e nel cor­so del film ese­gue più vol­te l'aria "Vis­si d'ar­te". L'ope­ra di Puccini e il fol­klo­re sla­vo mi han­no of­fer­to il ma­te­ria­le mu­si­ca­le per la par­ti­tu­ra. "The My­ste­rious La­dy" è la mia ter­za per un film da lei in­ter­pre­ta­to; le al­tre due le ho com­po­ste per "Fle­sh and the De­vil" e "A Wo­man of Af­fairs". Com­por­re per la Gar­bo è sem­pre una gio­ia, el­la sem­bra ave­re una pro­pria lu­ce in­te­rio­re, che le do­na quel­la spe­cia­le lu­mi­no­si­tà. E poi c'è la sua gran­de "ani­ma", fon­te di com­pas­sio­ne e sofferenza. Qua­si tut­ti i suoi film si con­clu­do­no tra­gi­ca­men­te, e a me sem­bra che sia­no i te­mi tri­sti e ma­lin­co­ni­ci a dar­le il mag­gior so­ste­gno».

Ma pri­ma del film inau­gu­ra­le le Gior­na­te pro­por­ran­no il do­cu­men­ta­rio «À pro­pos de Ni­ce» di Jean Vi­go, che il di­ret­to­re Jay Weis­sberg ha vo­lu­to in se­gno di so­li­da­rie­tà con la cit­tà di Niz­za, re­cen­te tea­tro di un at­ten­ta­to ter­ro­ri­sti­co. Il ri­trat­to di Niz­za che pro­po­ne il 25en­ne Vi­go, con la col­la­bo­ra­zio­ne di Bo­ris Kau­f­man, fra­tel­lo di Dzi­ga Ver­tov, non è per nul­la con­ven­zio­na­le: ac­can­to agli ele­men­ti più tu­ri­sti­ci, si ve­do­no i quar­tie­ri po­po­la­ri e la vi­ta dei loro abi­tan­ti. In­fluen­za­to dal­le avan­guar­die espres­sio­ni­ste e sur­rea­li­ste, «À pro­pos de Ni­ce» per il mon­tag­gio ser­ra­to, l'uso del­le ci­ne­pre­sa na­sco­sta e l'ori­gi­na­li­tà di al­tre so­lu­zio­ni tec­ni­che, è un ma­ni­fe­sto di un nuo­vo mo­do di in­ten­de­re e fa­re ci­ne­ma. Da no­ta­re che il fe­sti­val de­di­ca un'in­te­ra se­zio­ne a que­sto ge­ne­re di do­cu­men­ta­ri: «Sin­fo­nie del­la cit­tà».

La San Marco com­po­sta

da ben 59 mu­si­ci­sti

Ni.na.

FA­MO­SI Sot­to Il ladro di Bag­dad e, in

al­to, la lo­can­di­na del fe­sti­val e una sce­na di "Na­nà" (1926) di Jean

Re­noir

DI­VI­NA Una sce­na di "The My­ste­rious La­dy" (1928) con l’at­tri­ce Gre­ta Gar­bo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.