LE RE­GIO­NI AFFOSSATE

Il Gazzettino (Pordenone) - - Lettere & Opinioni -

Ha ra­gio­ne il prof. Ber­to­lis­si che chio­sa la pre­sun­ta ri­for­ma Ren­zi con due an­no­ta­zio­ni che ne mo­stra­no tut­ta l'in­con­si­sten­za. La pri­ma. Il su­pe­ra­men­to del bi­ca­me­ra­li­smo per­fet­to non è af­fat­to una pa­na­cea. An­zi. A fron­te di un ri­spar­mio eco­no­mi­co ir­ri­so­rio, se non ap­pa­ren­te, con­du­ce a con­cen­tra­re sui so­li "ono­re­vo­li", non sem­pre qua­li­fi­ca­ti, tut­te le de­ci­sio­ni e, so­prat­tut­to, ad una mag­gior sud­di­tan­za al go­ver­no che avrà più po­te­re e me­no in­ter­lo­cu­to­ri. Pra­ti­ca­men­te, una mi­ci­dia­le svol­ta di­let­tan­te­sco-au­to­ri­ta­ria. La se­con­da. Il Fe­de­ra­li­smo in que­sto sgan­ghe­ra­to Pae­se, di­ce Ber­to­lis­si, "è sta­to so­lo un'ubria­ca­tu­ra di pa­ro­le". Il pro­fes­so­re è sem­pre mol­to di­plo­ma­ti­co. Io ag­giun­go che que­sta ri­for­ma del ti­to­lo V af­fos­se­rà per sem­pre le Re­gio­ni e rap­pre­sen­ta la più fe­ro­ce svol­ta fa­sci­stiz­zan­te e cen­tra­li­sta del­la Re­pub­bli­ca. Com­pren­do che per il Mo­li­se cam­bi po­co. Ma per il Ve­ne­to la Re­gio­ne è più di un sem­pli­ce en­te lo­ca­le. E' l'uni­ca isti­tu­zio­ne che ci rap­pre­sen­ti an­che iden­ti­ta­ria­men­te, in idea­le con­ti­nui­tà con una tra­di­zio­ne ul­tra­mil­le­na­ria di au­to­go­ver­no. E non è af­fat­to un cen­tro di spre­chi, co­me al­cu­ni sprov­ve­du­ti so­sten­go­no. Per noi si trat­ta di un al­tro pas­so sui­ci­da, di con­ti­gui­tà ad un po­te­re che ci vuo­le can­cel­la­re, ci vuo­le pro­ni a la­sciar­gli gra­tis 22 mi­liar­di di eu­ro l'an­no, ci vuo­le ub­bi­dien­ti nel far­gli de­ci­de­re co­me e do­ve l'in­va­sio­ne mi­gra­to­ria deb­ba rea­liz­zar­si nel no­stro ter­ri­to­rio.

Ren­zo Fo­glia­ta

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.