Me­tal­li smal­ti­ti sen­za au­to­riz­za­zio­ne Al pro­ces­so il pa­dre sca­gio­na il fi­glio

Il Gazzettino (Pordenone) - - Pordenone -

PORDENONE - L’in­chie­sta del­la Pol­fer su un traf­fi­co non au­to­riz­za­to di me­tal­li (ra­me, fer­ro e al­lu­mi­nio) ave­va por­ta­to al­la de­nun­cia­ta di 96 per­so­ne, tra cui sei ti­to­la­ri di azien­de che ac­qui­sta­va­no i me­tal­li. L’in­da­gi­ne si con­cen­trò an­che al­la Me­tal Nor­de­st di Con­cor­dia Sa­git­ta­ria ed ora, in Tri­bu­na­le a Pordenone, co­min­cia­no a sfi­la­re i suoi clien­ti, chia­ma­ti a ri­spon­de­re di rac­col­ta e con­fe­ri­men­to di ma­te­ria­le sen­za au­to­riz­za­zio­ne, non­chè di ri­cet­ta­zio­ne. Ie­ri il giu­di­ce Eu­ge­nio Per­go­la ha va­lu­ta­to due ca­si. Sin­go­la­re quel­lo di John Baù, 35 an­ni, di San Do­nà, fi­ni­to tra gli in­da­ga­ti per er­ro­re. Ie­ri il pa­dre Au­re­lio Baù lo ha sca­gio­na­to. «So­no un cen­cia­io­lo, ho la li­cen­za per an­da­re a rac­co­glie­re fer­ro nel­le ca­se - ha spie­ga­to - In quel pe­rio­do ero malato e mio fi­glio mi da­va una ma­no a sca­ri­ca­re». La di­fe­sa ha an­che di­mo­stra­to che l’im­pu­ta­to nel 2012 ave­va la pa­ten­te so­spe­sa e non po­te­va gui­da­re il fur­go­ne del pa­dre. Il fi­glio è sta­to as­sol­to per non aver com­mes­so il fat­to, per il pa­dre so­no sta­ti tra­smes­si gli at­ti in Pro­cu­ra af­fin­chè va­lu­ti la sua po­si­zio­ne. Con­dan­na­to a un an­no e mez­zo di re­clu­sio­ne, in­ve­ce, il ser­bo Dri­ton Be­ri­sa di Ca­sar­sa, a cui si con­te­sta­va di aver con­fe­ri­to sen­za au­to­riz­za­zio­ne, tra il 2011 e il 2012, cir­ca 170 ton­nel­la­te tra fer­ro, me­tal­li mi­sti e pre­gia­ti. L’uo­mo - co­me per il ca­so di Baù si è di­fe­so dall’ac­cu­sa di ri­cet­ta­zio­ne di­chia­ran­do di aver rac­col­to il fer­ro ca­sa per ca­sa.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.