Il piano del traf­fi­co por­ta le ci­cla­bi­li

Pre­sen­ta­to ai cit­ta­di­ni e ai com­mer­cian­ti il pro­get­to che ri­vo­lu­zio­ne­rà la via­bi­li­tà

Il Gazzettino (Pordenone) - - Roveredo Sanquirino - Mar­co Agru­sti

Pi­ste ci­cla­bi­le, at­tra­ver­sa­men­ti rial­za­ti, ri­vo­lu­zio­na­te le ge­rar­chie tra al­cu­ne del­le stra­de prin­ci­pa­li, una nuova ro­ton­da e in­fi­ne una cir­con­val­la­zio­ne nel­la zo­na sud del ter­ri­to­rio. In­som­ma, una ri­vo­lu­zio­ne, an­che se eti­chet­ta­ta dal Co­mu­ne co­me "soft". Il piano del­la mo­bi­li­tà so­ste­ni­bi­le (co­no­sciu­to da tut­ti co­me piano del traf­fi­co) è sta­to sve­la­to mar­te­dì se­ra al­la cit­ta­di­nan­za (au­di­to­rium mez­zo pie­no) e ai com­mer­cian­ti. A spie­gar­lo è sta­to, tra gli al­tri, l'as­ses­so­re ai La­vo­ri pub­bli­ci An­to­nio Con­za­to. Il la­vo­ro, du­ra­to ol­tre un an­no, è ter­mi­na­to ed ora si pas­se­rà al­la fa­se due: il do­cu­men­to sa­rà adot­ta­to in con­si­glio co­mu­na­le, poi se­gui­ran­no le os­ser­va­zio­ni e in­fi­ne l'ap­pro­va­zio­ne. Poi sa­rà il mo­men­to di re­pe­ri­re i fon­di ne­ces­sa­ri all'at­tua­zio­ne del piano. La via­bi­li­tà ro­ve­re­da­na, e so­prat­tut­to le abi­tu­di­ni de­gli au­to­mo­bi­li­sti (è que­sto il rea­le obiet­ti­vo) ne usci­ran­no ri­vo­lu­zio­na­te. Il primo in­ter­ven­to ri­guar­de­rà un cam­bio di pre­ce­den­za: la per­de­rà via XX set­tem­bre e la gua­da­gne­rà via Ju­lia. Poi sa­rà il tur­no del­la nuova ro­ton­da che ha in men­te l'am­mi­ni­stra­zio­ne: sa­rà rea­liz­za­ta tra via XX set­tem­bre e via IV no­vem­bre e re­go­la­men­te­rà quell'incrocio. La stes­sa via XX set­tem­bre, la più im­por­tan­te del pae­se, su­bi­rà del­le mo­di­fi­che. Al­cu­ni pas­sag­gi pe­do­na­li sa­ran­no rial­za­ti per di­sin­cen­ti­va­re il tran­si­to del­le auto in pae­se, men­tre sa­rà pos­si­bi­le la rea­liz­za­zio­ne di una pi­sta ci­cla­bi­le che ri­sa­li­rà via XX set­tem­bre per im­met­ter­si poi in via IV no­vem­bre, fi­no a sboc­ca­re sul­la stra­da che conduce agli isti­tu­ti sco­la­sti­ci. «L'in­ter­ven­to più im­por­tan­te - spie­ga pe­rò An­to­nio Con­za­to - sa­rà quel­lo che por­te­rà al­la na­sci­ta di una cir­con­val­la­zio­ne-sud. All'al­tez­za dell'azien­da Ci­mo­lai (in zo­na in­du­stria­le ndr) na­sce­rà una ro­ton­da al po­sto dell'incrocio at­tua­le, poi la cir­con­val­la­zio­ne pro­se­gui­rà ad est ag­gi­ran­do le ca­se e rag­giun­gen­do la stra­da bian­ca del ca­nal mag­gio­re, fi­no a sbu­ca­re su via Bren­tel­la e in­fi­ne nei pres­si del­la nuova ro­ton­da che ave­va in pro­gram­ma la Pro­vin­cia (nei pres­si dell'in­ter­se­zio­ne con via Pio­nie­ri dell'aria)». Si trat­te­rà pe­rò dell'in­ter­ven­to più lon­ta­no nel tem­po.

VIA BREN­TEL­LA Sa­rà uno de­gli as­si del­la cir­con­val­la­zio­ne sud

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.