«La nuo­va Co­sti­tu­zio­ne non l’ho scrit­ta da so­lo a Ri­gna­no sull’ar­no»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Primo Piano -

ri­pen­sa­men­to. A fa­re spen­ti chis­sà se lo pen­sa e lo spe­ra dav­ve­ro per­ché in cer­ti ca­si la se­pa­ra­zio­ne è il ma­le mi­no­re. E que­sto or­mai lo pen­sa­no in tan­ti. Tan­to più che la cam­pa­gna re­fe­ren­da­ria com­por­te­rà al­tro spar­gi­men­to di san­gue. Sia­mo so­lo agli ini­zi. La spac­ca­tu­ra può di­ven­ta­re in­col­ma­bi­le. Col­pa di chi, è la te­si dei ren­zia­ni, vuo­le tra­sfor­ma­re il vo­to del 4 di­cem­bre in un Ar­mag­ge­don. Un giu­di­zio fi­na­le sul pre­mier. Che poi vor­reb­be di­re an­ti­ci­pa­re il con­gres­so che si svol­ge­rà nel 2017, far­lo du­ra­re due me­si con il ri­schio di lo­go­rar­si tut­ti.

In que­sto cli­ma c’è da scommettere che il fio­ret­to ver­rà mes­so da par­te per usa­re la cla­va. Il sot­to­se­gre­ta­rio al­la pre­si­den­za del Con­si­glio, Lu­ca Lot­ti, già pro­ta­go­ni­sta nei gior­ni scor­si di uno scon­tro al ca­lor bian­co con d’ale­ma è tor­na­to al­la ca­ri­ca. Pri­ma con­si­glian­do all’ex sin­da­co di Ro­ma Igna­zio Ma­ri­no di «chiu­der­si in ca­sa e non usci­re più». Poi ri­cor­dan­do che sia D’ale­ma che Ber­sa­ni vo­le­va­no la fi­ne del bi­ca­me­ra­li­smo per­fet­to ed il Se­na­to del­le au­to­no­mie, «chis­sà per­ché ora han­no cam­bia­to idea...». E il pre­si­den­te Mat­teo Or­fi­ni ri­cor­da i tem­pi in cui «mol­ti di­ri­gen­ti del Pd ti in­se­gna­va­no che l’er­ro­re da non fa­re è sca­ri­ca­re le pro­prie di­vi­sio­ni sul­le isti­tu­zio­ni». Si an­drà avan­ti a col­pi di ba­zoo­ka. La Di­re­zio­ne di og­gi po­treb­be ri­ser­va­re al­tri col­pi di sce­na. . La mi­no­ran­za non sem­bra di­spo­ni­bi­le a me­dia­re su even­tua­li aper­tu­re per una mo­di­fi­ca la­st mi­nu­te dell’ita­li­cum. «Il tem­po è sca­du­to». La pro­po­sta di de­si­gna­re vi­ce­se­gre­ta­ri e ca­pi­grup­po chia­ma­ti a fa­re da esplo­ra­to­ri per son­da­re le pro­po­ste de­gli al­tri par­ti­ti è ar­ri­va­ta fuo­ri tem­po mas­si­mo. «La col­pa del­la rot­tu­ra - in­si­ste il se­na­to­re Mi­guel Go­tor - è so­lo di Ren­zi, è il prin­ci­pa­le com­pi­to del se­gre­ta­rio di­sat­te­so co­stan­te­men­te con uno strap­po do­po l’al­tro».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.