Pe­ri­ca: «Vo­glio l’eu­ro­pa con i friu­la­ni»

Il Gazzettino (Pordenone) - - Sanvitese - Mar­co Agru­sti

UDI­NE - Nel duel­lo che lo ve­de con­trap­po­sto a Du­van Za­pa­ta per il po­sto da ti­to­la­re in at­tac­co, Sti­pe Pe­ri­ca è il fu­tu­ro, men­tre il Pan­te­ròn rap­pre­sen­ta il pre­sen­te. Uno tor­ne­rà al Na­po­li a fi­ne an­no (o a gen­na­io, se il club par­te­no­peo in­ten­des­se ri­chia­mar­lo per so­sti­tui­re l'in­for­tu­na­to Mi­lik), l'al­tro è sta­to ac­qui­sta­to per quat­tro mi­lio­ni di eu­ro dal Chel­sea ed è l'in­ve­sti­men­to nu­me­ro uno del­la fa­mi­glia Poz­zo. Ec­co per­ché ciò che ha di­chia­ra­to ai mi­cro­fo­ni di Me­dia­set Pre­mium non può che far pia­ce­re ai tan­ti ti­fo­si dell'udi­ne­se che cre­do­no in lui: «Vo­glio che l'udi­ne­se tor­ni a com­bat­te­re per la zo­na Eu­ro­pa» ha di­chia­ra­to sor­ri­den­do du­ran­te l'in­ter­vi­sta. «Mi ri­cor­do - ag­giun­to che qual­che an­no fa in Croa­zia si sen­ti­va par­la­re dei bian­co­ne­ri co­me di un club all'avan­guar­dia, che si qua­li­fi­ca­va al­me­no all'eu­ro­pa Le­gue; gio­ca­re fuo­ri dall'ita­lia con que­sta ma­glia per me sa­reb­be il mas­si­mo». In­tan­to Pe­ri­ca de­ve pen­sa­re a met­te­re in dif­fi­col­tà Gi­gi Del Ne­ri già in vi­sta del­la sfi­da di do­ma­ni con­tro la Ju­ven­tus. Lo ha fat­to se­gnan­do tre gol nel­la sgam­ba­ta in­fra­set­ti­ma­na­le di pre­pa­ra­zio­ne, ma so­prat­tut­to met­ten­do a re­fer­to la set­ti­ma rete nel­le qua­li­fi­ca­zio­ni all'eu­ro­peo Un­der 21 con la sua Croa­zia. Un gol inu­ti­le, quel­lo rea­liz­za­to con­tro la Sve­zia, per­ché a cau­sa del­la scon­fit­ta (4-2), gli un­der croa­ti non si so­no qua­li­fi­ca­ti, ce­den­do il po­sto in vet­ta al­la Spa­gna. Ma il ruo­li­no di mar­cia di Pe­ri­ca in Na­zio­na­le è no­te­vo­le: nel­le ul­ti­me quat­tro par­ti­te ha se­gna­to cin­que re­ti, men­tre in cam­pio­na­to è fer­mo a due cen­tri. Per que­sto ha bi­so­gno di più mi­nu­tag­gio con la ma­glia dell'udi­ne­se. «So­no a di­spo­si­zio­ne del nuo­vo al­le­na­to­re ha ag­giun­to il croa­to di Za­ra - le ri­spo­ste pos­so dar­le sol­tan­to gio­can­do». Un con­cet­to già spie­ga­to, sia di­ret­ta­men­te che at­tra­ver­so i mi­cro­fo­ni, a Bep­pe Ia­chi­ni. Man­ca un gior­no a Ju­ven­tus-udi­ne­se e Pe­ri­ca ha po­co tem­po per con­vin­ce­re il nuo­vo tec­ni­co a schie­rar­lo da ti­to­la­re, al­tri­men­ti do­vrà ac­con­ten­tar­si del ruo­lo di do­di­ce­si­mo, quel­lo che gli ha con­sen­ti­to di sban­ca­re San Si­ro con­tro il Mi­lan. «La Ju­ven­tus pe­rò è di un'al­tra pa­sta - ha am­mes­so Pe­ri­ca - Pos­so ga­ran­ti­re che ce la met­te­re­mo tut­ta per por­ta­re a ca­sa al­me­no un pun­to dal­lo Sta­dium».

MO­MEN­TO MAGICO Sti­pe Pe­ri­ca: due gol con l’udi­ne­se e cin­que con l’un­der 21 croa­ta

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.